Home » Argomenti » Pneumatici

pubblicato il 12 luglio 2015

Pirelli, pneumatici e molto di più

Cavi elettrici, calendario, calcio, Autobianchi, Telecom... Un'azienda dalle mille sfaccettature

Pirelli, pneumatici e molto di più
Galleria fotografica - Pirelli, la storiaGalleria fotografica - Pirelli, la storia
  • Pirelli, la storia - anteprima 1
  • Pirelli, la storia - anteprima 2
  • Pirelli, la storia - anteprima 3
  • Pirelli, la storia - anteprima 4
  • Pirelli, la storia - anteprima 5
  • Pirelli, la storia - anteprima 6

Dici Pirelli, pensi agli pneumatici. Ok, l'omonimo calendario è un filo più interessante, almeno per gli occhi, del resto lo realizzano da sempre i migliori fotografi del mondo. Cosa? Siete più attirati dalle ragazze fotografate (ma anche dai - pur pochi - ragazzi) che dallo scatto artistico in sé? Come darvi torto. Se invece siete esperti di Borsa, allora il nome Pirelli lo associerete più facilmente al titolo quotato a Piazza Affari, dove, per la cronaca, l'azienda è in listino dal 1922. I milanesi, il nome Pirelli lo associano invece alla Bicocca, zona della città nella quale prima c'erano gli stabilimenti e ora, accanto all'Università, ci sono ancora alcuni uffici e spazi adibiti ad eventi. A proposito di stabilimenti, attualmente ce ne sono sparsi in tutto il mondo: Italia, UK, USA, Argentina, Brasile, Venezuela, Messico, Turchia, Egitto, Indonesia, Cina, Russia e Germania, solo per citarne alcuni, che danno lavoro a ben 37.561 persone (a fine 2014). Pirelli è anche Pirelli cavi (ora Prysmian); anzi, è proprio dai cavi elettrici che tutto ha inizio. Ultimo, ma non meno importante, Pirelli lega il proprio nome all'Expo di Milano - era presente nel 1906, lo è ancora oggi, nel 2015 - e all'Inter, con la quale coglie il mitico "triplete" nel 2010.

La nascita nel 1872 con i cavi elettrici

A fondare l'azienda che produce cavi elettrici, in particolare la guaina in gomma che li isola, è Giovanni Battista Pirelli nel 1872 e già nel 1887 un cavo Pirelli per il telegrafo viene posizionato sul fondale del Mar Rosso, mentre sei anni prima viene inaugurato un importante stabilimento a La Spezia. Nel 1890, ecco la prima pietra di un secondo pilastro dell'azienda: comincia la produzione degli pneumatici per biciclette. Da qui inizia l'escalation. Nel 1901 debutta "Ercole", la gomma che si ancora al cerchio così come la conosciamo oggi (sia sulle biciclette che sui veicoli a motore, pur con gradi di resistenza ben diversi, ovviamente), mentre nel 1902 viene dato il via all'internazionalizzazione dell'azienda: si costruisce il primo stabilimento fuori dall'Italia, in Spagna. Nel 1924 viene brevettato l'importantissimo cavo riempito d'olio, che consente la trasmissione di un'enorme quantità di energia. Altra pietra miliare è il lancio, nel 1927, dello pneumatico sportivo Stella: si può considerare questo l'inizio del posizionamento premium della Pirelli fra i costruttori di pneumatici. Nel 1933, non a caso, la prima, la seconda e la terza auto classificate alla Mille Miglia sono gommate italiane.

