Test

pubblicato il 10 giugno 2015

Audi Q7, meno kg e più tecnologia [VIDEO]

Piena zeppa di dispositivi elettronici di ogni tipo, anticipa molte delle tecnologie delle prossime Audi

Galleria fotografica - Nuova Audi Q7Galleria fotografica - Nuova Audi Q7
  • Nuova Audi Q7 - anteprima 1
  • Nuova Audi Q7 - anteprima 2
  • Nuova Audi Q7 - anteprima 3
  • Nuova Audi Q7 - anteprima 4
  • Nuova Audi Q7 - anteprima 5
  • Nuova Audi Q7 - anteprima 6

In Italia ne vedremo poche, di Audi Q7. Spero di sbagliarmi, perché ciò significherebbe che l'economia del nostro Paese avrebbe ripreso a galoppare, ma stando così le cose è ben difficile che la nuova SUV dei Quattro Anelli possa ripetere l'exploit del 2006-2007-2008, quando fu consegnata, rispettivamente, a 4.361 - 5.429 - 3.221 clienti. Son passati pochi anni, eppure sembrano trascorse ere geologiche, automobilisticamente parlando: dal 2012 al 2014 c'è stato un vero e proprio tracollo per la Q7 (280, 235 e 209 unità vendute, nell'ordine) e per tutte le auto paragonabili per prezzo e cilindrata. Le cause? Due, fondamentalmente: la crisi economica dalla quale non ci siamo ancora ripresi e la caccia portata avanti dal Governo Monti verso gli evasori fiscali. Fattori pesanti, ai quali si è aggiunto l'inevitabile invecchiamento della vettura. Visto che però il mercato dell'Audi è il mondo, ecco l'erede della Q7, le cui "terre promesse" si chiamano Cina e USA. Un prodotto riprogettato, che pesa fino a 325 kg in meno del vecchio modello (il numero varia in base a motorizzazioni e allestimenti), ma soprattutto carico di tecnologie di ogni tipo. Nella speranza che anche in Italia si possa fare meglio.

Più squadrata e leggermente più compatta

Anche se 4 cm più corta del vecchio modello, la Q7 resta una SUV king size, con i suoi oltre 5 metri di lunghezza, 1,97 di larghezza e 1,74 di altezza. Una stazza notevole, che non fa nulla per nascondersi: rispetto al passato, infatti, le fiancate più verticali e il tetto che rimane (quasi) parallelo al suolo anche nella zona del terzo montante mi fanno percepire tutti i cm di carrozzeria al primo colpo d'occhio. Ne guadagna lo spazio interno, ci rimette un po' lo slancio del design. Poco male: ai cinesi e agli americani le Sport Utility piacciono grandi e massicce.

Benvenuti a bordo, dove spazio, tecnologia e qualità convivono

La SUV di Ingolstadt è però molto più ampia dentro rispetto al modello precedente, grazie alle fiancate "verticali" che regalano più spazio. Risultato: cinque adulti viaggiano in prima classe e i due della terza fila possono contare su sedili veri e non sui classici strapuntini. Ancora, il bagagliaio non solo passa da 775 (5 posti)/2.035 litri (2 posti) a 890/2.075, ma ha anche una soglia di carico più bassa di 5 cm, per la massima facilità di carico. Detto dell' "hardware", ciò che lascia a bocca aperta della Q7 è la tecnologia: i dispositivi ai limiti della fantascienza si sprecano. In ordine sparso: cruise control adattivo con assistente per la guida in colonna, allerta per il traffico trasversale posteriore (quando si fa la retro e si rischia di non vedere altre auto o bici passanti), assistenza predittiva all'efficienza (in pratica consiglia velocità e marcia in base a come sarà la strada), parcheggio automatico, assistente per il rimorchio (le manovre vengono effettuate in automatico)... Non è da meno l'infotainment: innanzitutto, con il navigatore MMI le cartine sono state sostituite da mappe di Google Earth, poi ci sono l'Audi Phone Box con piastra per la ricarica induttiva (senza cavo) degli smartphone, l'Audi Virtual Cockpit, i comandi vocali naturali e moltissimo altro ancora, ovviamente non tutto di serie. Ok, molte di queste soluzioni non sono novità assolute, ma qui non ne manca nemmeno una.

