dalla Home

Curiosità

pubblicato il 22 luglio 2015

Top Gear Italia, le 3 cose da sapere su Joe Bastianich

L’americano dice “Non sono un esperto”, ma è da tempo vicino alle quattro ruote ed è pronto a "criticarle"

Top Gear Italia, le 3 cose da sapere su Joe Bastianich
Galleria fotografica - Joe Bastianich e le autoGalleria fotografica - Joe Bastianich e le auto
  • Joe Bastianich e le auto - anteprima 1
  • Joe Bastianich e le auto - anteprima 2
  • Joe Bastianich e le auto - anteprima 3
  • Joe Bastianich e le auto - anteprima 4
  • Joe Bastianich e le auto - anteprima 5
  • Joe Bastianich e le auto - anteprima 6

Top Gear è per tutti sinonimo di “Jeremy Clarkson”, dici l’uno e pensi all’altro, ma da quest’anno le cose sono cambiate. In Gran Bretagna la conduzione è passata a Chris Evans e in Italia dovremo imparare a pensare a Top Gear come ad un programma condotto da Joe Bastianich e Guido Meda. L’edizione nazionale andrà in onda da marzo 2016 su Sky e già fa discutere per la scelta del conduttore italo americano diventato famoso con Masterchef. Eppure Bastianich già si era avvicinato al mondo dell’auto… Aspettando di vederlo all’opera quindi rinfreschiamoci la memoria, così da essere preparati a giudicarne la performance.

1. Ha iniziato con la pubblicità

Chi ci segue ricorderà che da più di un anno Joe Bastianich è il testimonial di Kia. La sua immagine è legata alla nuova Soul e da maggio di quest’anno lo è anche alla Soul ECO-electric. Nell’ambito di una campagna pubblicitaria ha messo a nudo la sua passione per la musica e con il concorso "The Soul must go on" ha cercato talenti da portare sul palco con lui.

2. La corsa alla Mille Miglia 2015

Joe Bastianich è per tutti noi italiani un volto culinario della tv, è a questo che deve tanta notorietà (anche se da imprenditore ha molto a che fare con la ristorazione italiana... pensiamo al Ricci di piazza della Repubblica a Milano o all'apertura di Eataly a Manhattan insieme ad Oscar Farinetti, nel 2010). Da qui la chiamata alla Mille Miglia 2015 nel team di UBI Banco di Brescia a bordo di una Healey Silverstone del 1950 insieme al suo copilota (nonché amico di lunga data) Luca Pascolini.

3. Sarà cattivo con le auto

Chi ha mai guardato una puntata di Masterchef o chi ha anche solo visto l’imitazione di Joe Bastianich durante il programma sa che è diventato famoso per il suo cinismo. Le battute pungenti, le critiche aspre, i commenti diretti… hanno fatto di lui un vero personaggio e nell’intervista che ha rilasciato a Deejay Chiama Italia si è confermato tale. Parlando di Top Gear Italia ha detto: “Non nasco nel mondo delle automobili e mi comporterò come faccio col cibo. Dico quello che penso, non sono un esperto, prendo una macchina, fa cagare e dico che fa cagare. Se non avessi potuto dirlo non avrei firmato. Magari creiamo un casino e ci cacciano fuori dall’Italia. Io non ho paura, se mi va male torno in America”.

Secondo voi ne vedremo delle belle?

Autore:

Tag: Curiosità , top gear , VIP


Top