Curiosità

pubblicato il 28 luglio 2015

Inquinamento, Londra bandisce quello acustico

A Chelsea e Kensington potrebbero essere vietate sgasate e accelerate violente. Nel mirino le supercar

Inquinamento, Londra bandisce quello acustico
Galleria fotografica - Car-watching: supercars a LondraGalleria fotografica - Car-watching: supercars a Londra
  • Car-watching: supercars a Londra - anteprima 1
  • Car-watching: supercars a Londra - anteprima 2
  • Car-watching: supercars a Londra - anteprima 3
  • Car-watching: supercars a Londra - anteprima 4
  • Car-watching: supercars a Londra - anteprima 5
  • Car-watching: supercars a Londra - anteprima 6

Car-watching: passare ore sul ciglio della strada ad ammirare supercar di ogni genere e, all'occorrente, scattare foto in maniera compulsiva. Ovviamente ci sono zone in cui questa pratica - che ci piace immaginare - è più fruttuosa e se avete visitato Londra almeno una volta saprete che questa è una delle città in cui sfoggiare supercar da varie centinaia di migliaia di euro (anzi, sterline) è un passatempo diffuso. Ferrari, Lamborghini, McLaren fanno urlare i loro motori fino alla linea rossa, per la gioia dei passanti… ma non di tutti.

Chelsea e kensington contro le supercar

Il Consiglio dei quartieri Chelsea e Kensington (che sono molto esclusivi...) vuole fare la guerra ai troppi decibel delle supercar. La proposta arriva da Tim Ahern, membro di gabinetto del Consiglio: “So di molte auto costose che gareggiano per Knightsbridge o altre che disturbano la quiete con accelerate e sgasate. Vogliamo fare qualche passo avanti per scoraggiare questo comportamento antisociale dei loro proprietari". Se il Consiglio riceverà luce verde per cambiare la legge, spingere il volume degli scarichi al massimo, ascoltare musica ad alto volume e accelerare senza "giusta causa" saranno vietate. Tutto questo perchè portano effetti sgradevoli sulla qualità della vita della comunità. 

Prima Congestion Charge dopo Noise Charge

Non è la prima volta che Londra “attacca” il settore delle auto: si iniziò nel 2003 con la Congestion Charge, una tassa di 8 sterline (circa 11 euro al cambio attuale) per scoraggiare il traffico privato tra la sette di mattina e le sei di sera dal Lunedì al Venerdì, nelle zone del centro. Questa però è la prima iniziativa con cui si prova a colpire un determinato comportamento considerandolo appunto “antisociale”. Qualcosa di molto british quindi, con buona pace dei tanti che, armati di telecamera e smartphone, si aggirano per la città alla ricerca proprio di questi episodi: Car-watching appunto. 

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , inquinamento


Vai allo speciale
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 51
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 56
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 42
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 39
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top