Da SUV autentica a "station wagon" rialzata

Su strada, la nuova Q7 conferma le aspettative: una vettura tanto grande non può essere sportiva e infatti la tedesca non lo è. Quando si seleziona la modalità Dynamic dell'Audi Drive Select le risposte del motore si fanno più pronte, il regime di cambiata viene spostato in alto e le sospensioni pneumatiche (se presenti) si irrigidiscono. Così settata, non si direbbe di essere al volante di un'auto da oltre 2 tonnellate, ma la sportività resta comunque un'altra cosa. Qui, ciò che conta è il comfort e da questo punto di vista è difficile trovare di meglio (anche tra le berline e le station wagon), sia dal punto di vista dell'insonorizzazione, sia da quello dell'assorbimento delle asperità. A qualsiasi velocità - o meglio, fino ai 120 km/h concessi dalle strade svizzere - e su ogni tipo di fondo, si ha come la sensazione di essere sospesi su una bolla d'aria, in cui nulla è in grado di disturbare la quiete a bordo. I motori? Entrambi fanno della morbidezza il proprio motivo di vanto: ricchi di coppia praticamente da subito, non disdegnano anche gli alti regimi, che nel caso del diesel significa 4.000 giri e in quello del benzina 6.000. Come per il comportamento in curva, però, non si possono pretendere risposte fulminee: il peso, per quanto ridotto, resta elevato.

Prezzi da 65.900 euro, consegne appena cominciate

I prezzi? Dato il livello tecnologico, non possono che essere elevati: si parte da 69.000 euro per la 3.0 TFSI da 333 CV, da 65.900 per la 3.0 TDI da 272. Se si compra una Q7, però, non ci si può accontentare; Audi propone dunque due versioni più ricche: la Business (2.770 euro) che fra gli altri comprende: Audi Phone box; Audi virtual cockpit; Climatizzatore automatico comfort a 4 zone; Sistema di ausilio al parcheggio plus; Telecamera per retromarcia posteriore. Ancora più completa la Business Plus (6.230 euro) che aggiunge cerchi in alluminio con pneumatici 255/55 R19, regolazione elettrica sedili anteriori; rivestimento in pelle Cricket.

Scheda Versione

Audi Q7
Nome
Q7
Anno
2015
Tipo
Premium
Segmento
lusso
Carrozzeria
SUV e Crossover
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Audi , auto europee


Listino Audi Q7

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
3.0 TDI 218cv ultra quattro tiptronic 4x4 diesel 218 3.0 5 € 61.600

LISTINO

3.0 TDI 218cv ultra quattro tiptronic Business 4x4 diesel 218 3.0 5 € 66.700

LISTINO

3.0 TDI 272cv quattro tiptronic 4x4 diesel 272 3.0 5 € 66.750

LISTINO

3.0 TDI 272cv quattro tiptronic Business 4x4 diesel 272 3.0 5 € 69.520

LISTINO

3.0 TFSI 333cv quattro tiptronic 4x4 benzina 333 3.0 5 € 69.900

LISTINO

3.0 TDI 218cv ultra quattro tiptronic Business plus 4x4 diesel 218 3.0 5 € 70.100

LISTINO

3.0 TFSI 333cv quattro tiptronic Business 4x4 benzina 333 3.0 5 € 72.670

LISTINO

3.0 TDI 272cv quattro tiptronic Business plus 4x4 diesel 272 3.0 5 € 72.980

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Vai allo speciale
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 55
  •  - Salone di Parigi 2016 -
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 38
  • Salone di Parigi 2016, le ragazze - Salone di Parigi 2016 - 44
Vai al Salone Salone di Parigi 2016
 
Top