Test

pubblicato il 2 luglio 2015

Nuova Volkswagen Touran, hi-tech per tutta la famiglia

La terza generazione della monovolume compatta tedesca alza l'asticella della sfida tecnologica con le concorrenti premium

Nuova Volkswagen Touran, hi-tech per tutta la famiglia
Galleria fotografica - Nuova Volkswagen TouranGalleria fotografica - Nuova Volkswagen Touran
  • Nuova Volkswagen Touran - anteprima 1
  • Nuova Volkswagen Touran - anteprima 2
  • Nuova Volkswagen Touran - anteprima 3
  • Nuova Volkswagen Touran - anteprima 4
  • Nuova Volkswagen Touran - anteprima 5
  • Nuova Volkswagen Touran - anteprima 6

Probabilmente le monovolume compatte a sette posti sono le auto più versatili del mercato. Con lunghezze che non superano i 4,5 metri, bagagliai da almeno 500/600 litri e le tre fili di sedili, rappresentano il miglior rapporto dimensioni esterne/spazio interno. Difficile fare meglio, anche salendo di segmento e “veleggiando” verso i 5 metri: all'aumento di lamiera non segue quasi mai un reale aumento del volume interno disponibile. Nel caso della nuova Volkswagen Touran, poi, questa equazione tocca i massimi livelli. Il corpo vettura misura 4,52 metri, cioè 13 centimetri più di prima. Ma di questi, ben 11 cm sono di passo e lo capisco subito facendo il mio solito test empirico. Regolo il sedile anteriore e poi mi siedo dietro, con il piccolo particolare dato dalla mia altezza di 2 metri. Ecco la Touran lo supera a pieni voti, quindi se volete usarla per caricare i vostri compagni di basket e andare a giocare, sappiate che starete comodi tutti e cinque.

Sterzo super

Questo considerevole aumento di passo è stato permesso dall'adozione della piattaforma MQB che ha consentito anche di alleggerire l'auto, togliendo fino a 62 kg rispetto alla generazione uscita nel 2010. I benefici del nuovo “scheletro” si avvertono soprattutto nella guida, visto che la Touran è davvero agile e ricorda da vicino l'esponente più illustre del marchio Volkswagen, la Golf ovviamente. Ma le buone sensazioni al volante sono anche merito del volante stesso, o meglio, di quello che c'è dietro. Sulla MPV tedesca, infatti, è di serie il Servotronic, cioè il servosterzo ad assistenza variabile e bisogna riconoscere che funziona davvero bene, tanto nella marcia cittadina quanto in quella autostradale: il carico cambia in maniera molto progressiva ed è sempre adeguato alla situazione, mentre il rapporto di demoltiplicazione appare davvero azzeccato per l'auto. Se poi c'è pure il Park Pilot – e parcheggi “a modo” come quelli di Amsterdam, dove si è svolta la presentazione – diventa perfino divertente vedere il volante della Touran che si muove da solo.

Spazio a volontà

Tornando all'argomento spazio, a bordo ce n'è davvero tanto. In configurazione cinque posti si hanno 743 litri, che salgono fino a 1.980 con tutti i sedili abbatuti, escluso quello del passeggero anteriore. Chiaramente la terza fila di sedili non è adatta a tutte le corporature ma è comunque sfruttabile. Quello che ho apprezzato in particolar modo, invece, è il gran numero di vani, ripostigli e piccoli portaoggetti che si trova sulla plancia. Sono pratici e non rovinano il design, anzi, lo scomparto sopra il cruscotto (sotto il parabrezza) crea quasi un piccolo effetto sorpresa, visto che è realizzato talmente bene che non si scopre la sua esistenza fin quando non si spinge il pulsante per aprirlo. Tutto il cruscotto, poi, è attraversato da una finitura nero lucida molto bella da vedere e da toccare, mentre gli accoppiamenti, come da tradizione tedesca, sono impeccabili. La cura di ogni dettaglio si trova anche in particolari come lo specchietto retrovisore, che ha una cornice cromata e molto sottile, ricreando quasi l'effetto di un paio di occhiali da sole hi-tech.

Meglio il DSG

A proposito di posto guida, la posizione che si assume al volante è completamente corretta e le possibilità di regolazione ampie e sensibili (rotella per lo schienale). Pure il cambio risulta alla giusta distanza, ma visto il tipo di auto, ritengo che il DSG sia una scelta quasi obbligata. Oltre alla comodità di utilizzo, il doppia frizione sa meglio di chiunque altro quale rapporto selezionare, anche perché quelli del manuale sono talmente lunghi (sesta da 2.200 giri a 130 km/h) che per sentire i 340 Nm di coppia del 2.0 TDI da 150 CV bisogna scalare molto più spesso di quanto si pensi. In Italia dovrebbe essere questo il motore più gettonato ed è anche quello che ritengo più adatto alle dimensioni e all'indole della vettura. La Tiguan è senza dubbio una grande passista ma è naturalmente a suo agio in tutte le situazioni. Quando si tratta di viaggi, poi, mette in campo anche un infotainment di primo livello.

Infotainment al top

Posto che i sistemi sono cinque e che per avere il migliore con display touch da 8 pollici bisogna pagare un extra oppure scegliere la versione top Executive, alla spesa corrisponde la resa. Non mi riferisco solo alle funzioni già provate su altri modelli del Gruppo Volkswagen, come il Mirror Link, Android Auto o CarPlay, ma alle funzioni specifiche presenti sulla Touran, ovvero la possibilità di collegare una GoPro che trasmette in tempo reale sullo schermo quello che combinano i bambini dietro, oppure quella di dargli direttamente in mano un tablet per far si che siano loro a gestire l'infotainment dell'auto. Se tutto questo non bastasse, ci si può trastullare con il climatizzatore tri-zona, un dispositivo che la Touran porta al debutto nel segmento, mentre si apprezza l'azione del cruise control adattivo che ha anche la funzione "stop and go" per seguire la marcia in colonna senza stressare il guidatore.

Scheda Versione

Volkswagen Touran
Nome
Touran
Anno
2015
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
Multispazio
Porte
5 porte
Motore
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Redazione

Tag: Test , Volkswagen , auto europee


Listino Volkswagen Touran

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.2 TSI 110cv BlueMotion Technology Trendline anteriore benzina 110 1.2 7 € 24.500

LISTINO

1.6 TDI 110cv BlueMotion Technology Trendline anteriore diesel 110 1.6 7 € 27.100

LISTINO

1.2 TSI 110cv BlueMotion Technology Comfortline anteriore benzina 110 1.2 7 € 28.600

LISTINO

1.6 TDI 110cv BlueMotion Technology Comfortline anteriore diesel 110 1.6 7 € 31.200

LISTINO

1.4 TSI 150cv BlueMotion Technology Business anteriore benzina 150 1.4 7 € 31.450

LISTINO

1.2 TSI BlueMotion Technology Executive anteriore benzina 110 1.2 7 € 31.700

LISTINO

1.6 TDI 110cv BlueMotion Technology Business anteriore diesel 110 1.6 7 € 32.050

LISTINO

2.0 TDI 150cv BlueMotion Technology Comfortline anteriore diesel 150 2.0 7 € 32.900

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Vai allo speciale
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 36
  •  - Salone di Parigi 2016 -
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 46
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 48
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top