dalla Home

Novità

pubblicato il 12 giugno 2007

Nuova Ford Mondeo

Bella innanzitutto!

Nuova Ford Mondeo
Galleria fotografica - Ford MondeoGalleria fotografica - Ford Mondeo
  • Ford Mondeo - anteprima 1
  • Ford Mondeo - anteprima 2
  • Ford Mondeo - anteprima 3
  • Ford Mondeo - anteprima 4
  • Ford Mondeo - anteprima 5
  • Ford Mondeo - anteprima 6

Il nome Mondeo è dal 1993 sinonimo di auto affidabile, spaziosa nonché caratterizzata da un buon rapporto qualità prezzo. Una vettura concreta che è riuscita a conquistare milioni di clienti in tutt'Europa, fra privati e aziende. In 14 anni di onorata carriera una sola cosa non è riuscita a questa Ford: attirare su di se le attenzione e quindi potenziali acquirenti con il design. La Mondeo è sempre stata caratterizzata da uno stile sobrio, coerente con il family feeling del marchio dell'ovale blu, ma molto (troppo) conservatore. Con la seconda generazione lanciata nel 2001, il modello si è anche spersonalizzato cercando di fare il verso alla sua diretta concorrente, la best seller Volkswagen Passat, scelta che non si è rivelata vincente. Era ora di voltare pagina e filosofica progettuale, e con la "Mondeo III", al debutto questa settimana in Italia, Ford sembra esserci riuscita per davvero...

"Suscitare desiderio ed emozionare il cliente". E' questo l'obiettivo che la dirigenza Ford si era posta per la nuova Mondeo e aldilà delle belle parole che definiscono un posizionamento di mercato ideale, i risultati si vedono tutti. Secondo noi la nuova Mondeo, vista dal vivo come in fotografia, è stilisticamente riuscita, grazie ad una linea dinamica e personale che incarna appieno il nuovo corso stilistico Ford, ovvero il cosidetto "kinetic design". E anzi, in Ford ci tengono a precisare che la Mondeo è la massima espressione di quest'ultimo. Il frontale è importante, dominato da un un'ampia calandra e ancor di più dalla presa d'aria inferiore mentre le fiancate proseguono e rafforzano ulteriormente l'impressione di dinamicità, indipendente dalla carrozzeria (a 4 porte, 5 porte, oppure familiare) e riescono a mimetizzare non poco le dimensioni che nel frattempo sono cresciute sensibilmente: sia la Mondeo 4 porte che la Station Wagon superano i 4,8 metri di lunghezza (rispettivamente 4.844 mm e 4830 mm) mentre la 5 porte si "accontenta" di 4,78 metri. Numeri magari "preoccupanti" nell'uso cittadino privo di parcheggi riservati, ma che si traducono in eccellenti doti di abitabilità e capacità di carico per viaggiare. In media, per tutte le varianti di carrozzeria, il bagagliaio misura di partenza 520 litri che possono arrivare, abbattendo i sedili, a 1.448 litri sulla 5 porte e 1.733 sulla Station Wagon. Senza contare lo spazio a disposizione dei passeggeri, aumentato in tutte le direzioni.

