dalla Home

Interviste

pubblicato il 24 giugno 2015

Yamamoto (Mazda): la MX-5 è l’essenza di Mazda

Il capo del progetto della quarta generazione ci dice perché un roadster rappresenta tutti i prodotti del marchio

Yamamoto (Mazda): la MX-5 è l’essenza di Mazda
Galleria fotografica - Nuova Mazda MX-5 (2015)Galleria fotografica - Nuova Mazda MX-5 (2015)
  • Nuova Mazda MX-5 (2015) - anteprima 1
  • Nuova Mazda MX-5 (2015) - anteprima 2
  • Nuova Mazda MX-5 (2015) - anteprima 3
  • Nuova Mazda MX-5 (2015) - anteprima 4
  • Nuova Mazda MX-5 (2015) - anteprima 5
  • Nuova Mazda MX-5 (2015) - anteprima 6

La MX-5 rappresenta l’essenza di Mazda, quella “Mazdaness” che è patrimonio di tutte le nostre automobili. A parlare è Nobuhiro Yamamoto, uno che ha dedicato alla propria azienda 42 dei 60 anni della propria vita, spendendone 20 per la MX-5, gli ultimi 8 per lo sviluppo della ND, sigla di progetto della quarta generazione del roadster di casa. «Il mio lavoro non è finito quando il prodotto è finito – dice l’ingegnere giapponese – perché va al cliente e cresce con cliente. E questo è il cuore del mio lavoro».

OmniAuto.it: Nessuno meglio di lei sa dire che cosa rappresenti la MX-5, come si sia sviluppata e perché per questa generazione si parla di ritorno alle radici. In che senso questa vettura lo fa?
Nobuhiro Yamamoto: Quando diciamo “ritorno alle radici” intendiamo i valori che MX-5 rappresenta per il cliente. Primo fra tutti il divertimento di guida. Il secondo punto è dare felicità, quel qualcosa in più rispetto a un normale mezzo di trasporto. Per chi la possiede, la MX-5 non è semplicemente uno strumento per andare dal punto A al punto B perché diventa parte della tua vita, quasi della tua famiglia, di quello che ti godi all’interno della tua sfera privata. Quindi, quando diciamo “ritorno alle radici” non intendiamo fare un roadster esattamente uguale alla NA (sigla di progetto della prima MX-5, ndr). Non è quello che vogliamo. Al contrario: vogliamo un prodotto contemporaneo che abbia il DNA della MX-5, il suo divertimento di guida, l’essenza di quello che MX-5 rappresenta per la vita delle persone.

OmniAuto.it: In quale senso la MX-5 è la pietra angolare dei valori di Mazda?
Nobuhiro Yamamoto: Quando parliamo di Mazda parliamo di una piccola compagnia e per fare in modo che sopravviva dobbiamo fare in modo che i suoi clienti si appassionino ad essa e che ogni Mazda dia piacere. Credo che in questo senso la MX-5 rappresenti quello che ogni Mazda deve essere: l’incarnazione di questo piacere e di questa passione, cioè i valori del brand per intero.

OmniAuto.it: Mazda è famosa non solo per la MX-5, ma anche per altri tipi di auto sportiva. E sto parlando di quelle a motore rotativo. Lei ne vede altre nel futuro di Mazda?
Nobuhiro Yamamoto: Al momento non produciamo auto con motore rotativo, ma lo sviluppo di questo tipo di propulsore sta continuando. Non posso dire quando avremo di nuovo un’auto con motore rotativo, ma posso dire che questa tecnologia è senza dubbio ancora importante per Mazda e stiamo lavorando per mantenerla anche per il futuro.

OmniAuto.it: Per il futuro le normative su consumi ed emissioni sono cruciali. Mazda finora ha fatto a meno dell’elettrificazione per ottemperarvi, ma nel futuro si dice che sarà indispensabile e questo vuol dire peso, ingombri… pensa che una macchina come la MX-5 sarà ancora possibile un domani?
Nobuhiro Yamamoto: Fortunatamente per noi la tecnologia Skyactiv è stata accettata molto bene dai nostri clienti e credo che il motivo è che torna all’essenza dell’ingegneria, ai suoi principi e alle sue domande fondamentali: come possiamo progettare idealmente un’automobile altamente efficiente? Il motore a combustione interna al momento offre un rendimento che non supera il 40% e stiamo lavorando per sfruttarne ancora meglio il lavoro. Noi sosteniamo che hanno ancora molte possibilità di migliorare la propria efficienza prima di ricorrere all’ibrido. In questo senso credo che la MX-5 indichi la via: compattezza, leggerezza, efficienza, prestazioni… tutto quello che noi chiamiamo “Mazdaness”.

OmniAuto.it: Parliamo allora di questa Mazdaness. Akio Toyoda ha detto: insieme a Mazda faremo automobili migliori, ma questo vuol dire anche che Mazda conta di fare auto migliori con Toyota. Che cosa può fare Toyota allora per Mazda? E non parlo di questioni industriali, che rappresentano comunque un vantaggio, ma di qualità progettuale.
Nobuhiro Yamamoto: Non sono il rappresentante della mia azienda, ma dalla mia posizione credo di potere dire che Toyota e Mazda guardino con la loro partnership ai loro rispettivi punti di forza e di debolezza per mettere insieme i primi e compensare i secondi. Per le normative sulle emissioni negli USA saranno necessari ibrido, elettrico e veicoli a zero emissioni. Noi non abbiamo queste tecnologie e dunque le possiamo prendere in prestito o acquistare da Toyota. Mazda invece ha i motori a combustione interna con la più alta efficienza, è per questo che Toyota afferma di rispettarci e questo potremo fornire loro. Ecco cosa intendo con colmare le debolezze di uno con i punti di forza dell’altro e viceversa.

OmniAuto.it: Negli ultimi tempi Mazda ha lavorato anche con i tecnici di Fiat Chrysler intorno al progetto della MX-5. Questo per voi ha rappresentato un vantaggio, un ostacolo o vi ha costretto a qualche compromesso?
Nobuhiro Yamamoto: Non siamo stati influenzati in alcun modo nel processo di sviluppo della MX-5, che abbiamo condotto portando avanti le nostre idee e i nostri modi. Quel che è vero è che FCA ci ha chiesto la piattaforma della nuova MX-5 per farne una vettura che noi produrremo ad Hiroshima. Questo per noi rappresenterà un’opportunità di business e di riduzione dei costi per l’effetto delle economie di scala.

OmniAuto.it: Mazda era famosa anche per alcune belle auto a trazione posteriore, per la quale avete una competenza riconosciuta. Possiamo aspettarci nel futuro Mazda auto come la Xedos?
Nobuhiro Yamamoto: Non lo so (ride)! Sono però molto contento che le persone si ricordino di queste macchine e ce le chiedano ancora. Vedo BMW e Mercedes a trazione anteriore e mi chiedo: che sta succedendo? Vedremo.

Scheda Versione

Mazda MX-5
Nome
MX-5
Anno
2015
Tipo
Normale
Segmento
sportive
Carrozzeria
Spider
Porte
2 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Interviste , Mazda , auto giapponesi


Listino Mazda MX-5

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.5L Skyactiv-G 131cv Evolve posteriore benzina 131 1.5 2 € 25.300

LISTINO

1.5L Skyactiv-G 131cv Exceed posteriore benzina 131 1.5 2 € 27.700

LISTINO

2.0L Skyactiv-G 160cv Exceed posteriore benzina 160 2 2 € 28.600

LISTINO

2.0L Skyactiv-G 160cv Sport posteriore benzina 160 2 2 € 29.950

LISTINO

 

Top