Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 22 luglio 2015

Incidente d'auto? Il carrozziere lo scegli tu

In caso di sinistro, si è liberi di rivolgersi al carrozziere indipendente o convenzionato. Ecco come funziona

Incidente d'auto? Il carrozziere lo scegli tu

Il modulo blu della constatazione amichevole, quel documento che vi consegna l’assicuratore alla stipula della Rca, è spesso fuorviante. Infatti, molti di quei “modelli” riportano un’indicazione precisa: se sei vittima di un incidente, ossia se sei coinvolto senza colpa (il caso classico è quando si viene tamponati), allora vai dal carrozziere convenzionato con la compagnia. Quello che le assicurazioni, in modo amichevole, definiscono “nostro” carrozziere. In realtà, le cose non stanno così, ed è importante che lo sappiate, per fare una scelta consapevole.

Quattro punti da conoscere

#1 Se subisci un sinistro, sei libero di scegliere: puoi anzitutto rivolgerti al tuo carrozziere di fiducia, indipendente. Quello dal quale vai da anni, di cui ti fidi.

#2 Oppure, come dicono le assicurazioni, puoi far riparare l’auto dal carrozziere convenzionato con la compagnia: si tratta della cosiddetta canalizzazione. Addirittura, i colossi assicurativi puntando a formare “hub” di riparazione, grossi centri dove convogliare tutti i danneggiati.

#3 Per te, sotto il profilo puramente economico, non cambia nulla: l’assicurazione paga tutti i danni della vettura. Ma forse la tua tranquillità, come proprietario della macchina, può cambiare: magari ti fidi di più a dare il tuo veicolo nelle mani del carrozziere che conosci, quello indipendente. Senza considerare che i riparatori convenzionati devono sottostare a tempi e manodopera imposti dalla compagnia.

#4 Ma perché le compagnie fanno pressione affinché gli automobilisti riparino le vetture dai loro carrozzieri convenzionati? Semplice: così possono controllare il mercato della riparazione Rca. Tanto che la lobby delle assicurazioni preme sul governo Renzi perché sia introdotto il risarcimento in forma specifica: se l’automobilista va dal carrozziere indipendente, viene penalizzato. È una norma presente nel disegno legge concorrenza, in discussione in Parlamento, e che sta scatenando un putiferio.

In due parole, che fare

Qualunque sia la vostra scelta (carrozziere indipendente o convenzionato), in caso di sinistro è necessario raccogliere tutti gli elementi utili. Compilate il modulo blu seguendo le istruzioni riportate nell'ultima pagina del modulo stesso. Se è a doppia firma (vostra e dell’altro guidatore), meglio: significa che c’è accordo sulla responsabilità e sulla dinamica dell’incidente. Servono i nomi delle compagnie, i dati dei due conducenti, descrizione dettagliata dell'incidente e dei danni materiali visibili, generalità degli eventuali feriti e degli eventuali testimoni. Il verbale dell’autorità eventualmente intervenuta, che è ancora più pesante del modulo blu. L’assicurazione formulerà un’offerta di risarcimento e dovrete poi stabilire se accettare o andare in causa. E comunque, per ottenere un rimborso rapido ed equo, ricordate che potete subito cedere il credito (vantato verso la compagnia) al carrozziere indipendente: sarà questi a tutelarvi.

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , incidenti


Vai allo speciale
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 47
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 49
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 48
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 48
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top