Rimanendo in tema abitacolo, non si possono non sottolineare gli sforzi fatti da Ford per renderlo confortevole e funzionale, ma al contempo bello da vedere e da toccare. La plancia presenta un'impostazione moderna, con una connotazione che, a seconda dell'allestimento scelto, può essere più sportiva (inserti in alluminio) o più elegante (inserti simil radica), ma in ogni caso tremendamente hi tech grazie alla miriade di equipaggiamenti elettronici (e pulsanti di controllo correlati) presenti di serie o a richiesta. Su tutto spicca il display multifunzione posto esattamente fra contagiri e tachimetro, di indubbio impatto scenico nella versione a colori ("Ford Convers+") largo la bellezza di 15 centimetri. Tale display fa parte dello "Human Machine Interface" (HMI), sistema che consente la gestione integrata (e in teoria semplificata) dei principali dispositivi di bordo, dall'autoradio, al navigatore satellitare, passando per cruise control, sistema di monitoraggio della pressione dei pneumatici, sospensioni adattive e computer di bordo. Tutto può essere controllato mediante i due pulsanti "joystick" sul volante oppure dal secondo display (optional) al centro della plancia e di tipo touch screen.
Abbiamo citato nelle ultime righe diversi equipaggiamenti introdotti sulla nuova Mondeo (di serie o a richiesta), ma ce ne sono altri degni di nota: il cruise control può essere ad esempio di tipo adattivo, in grado cioè di mantenere automaticamente una distanza di sicurezza preimpostata; c'è il climatizzatore automatico di tipo bizona e ancora sono disponibili diversi sistemi autoradio con livelli crescenti di qualità e connettività (iPod e Bluetooth in primis). Fra gli optional può essere richiesto anche un sistema "keyless" che sostituisce la tradizionale chiave di accensione con una chiave "fob", di forma romboidale, che il guidatore deve semplicemente tenere in tasca per poter entrare e uscire dalla vettura o avviare il motore.

Tre gli allestimenti previsti: base, Titanium e Ghia. La Mondeo Titanium si indirizza a quei clienti che prediligono uno stile tecnologico, caratterizzato esteticamente da cerchi da 16 poliici, vetri azzurrati e rifiniture cromate satinate. La Mondeo Ghia è invece più elegante, con cromature specifiche e rifiniture interne in simil radica. A richiesta, per Titanium e Ghia, sono comunque disponibili due "pack" che ne arricchiscono l'equipaggiamento e due tipologie di "Sport-pack", con sospensioni ribassate, sedili parzialmente rivestiti in pelle e cerchi in lega da 17" o 18", con pneumatici 235.

Arriviamo quindi all'offerta di motorizzazioni, completa, ma priva di novità "rivoluzionarie". La parte del leone, commercialmente parlando, la faranno i collaudati Diesel Duratorq TDCi, ovvero una versione 125 CV dell'1.8 litri Duratorq TDCi abbinato al cambio 6 marce manuale [velocità massima 195 km/h; accelerazione 0-100 km/h in 10,8 secondi; consumo di 5,9 litri/100 km nel ciclo combinato]; l'apprezzato 2.0 litri Duratorq TDCi da 130 CV abbinato al nuovo cambio automatico a sei rapporti o ancora la versione da 140 CV [velocità massima 210 km/h (205 km/h SW); accelerazione 0-100 km/h in 9,5 secondi (9,8 SW), consumo di 5,9 litri/100 km nel ciclo combinato], abbinata ad un cambio manuale a 6 marce, entrambi con filtro antiparticolato (DPF) di serie.
Sul fronte benzina la nuova Mondeo è invece disponibile con un 2.0 litri da 145 CV abbinato ad un cambio manuale a cinque marce e, al top di gamma, con un 2.5 litri da 220 CV turbo con cambio manuale a sei marce.
Segnaliamo che nel corso del 2008 sarà introdotto un 2.3 da 161 cavalli con cambio automatico e una versione "FlexiFuel" alimentabile a bioetanolo E85.

La nuova Ford Mondeo viene offerta in Italia con prezzi da 21.450 euro della Mondeo+ 1.6 a benzina a 4 o 5 porte (costano uguale) e arriva fino ai 27.200 della 2.0 TDCi da 130 cavalli con DPF e cambio automatico. Per le personalizzazioni Ghia e Titanium servono mille euro in più mentre per la Station Wagon il supplemento di prezzo è di altri 750 euro.

"Porte aperte" di presentazione nei concessionari italiani venerdì 15 e sabato 16 luglio.

Ford Mondeo

Bella, moderna e venduta con un buon rapporto qualità prezzo. Così la terza generazione della Ford Mondeo promette un nuovo successo commerciale.

Scegli Versione

Autore: Alessandro Lago

Tag: Novità , Ford


Top