dalla Home

Mercato

pubblicato il 4 agosto 2015

Aniasa, totale estraneità alle indagini dell'Antitrust

Vari operatori del settore accusati di fare cartello per evitare la concorrenza reciproca sui noleggi a lungo termine

Aniasa, totale estraneità alle indagini dell'Antitrust

Non si spegne l’eco dell’indagine Antitrust sul noleggio a lungo termine (da uno a cinque anni). Otto società sono nel mirino del Garante, perché avrebbero fatto cartello, impedendo la corsa al ribasso dei prezzi. Sarebbe coinvolta anche l’Aniasa, l’Associazione nazionale industria dell'autonoleggio e servizi automobilistici. Dalla denuncia anonima pervenuta all’Authority, emerge che gli operatori attivi nel mercato del noleggio a lungo termine avrebbero dato vita a un'intesa volta a coordinare il proprio comportamento attraverso lo scambio di informazioni sensibili realizzato per il tramite e con il contributo dell'Aniasa.

Duro atto d’accusa

Secondo la gola profonda, che ha spifferato tutto al Garante, le otto società attive nel mercato del noleggio a lungo termine si incontrerebbero regolarmente in seno all’Aniasa e si scambierebbero informazioni aggiornate e con un elevatissimo livello di dettaglio.

Doppio no

Ma l’Associazione dell’autonoleggio non ci sta. E come già OmniAuto.it aveva evidenziato, conferma e ribadisce due punti fondamentali. Primo: l’Aniasa evidenzia la totale trasparenza e collaborazione dimostrata nei confronti degli ispettori. Secondo: precisa la totale estraneità alle condotte ipotizzate, ribadendo la ferma attenzione e rispetto dell'Associazione e delle proprie associate delle normative vigenti a tutela della concorrenza, che confida verranno correttamente e prontamente accertate. Ora gli “sceriffi” dell’Antitrust sono al lavoro, e non resta che aspettare.

Autore: Redazione

Tag: Mercato , auto europee


Top