dalla Home

Curiosità

pubblicato il 14 luglio 2015

Citroen Visa Chrono, dal 1983 con grinta

Un paziente restauro fa rinascere la sportivetta da 93 CV, pronta per nuovi test su strada

Citroen Visa Chrono, dal 1983 con grinta
Galleria fotografica - Citroen Visa Chrono n.102 - 1983Galleria fotografica - Citroen Visa Chrono n.102 - 1983
  • Citroen Visa Chrono n.102 - 1983 - anteprima 1
  • Citroen Visa Chrono n.102 - 1983 - anteprima 2
  • Citroen Visa Chrono n.102 - 1983 - anteprima 3
  • Citroen Visa Chrono n.102 - 1983 - anteprima 4
  • Citroen Visa Chrono n.102 - 1983 - anteprima 5
  • Citroen Visa Chrono n.102 - 1983 - anteprima 6

Parlare di Citroen Visa Chrono significa rivolgersi ai pochi appassionati e nostalgici che ricordano questa piccola "bomba" degli anni Ottanta, quelli che si sono sentiti piloti al volante della francesina, ma con l'ingresso nel parco stampa di Citroen Italia di uno splendido esemplare restaurato immaginiamo che anche i più giovani impareranno a conoscerla. Dopo averla incontrata velocemente in pista a Vairano e prima di poterla provare su strada con un bel test d'epoca vi possiamo dire che al Visa Chrono in questione è la numero 102 delle 400 arrivate in Italia e delle 2.650 prodotte in totale per alcuni mercati europei. Immatricolata a Ravenna nel 1983, come dimostra anche la targa dell'epoca, la storica Visa Chrono ha la tradizionale colorazione per il mercato italiano, ovvero vernice bianca con fasce laterali rosse e verdi. Quelle destinate agli atri Paesi si riconoscono invece per le grafiche in tinta con le rispettive bandiere nazionali.

Ispirata alla Citroen Visa Trophée, la Gruppo B che correva nei rally Anni '80, la Chrono vanta sotto al cofano la presenza del motore a quattro cilindri di 1.360 cc e 93 CV che accoppiato al cambio manuale 5 marce permette alla sportivetta cinque porte (850 kg) di raggiungere i 173 km/h e scattare da 0 a 100 km/h in 10,2 secondi. Da nuova la Visa Chrono costava 10.403.000 lire. Il paziente lavoro di restauro sulla Chrono n. 102 è durato cinque mesi ed è stato portato avanti per conto di Citroen Italia da Moreno Tassinari, riparatore di Sesto Imolese (BO) e grande appassionato di Visa. Smontata interamente, eliminata la ruggine, sostituiti gli ammortizzatori, rimesso in ordine il motore e regolati i due carburatori a doppio corpo Solex, la Visa Chrono ha potuto fare i primi giri di prova fino al vicino autodromo di Imola dove si è dimostrata pronta per una seconda vita, sportiva e compatta al tempo stesso.

Autore:

Tag: Curiosità , Citroen , auto europee , auto storiche


Top