dalla Home

Curiosità

pubblicato il 11 giugno 2015

ATS Wildtwelve by Torino Design, italica supercar

E’ ibrida plug-in con V12 biturbo, trazione integrale e costruzione in fibra di carbonio. Previsti 30 esemplari

ATS Wildtwelve by Torino Design, italica supercar
Galleria fotografica - ATS Wildtwelve by Torino DesignGalleria fotografica - ATS Wildtwelve by Torino Design
  • ATS Wildtwelve by Torino Design - anteprima 1
  • ATS Wildtwelve by Torino Design - anteprima 2
  • ATS Wildtwelve by Torino Design - anteprima 3
  • ATS Wildtwelve by Torino Design - anteprima 4
  • ATS Wildtwelve by Torino Design - anteprima 5
  • ATS Wildtwelve by Torino Design - anteprima 6

E' nata una nuova supercar italiana, o almeno dovrebbe: è la ATS Wildtwelve e le sue forme sono state create da Torino Design. Il condizionale è d'obbligo perché di progetti artigianali, semi-industriali e dalla vita molto breve ne abbiamo già visti fin troppi negli ultimi anni, ma l'idea di far rivivere lo storico marchio ATS (Automobili Turismo e Sport) è troppo ghiotta per l'appetito degli appassionati, soprattutto quelli che l'hanno appena vista debuttare a Torino al "Parco Valentino - Salone & Gran Premio". L'ATS Wildtwelve by Torino Design è una grintosa e bassa coupé con motore centrale V12 biturbo, telaio e carrozzeria in fibra di carbonio e trazione integrale. I 390 km/h annunciati danno un'idea delle prestazioni di questa nuovissima coupé italiana che pesa 1.450 kg e si è presentata in anteprima mondiale con una bella livrea blu e grigia.

Ai nostri lettori più attenti che ricordano altre proposte recenti con il marchio ATS diciamo che le precedenti Sport e 2500 GT perderanno l'utilizzo del marchio italiano, mentre il cambio di proprietà porterà l'azienda ad essere gestita da un gruppo lussemburghese. Le forme della ATS Wildtwelve sono state invece create dal Centro Stile di Torino Design composto da 14 disegnatori di diverse nazionalità e diretto da Giuliano Biasio. La Wildtwelve sarà prodotta in una serie limitata di 30 esemplari e oltre al motore V12 biturbo di 3,8 litri (un ricordo della B.Engineering Edonis? NdR) utilizza un sistema ibrido plug-in con altri due motori elettrici da 40 kW (54 CV) e un cambio automatico sequenziale a 9 marce. Nei programmi della nuova proprietà ATS c'è però dell'altro, visto che è già in fase di avanzata sperimentazione una vettura da competizione e sta sviluppando anche una sportiva rialzata in stile crossover.

Autore:

Tag: Curiosità , auto ibride , auto italiane


Top