dalla Home

Home » Argomenti » Codice della Strada

pubblicato il 25 giugno 2007

Codice della Strada: modifiche in vista

Foglio rosa, limiti di velocità e cellulari…

Codice della Strada: modifiche in vista

La scorsa settimana la camera dei Deputati ha approvato in prima lettura il disegno di legge presentato dal ministro Bianchi che prevede alcune modifiche sostanziali all'attuale Codice della Strada. Ricordiamo che per l'approvazione definitiva tali modifiche dovranno essere approvate dal Senato così come approvate in prima istanza; in caso di modifiche proposte da parte di quest'ultimo, il Disegno di Legge dovrebbe iniziare ex-novo il suo iter.


FOGLIO ROSA
La novità sarebbe epocale: verrebbe infatti ridotta a 16 anni l'età minima di conseguimento del foglio rosa; in tal modo si darebbe ai minorenni la possibilità di esercitarsi alla guida in modo da arrivare alla patente con maggiore esperienza.
La modifica proposta recita testualmente: "i minori che abbiano compiuto anni sedici e che siano titolari di patente (A, ndr) possano esercitarsi alla guida di autoveicoli di massa complessiva a pieno carico non superiore a 3,5 t (con esclusione del traino di qualunque tipo di rimorchio) purché accompagnati da un conducente titolare di patente di categoria B o superiore da almeno dieci anni".

Il Disegno introduce tuttavia i seguenti altri limiti:
-> il veicolo guidato dovrà avere un rapporto peso/potenza non superiore a 60 kW/t; è opportuno ricordare che tale rapporto vale anche - per 3 anni - per i neopatentati con licenza di tipo B rilasciato a partire dal 1 Giugno 2007;
-> l'auto utilizzata per tale scopo didattico, non potrà ospitare nessun altro, all'infuori del conducente e dell'accompagnatore;
-> sull'auto utilizzata dovrà essere esposto un contrassegno con le lettere "GA", ci si potrà esercitare solo dopo aver ricevuto l'autorizzazione della motorizzazione civile, rilasciata su richiesta di uno dei genitori, e solo dopo aver effettuato almeno dieci ore di pratica presso un'autoscuola.

Finalmente viene contemplato l'obbligo di guida in autostrada o su strade extraurbane (almeno 4 ore) e di guida notturna (almeno due); l'intento è lodevole, il passo avanti lo è ancora di più, ma ci sia permesso sottolineare come tali minimi siano assolutamente insufficienti considerando il fatto che il praticante, dopo queste 10 ore, potrà mettersi alla guida di una vettura senza doppi comandi.

Il minorenne sorpreso alla guida di un veicolo senza accompagnatore rischia, oltre alle pene previste per guida senza patente, una multa di 370 Euro e il fermo amministrativo di tre mesi.


SUPERAMENTO LIMITI VELOCITA'
Novità anche in questo ambito: l'attuale Normativa prevede che tale infrazione sia sanzionata, oltre i 40 km/h, con una ammenda di 370 euro, la decurtazione di dieci punti dalla patente e la sospensione della patente da uno a tre mesi. La nuova proposta articola diversamente l'illecito e più severamente le conseguenti sanzioni:

-> superamento dei limiti da 40 km/h a 60 km/h: sanzione di 400 euro, decurtazione di dieci punti e la sospensione della patente da tre a sei mesi; la seconda violazione dello stesso tipo nell'arco di un biennio comporta la sospensione della patente da otto a 18 mesi.
-> Superamento dei limiti di 60 km/h: la sanzione sale a 500 euro, vengono decurtati sempre dieci punti ma il periodo di sospensione della patente viene elevato da sei a 12 mesi. La seconda violazione nel biennio comporta la revoca della patente.


USO DEL CELLULARE
La sanzione per l'utilizzo del cellulare alla guida aumenta dagli attuali 70 a 148 euro; la decurtazione di cinque punti rimarrà inalterata, ma è prevista la sospensione della patente da uno a tre mesi; se poi la violazione dovesse essere reiterata nell'arco del biennio la sospensione della patente sarà di sei mesi.

Autore: Daniele Pizzo, Giovanni Notaro

Tag: Attualità , codice della strada , sicurezza stradale


Top