dalla Home

Novità

pubblicato il 16 giugno 2015

Jaguar XJ restyling, ancora più ricca e connessa

L'ammiraglia inglese guadagna fari full LED, il 3.0 turbodiesel da 300 CV e il sofisticato infotainment InControl Touch Pro

Jaguar XJ restyling, ancora più ricca e connessa
Galleria fotografica - Jaguar XJ restyling 2015Galleria fotografica - Jaguar XJ restyling 2015
  • Jaguar XJ restyling 2015 - anteprima 1
  • Jaguar XJ restyling 2015 - anteprima 2
  • Jaguar XJ restyling 2015 - anteprima 3
  • Jaguar XJ restyling 2015 - anteprima 4
  • Jaguar XJ restyling 2015 - anteprima 5
  • Jaguar XJ restyling 2015 - anteprima 6

Con una concorrenza che prende il nome di Mercedes Classe S, Audi A8, Maserati Quattroporte e quello della nuova BMW Serie 7, la Jaguar XJ non può certo permettersi il lusso di riposare sugli allori, visto che nel segmento delle berline di lusso un anno corrisponde a una valanga di innovazioni tecniche e stilistiche. E' per questo che la Casa inglese si appresta ad aggiornare la sua ammiraglia annunciando la Jaguar XJ restyling (ufficialmente model year 2016), versione evoluta soprattutto nelle ricche dotazioni di bordo, nei sistemi di ausilio alla guida, nell'infotainment e nella connettività. In più c'è l'ultima evoluzione del motore 3.0 V6 turbodiesel da 300 CV e 700 Nm che riduce la CO2 del 6%. Nella maggioranza dei mercati la Jaguar XJ MY16 sarà in vendita a partire dal prossimo autunno.

Occhi full LED

Da fuori la Jaguar XJ restyling si riconosce per la griglia anteriore più alta e più larga abbinata a nuove prese d'aria che sagomano in maniera inedita il paraurti anteriore. A questo si aggiungono i fari anteriori full LED con luci diurne a LED sagomate a doppia J. lo stesso disegno proposto anche dai gruppi ottici posteriori. Anche in coda ci sono delle novità: si parte dal nuovo paraurti con scivolo inferiore in nero lucido, inserto cromato e terminali di scarico ovali. All'interno troviamo invece le ricche finiture Portfolio della serie precedente trasformate in allestimento di serie della versione Premium Luxury e il nuovo pacchetto Portfolio composto da sellerie con cuciture a rombi, poggiatesta ricamati e inserti di ebano. Del tutto nuovo sulla Jaguar XJ restyling è l'allestimento Autobiography destinato alla versione a passo lungo che si distingue per le cromature al frontale, i cerchi da 20" Mataiva, le finiture in radica di quercia e i sedili con cuciture a contrasto. Altra novità è la Jaguar XJ R-Sport che si aggiunge alle versioni Luxury, Premium Luxury, Portfolio, XJR e Autobiography che punta sulla sportività dei dettagli in nero lucido e dei cerchi da 20" Venom.

Il 3.0 turbodiesel diventa Euro 6 e sale a 300 CV

La gamma motori della Jaguar XJ 2016, tutti abbinati al cambio automatico e alla trazione posteriore, comprende il 3.0 V6 turbodiesel da 300 CV, il 2.0 benzina da 240 CV, il 3.0 V6 benzina da 340 CV e il 5.0 V8 benzina con potenze di 470, 510 e 550 CV, l'unico che può avere la trazione integrale. Grande attenzione è stata riservata all'affinamento del motore 3.0 V6 turbodiesel, unità Euro 6 che passa dai precedenti 275 CV a 300 CV e che riduce le emissioni di CO2 da 159 a 149 g/km. Le modifiche agli iniettori, al turbocompressore parallelo-sequenziale e alla pompa dell'acqua disattivabile fa crescere anche la coppia massima da 600 a 700 Nm, con un'accelerazione da 0 a 100 km/h in appena 6,2 secondi, una velocità massima di 250 km/h e 5,7 l/100 km. A seconda dei motori viene utilizzato una specifica variante del cambio automatico 8HP della ZF, ottimizzato per prestazioni ed efficienza. Il servosterzo elettrico EPAS è un'altra novità importante della XJ restyling che migliora la risposta del volante, la precisione di guida e l'efficienza del sistema.

Elettronica a tutto campo

Tante novità anche sul fronte delle dotazioni di bordo, quello su cui ormai si gioca una delle partite più importanti nel mondo dell'automobile. La Jaguar XJ restyling mette in campo il suo sistema di infotainment più evoluto, quell'InControl Touch Pro che sfrutta un processore quad-core Intel, un'unità a stato solido da 60 GB, rete Wi-Fi, schermo touch con funzionalità "pinch to zoom" e navigatore visualizzabile nello schermo TFT della strumentazione configurabile. Fra le altre opzioni disponibili sulla rinnovata XJ ci sono anche il sistema audio Meridian Reference da 1.300 watt e 26 altoparlanti, schermi posteriori da 10,2" e connettività con gli smartphone che arriva a sfruttare le InControl Remote Apps per fornire dati a distanza su autonomia, chiusura centralizzata e posizione del parcheggio. Gli ausili alla guida comprendono per la prima volta la tecnologia All-Surface Progress Control (ASPC) per muoversi in sicurezza a bassa velocità su fondi innevati o ghiacciati, il riconoscimento della segnaletica stradale, il cruise control adattivo con assistenza alle code, rilevamento angolo cieco, parcheggio semiautomatico e rilevamento traffico in retromarcia.

Scegli Versione

Autore:

Tag: Novità , Jaguar , auto inglesi


Top