dalla Home

Curiosità

pubblicato il 11 giugno 2015

Il pieno di benzina? Si paga con lo smartphone

TotalErg crea una partnership con Satispay, un “WhatsApp” tutto italiano per pagare col telefono

Il pieno di benzina? Si paga con lo smartphone

Un “tap” con il dito sullo schermo e via: fare il pieno al distributore non è mai stato così semplice. Da oggi, in 25 stazioni TotalErg di Milano, basterà scaricare l’applicazione Satispay sullo smartphone, digitare l’importo e inviare il denaro al gestore, che riceverà in automatico un bonifico. Oltre che a Milano, sono abilitate al pagamento con Satispay altre quattro stazioni a Como e due a Roma. E per tutti i clienti che proveranno questo servizio, fino ad agosto è previsto uno sconto di 10 euro sull’acquisto di carburante. Si tratta insomma di un sistema di pagamento alternativo al bancomat e alle carte di credito (che spesso nelle stazioni di servizio non funzionano) che sfrutta una piattaforma - Satispay - pensata e sviluppata da degli italiani (Alberto Dalmasso, Dario Brignone e Samuele Pinta) per diventare una sorta di Whatsapp dei pagamenti. Parliamo di un qualcosa di simiile ad una chat, quindi, in cui i messaggi sono le cifre che si possono inviare a tutti quei contatti in rubrica che hanno scaricato l’applicazione (ad esempio per raccogliere le quote di un regalo di compleanno, piuttosto che per pagare una cena tra amici o quelle spese che si fanno in comune durante una vacanza). Per la rete di distributori TotalErg, inoltre, l’accordo con Satispay permette di limitare l’utilizzo del contante nei suoi punti vendita, riducendo il rischio di furti e rapine.

Autore:

Tag: Curiosità , app , carburanti


Top