Eccellenza italiana nel mondo (ma anche in Italia)

Pirelli continua a crescere e i riconoscimenti non tardano ad arrivare. Nel nostro Paese, il Ministro delle Poste affida alla Pirelli la realizzazione della rete con cavi coassiali per il collegamento telefonico a lunga distanza. Siamo nel 1950. Tre anni dopo, la gratificazione è sportiva: Pirelli si aggiudica 8 Gran Premi di Formula 1. Nel 1960 viene costruito lo stabilimento turco per la produzione di pneumatici per auto, camion e motorsport e, sempre quell'anno, vede la luce il simbolo della Pirelli per eccellenza: l'omonimo grattacielo progettato da Gio Ponti e posizionato nel centro di Milano, di cui rimarrà l'edificio più alto per molti anni. L'azienda ha una sede che ne rispecchia perfettamente le ambizioni. Il 1965 è invece l'anno dell'importante avvicendamento padre-figlio: Alberto Pirelli lascia le redini dell'azienda nelle mani del figlio Leopoldo, ma lo sguardo internazionale non cambia, visto che nel 1969 vengono posti cavi sul fondale marino tra Long Island e il Connecticut.

Il celebre calendario e i suoi oltre 50 anni

Nel 1963 l'idea di proporre un calendario con del nudo - per quanto artistico - non era così scontata. Ma la Pirelli non è un'eccellenza solo tecnologica: nella sua storia ha dimostrato di saperci fare anche con il marketing (un esempio è quello della linea di abbigliamento, anche se l'idea è meno innovativa). Dicevamo, il calendario: a renderlo pregiato, oltre alla bravura e alla fama di chi ne realizza gli scatti, c'è la tiratura limitata e il fatto che non sia mai stato in vendita, bensì riservato a persone scelte da Pirelli stessa, molte delle quali VIP. Anche un'iniziativa così elitaria, tuttavia, si è trovata a fare i conti con la dura realtà: dal 1974 e per dieci anni, il calendario detto anche "The Cal" non fu realizzato in seguito alla crisi petrolifera. Dal 1984 non è mai stata saltata un'edizione e, nel 2014, Pirelli ha deciso di pubblicare gli scatti di Helmut Newton censurati nel 1986.

Telecom e Autobianchi, grandi e piccoli passi falsi

Ci sono però anche capitoli meno brillanti, nella storia della Pirelli. Uno su tutti: la partecipazione in Telecom Italia. La finanza è una tentazione alla quale è difficile resistere e Marco Tronchetti Provera ci "casca" nel 2001, quando, tramite Olimpia, acquisisce delle partecipazioni importanti nell'azienda italiana di telecomunicazioni. Non vi annoieremo con considerazioni borsistiche troppo complicate: vi basti sapere che le azioni vengono comprate da Pirelli ad un valore di oltre 4 euro l'una e, solo pochi anni dopo, vedono crollare il proprio valore a circa la metà, generando un buco di bilancio spaventoso. La quota in Telecom viene quindi ceduta nel 2007. Meno "drammatica" la storia legata ad Autobianchi; anzi, c'è un qualcosa di romantico, in questa vicenda. Nel 1955 Edoardo Bianchi convince la Fiat e la Pirelli a sostenerlo nella costituzione di una nuova Casa automobilistica - l'Autobianchi appunto - che dà modo alla prima di differenziare la propria gamma e di sperimentare soluzioni inedite e alla seconda di incrementare il numero di pneumatici di primo equipaggiamento. L'avventura Pirelli in Autobianchi si chiude nel 1968, senza però grossi scossoni.

2015, i cinesi entrano in Pirelli

Per il momento, la quota della cinese CNRC (controllata da ChemChina) è ancora al di sotto del 30% e dunque non ancora di controllo. Chi ne capisce di finanza dice che a tale soglia ci si arriverà sicuramente; è solo questione di tempo. Meccanismi finanziari a parte, occorre fare due premesse. La prima: per spostare la sede o cedere a terzi la tecnologia della Pirelli è stata istituita la soglia del 90% di voti favorevoli in assemblea. Premessa numero due: il n°1 della Pirelli Marco Tronchetti Provera si è garantito il comando almeno fino al 2021 e, se ne potrà condividere la passione per l'Inter o no, ma è indiscutibile che - limitandoci a Pirelli e lasciando perdere Telecom - abbia risollevato un'azienda che all'inizio degli anni Novanta era in crisi nera. Detto questo, ChemChina è la più grande società chimica cinese e, tra le partecipate, ha Aeolus Tyre, ovvero un marchio da oltre 5 milioni di pneumatici all'anno. Ok, il livello di Aeolus Tyre è lontano anni luce da quello di Pirelli, ma se c'è voglia di imparare e di prendere il meglio gli uni dagli altri, il successo è la logica conseguenza.

