dalla Home

Curiosità

pubblicato il 22 luglio 2015

Ferrari e gli airbag montati male, ecco com'è andata

Takata sempre protagonista (in negativo), ma questa volta per un motivo diverso

Ferrari e gli airbag montati male, ecco com'è andata
Galleria fotografica - Le Ferrari richiamate negli USAGalleria fotografica - Le Ferrari richiamate negli USA
  • Ferrari LaFerrari - anteprima 1
  • Ferrari 458 Speciale - anteprima 2
  • Ferrari 458 Speciale A - anteprima 3
  • Ferrari 458 Spider - anteprima 4
  • Ferrari 458 Italia	   - anteprima 5
  • Ferrari F12berlinetta - anteprima 6

Fino a qualche mese fa, probabilmente, neanche i più esperti di automobili conoscevano la Takata. Poi, dalla primavera, questa azienda giapponese produttrice di airbag è diventata suo malgrado famosissima per la difettosità dei suoi prodotti, che ha costretto al richiamo milioni e milioni di vetture da parte di molte Case automobilistiche. E' dell'altro giorno la notizia che anche la Ferrari si è trovata costretta a richiamare 814 vetture negli USA per difettosità all'airbag e qui nasce però l'equivoco.

Siccome anche i "cuscini" della Ferrari sono prodotti dalla Takata, quasi ovunque è stato scritto che anche il Cavallino Rampante è stato "vittima" della stessa difettosità riscontrata sul resto delle auto precedentemente richiamate. In realtà il problema è leggermente diverso e riguarda l'incollaggio del coperchio dell'airbag (come indicato nel documento ufficiale dell'NHTSA, allegato in fondo all'articolo), che potrebbe causare un'apertura errata del dispositivo di sicurezza, con conseguenti danni per guidatore e passeggero. Questa difettosità, dicono in Ferrari, è da imputarsi al fornitore giapponese. Il richiamo interessa tutta la gamma (458 Italia, 458 Spider, 458 Speciale, 458 Speciale A, California T, FF, F12 Berlinetta e LaFerrari), gli esemplari assemblati fra dicembre dello scorso anno e aprile 2015, ma non riguarda automobili vendute in Italia.

Autore:

Tag: Curiosità , Ferrari , auto italiane , richiami


Top