dalla Home

Curiosità

pubblicato il 12 giugno 2015

Il taxi del futuro? Si progetta a Roma questo week end

Al via la TaxiHack, la prima maratona di programmazione per innovare il servizio

Il taxi del futuro? Si progetta a Roma questo week end

Chi ha detto che i taxi non sono al passo con la tecnologia? In particolare con gli smartphone? Nei giorni in cui si parla tanto del blocco di Uber Pop, la app di Uber che trasforma qualsiasi automobilista in autista, URI (l’Unione dei Radiotaxi Italiani) ha organizzato a Roma, in collaborazione con Codemotion, il primo TaxiHack, una maratona di programmazione dedicata all’innovazione del servizio taxi patrocinato dal Comune di Roma. Decine e decine di sviluppatori, designer e maker dovranno “hackerare” non soltanto l’app IT Taxi, ma anche una vera auto bianca. Come? Attraverso l’uso di sensori in grado di rilevare informazioni dall’auto e dall’ambiente urbano, tessuti smart per i sedili che possano segnalare situazioni di pericolo, come malori o colpi di sonno, e molto altro. In palio ci sono diversi premi. “E’ solo nel rispetto delle regole che si possono tutelare tassisti e consumatori e offrire un contributo concreto per innovare il settore. La nostra volontà è rispondere così a un’esigenza comune non solo dei clienti, ma anche dei conducenti delle vetture bianche, che vogliono sentirsi i veri protagonisti dell'evoluzione del servizio”, ha commentato Loreno Bittarelli, promotore di TaxiHack in qualità di Presidente di URI e della Cooperativa Radiotaxi 3570. Il riferimento indiretto è ovviamente ad Uber, una vicenda ancora aperta che aspetta dal legislatore una regolamentazione.

Due giorni per creare il taxi e la app del futuro

In questi due giorni l'attenzione dei developer chiamati alla sfida da Codemotion, una tra le maggiori conferenze tecniche per sviluppatori in Europa, sarà concentrata in particolare su IT Taxi, l’app di URI che mette in contatto tassisti e clienti in tutta Italia (oltre 12mila autobianche). Dovranno trovare il modo di innovarla garantendo agli utenti soluzioni sempre più smart per agevolare gli spostamenti in città e tra diversi centri. Gli obiettivi principali sono: migliorare la fruizione del servizio per i disabili; implementare i sistemi di prenotazione e introdurre nuove soluzioni per facilitare la fase del pagamento.

L’iscrizione e i premi in palio

Si inizia sabato 13 giugno e si finisce la sera di domenica 14, presso la Sala Multimediale della Cooperativa Radiotaxi 3570. Le registrazioni sono aperte fino alle ore 10:30 di sabato su Eventbrite, con una quota di iscrizione di 10 euro. Il primo premio prevede 1.000 euro in buoni acquisto Amazon e altrettanti in buoni corse IT Taxi, validi in tutta Italia; il secondo ed il terzo hanno la stessa composizione ma ammontano rispettivamente ad un totale di 1.400 euro e 1.000 euro. In palio ci sono anche altri premi, come quelli di Stamplay (al primo classificato: 9 mesi gratis premium + webinar + review architetturale per un valore di 1.200 euro) o il premio speciale “Hack’A’Taxi: Roma Makers” (a tutti i membri del gruppo vincitore una tessera da 40 crediti/macchina da spendere presso il proprio FabLab o uno dei corsi di elettronica).

Autore:

Tag: Curiosità , taxi


Top