Galleria fotografica - Pirelli, la Street Art nel Bilancio 2014Galleria fotografica - Pirelli, la Street Art nel Bilancio 2014
  • Pirelli, la Street Art nel Bilancio 2014 - anteprima 1
  • Pirelli, la Street Art nel Bilancio 2014 - anteprima 2
  • Pirelli, la Street Art nel Bilancio 2014 - anteprima 3
  • Pirelli, la Street Art nel Bilancio 2014 - anteprima 4
  • Pirelli, la Street Art nel Bilancio 2014 - anteprima 5
  • Pirelli, la Street Art nel Bilancio 2014 - anteprima 6
Galleria fotografica - Calendario Pirelli 2015Galleria fotografica - Calendario Pirelli 2015
  • Calendario Pirelli 2015 - anteprima 1
  • Calendario Pirelli 2015 - anteprima 2
  • Calendario Pirelli 2015 - anteprima 3
  • Calendario Pirelli 2015 - anteprima 4
  • Calendario Pirelli 2015 - anteprima 5
  • Calendario Pirelli 2015 - anteprima 6
Galleria fotografica - Calendario Pirelli 2014  | "The Cal" 2014Galleria fotografica - Calendario Pirelli 2014  | "The Cal" 2014
  • Calendario Pirelli 2014  | \
  • Calendario Pirelli 2014  | \
  • Calendario Pirelli 2014  | \
  • Calendario Pirelli 2014  | \
  • Calendario Pirelli 2014  | \
Galleria fotografica - Pirelli, 140 anni di storiaGalleria fotografica - Pirelli, 140 anni di storia
  • Pirelli, 140 anni di storia - anteprima 1
  • Pirelli, 140 anni di storia - anteprima 2
  • Pirelli, 140 anni di storia - anteprima 3
  • Pirelli, 140 anni di storia - anteprima 4
  • Pirelli, 140 anni di storia - anteprima 5
  • Pirelli, 140 anni di storia - anteprima 6
Galleria fotografica - Calendario Pirelli 2011Galleria fotografica - Calendario Pirelli 2011
  • Calendario Pirelli 2011 - anteprima 1
  • Calendario Pirelli 2011 - anteprima 2
  • Calendario Pirelli 2011 - anteprima 3
  • Calendario Pirelli 2011 - anteprima 4
  • Calendario Pirelli 2011 - anteprima 5
  • Calendario Pirelli 2011 - anteprima 6
Galleria fotografica - Backstage Calendario Pirelli 2010Galleria fotografica - Backstage Calendario Pirelli 2010
  • Backstage Calendario Pirelli 2010 - anteprima 1
  • Backstage Calendario Pirelli 2010 - anteprima 2
  • Backstage Calendario Pirelli 2010 - anteprima 3
  • Backstage Calendario Pirelli 2010 - anteprima 4
  • Backstage Calendario Pirelli 2010 - anteprima 5
  • Backstage Calendario Pirelli 2010 - anteprima 6
Galleria fotografica - Calendario Pirelli 2009Galleria fotografica - Calendario Pirelli 2009
  • Calendario Pirelli 2009 - anteprima 1
  • Calendario Pirelli 2009 - anteprima 2
  • Calendario Pirelli 2009 - anteprima 3
  • Calendario Pirelli 2009 - anteprima 4
  • Calendario Pirelli 2009 - anteprima 5
  • Calendario Pirelli 2009 - anteprima 6

Autore:

Tag: Retrospettive , pneumatici


Vai allo speciale
  • Citroen al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 45
  • Skoda al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 33
  • Citroen al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 51
  • Lexus al Salone di Parigi 2016 - Salone di Parigi 2016 - 10
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top