dalla Home

Attualità

pubblicato il 10 giugno 2015

Omicidio stradale, governo Renzi battuto due volte al Senato

In Aula la maggioranza ha votato ed ora si passa alla Camera

Omicidio stradale, governo Renzi battuto due volte al Senato

Il governo Renzi ha incassato un nuovo colpo al Senato dopo che ieri, in commissione Affari Costituzionali, il ddl sulla scuola è stato bocciato. E’ successo con il ddl sul nuovo reato di omicidio stradale. Nonostante il governo avesse espresso parere contrario su tre emendamenti (il 114, il 115 e il 117, anche se il 114 e il 115 sono uguali), l'Aula li ha approvati. A cambiare dovrebbero essere le norme riguardanti la nautica (che potrebbero essere cancellate), mentre resta confermato che chi guida in stato d’ebbrezza o sotto l’effetto di droghe e provoca un incidente mortale rischia il carcere fino a 18 anni.

Esclusa è anche l’estensione del reato di omicidio stradale a chi compie manovre pericolose, come passare con il semaforo rosso, guidare contromano o sorpassare in corrispondenza di un attraversamento pedonale. Inizialmente per queste ipotesi si parlava di carcere da 7 a 10 anni anche per chi non aveva assunto droghe o alcol. Maggiori dettagli usciranno nelle prossime ore.

Autore:

Tag: Attualità , codice della strada


Top