dalla Home

Novità

pubblicato il 18 giugno 2015

Peugeot 308 GTi, quella sportiva

La rivale francese della Golf diventa cattiva, con 250 o 270 CV e differenziale autobloccante

Peugeot 308 GTi, quella sportiva
Galleria fotografica - Peugeot 308 GTi Galleria fotografica - Peugeot 308 GTi
  • Peugeot 308 GTi  - anteprima 1
  • Peugeot 308 GTi  - anteprima 2
  • Peugeot 308 GTi  - anteprima 3
  • Peugeot 308 GTi  - anteprima 4
  • Peugeot 308 GTi  - anteprima 5
  • Peugeot 308 GTi  - anteprima 6

Se GTi dev’essere, che Goodwood sia! Ed è così che la Peugeot 308 GTi debutta in uno degli eventi più amati dagli appassionati di tutto il mondo. La passione, d’altronde, è proprio quella che ha portato a realizzare questa nuova sportiva francese da 250 CV e 270 CV a un paio d’anni dal prototipo 308 R Concept. Due livelli di potenza, dunque, per il motore 1.6 THP turbo benzina che ha già dato belle soddisfazioni ai possessori della piccola 208 GTi e della coupé RCZ, sviluppato dal reparto corse Peugeot Sport: una garanzia quando quello che conta è divertirsi alla guida di un’auto.

Di sospensioni “questi ne sanno”

Gli ingegneri del reparto motorsport del Leone ci sanno anche fare con gli assetti, e sulla Peugeot 308 GTi hanno lavorato sulla piattaforma EMP2 della Peugeot 308, con un setup che ha portato ad un abbassamento di 11 millimetri, carreggiate allargate (1,57 metri davanti e 1,554 dietro) e pneumatici differenziati per le due versioni: 225/40 su cerhi da 18” sulla GTi 250 CV e 235/35 su cerchi da 19” sulla GTi 270 CV . Le gomme di primo equipaggiamento sono Michelin Pilot Sport 3 e i freni a disco sulla variante con motore più potente hanno un diametro da 380 mm e pinze verniciate di rosso a 4 pistoncini fissi (i dischi posteriori sono da 268 mm.). A livello di sospensioni, davanti c’è uno pseudo-MacPherson e dietro un ponte torcente, con barre antirollio semi-cave. E la ciliegina sulla torta, sempre sula 308 GTi da 270 CV, è il differenziale autobloccante Torsen sull’avantreno, calibrato per lavorare in sintonia con la taratura dello sterzo elettrico e con il controllo elettronico di trazione e di stabilità.

Un 1.6 contro tanti 2.0, sempre turbo

Vediamo ora qualche dettaglio in più sul motore 1.6 turbo, il cuore pulsante di una sportiva che si butta nella mischia delle auto che gli inglesi chiamano hot hatches, nella categoria della Volkswagen Golf GTI, Seat Leon Cupra, Ford Focus ST, Alfa Romeo Giulietta QV, Opel Astra GTC OPC, Renault Megane RS, che sono quasi tutte 2.0 di cilindrata e turbo. Su entrambi i livelli di potenza della 308 GTi, la coppia massima è di 330 Nm a 1.900 giri, così come le emissioni di 139 g/km di CO2. C’è lo start&stop e il consumo dichiarato nel ciclo combinato è di 6 l/100 km. Il cambio è un manuale a 6 rapporti. La 308 GTi 270 CV ha inoltre il record nella categoria come rapporto peso/potenza: 4,46 kg/CV. Il tempo di accelerazione nello 0-100 km/h è di 6.2 secondi per la GTi 250 e 6.0 secondi per la GTi 270 CV. Su entrambe le versioni, la velocità massima è di 250 km/h. L’iniezione diretta di benzina ha una pressione di 200 bar e il rapporto di compressione è di 9.2:1, con pistoni in alluminio forgiato, supporti di banco rivestiti di polimero, spinotti rinforzati, bielle rinforzate. L’impianto di scarico è in acciaio progettato per resistere a temperature superiori ai 1.000°C, mentre per raffreddare il motore è stato sviluppato uno speciale sistema sovralimentato, alloggiato sotto il paraurti anteriore.

Un po’ di rosso qua e là

Come look esterno, la Peugeot 308 GTi si riconosce per i fari full LED, un nuovo radiatore verniciato di nero e con finitura nero lucido. La presa d’aria è incorniciata di rosso, colore tipico delle GTi, mentre sotto i paraurti ci sono due spoiler. In coda, il doppio terminale di scarico è inserito in una sede nero lucida. Fra le tinte disponibili c’è anche una versione bi-colore nera e rossa, oltre a scelte più tradizionali: rosso Ultimate Red, bianco perlescente, blu magnetico, nero, grigio Cumulus grigio non-metallic Hurricane Grey. All’interno è il caso di dire che c’è un fil rouge che si sviluppa un po’ in tutto l’abitacolo: rivestimenti, pannelli porta, leva del cambio e tappetini hanno tutti cuciture rosse. In alluminio, invece, è stato scelto per il pomello del cambio, per la pedaliera e per i battitacco. La GTi 270 ha i sedili a guscio rivestiti in Alcantara, mentre il volante è in pelle rossa traforata con logo GTi in basso e con un segno rosso per la posizione di centro. Non manca, ovviamente, il pulsante Sport sul tunnel centrale, che fa passare la strumentazione dal bianco al rosso, cambia la risposta dell’acceleratore e il suono di scarico.

Scheda Versione

Peugeot 308 GTi
Nome
308 GTi
Anno
2015
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Novità , Peugeot , auto europee


Top