dalla Home

Attualità

pubblicato il 5 giugno 2015

Car sharing, a Milano arriva quello "equo e solidale"

Si chama Share'ngo, utilizza veicoli 100% elettrici e costa meno per anziani, donne e studenti

Car sharing, a Milano arriva quello "equo e solidale"
Galleria fotografica - Car sharing, Share'ngoGalleria fotografica - Car sharing, Share'ngo
  • Car sharing, Share\'ngo - anteprima 1
  • Car sharing, Share\'ngo - anteprima 2
  • Car sharing, Share\'ngo - anteprima 3
  • Car sharing, Share\'ngo - anteprima 4
  • Car sharing, Share\'ngo - anteprima 5
  • Car sharing, Share\'ngo - anteprima 6

Dici car sharing, pensi a car2go e ad Enjoy. Ci sono però anche altre realtà, accanto alle due più famose dei Gruppi Daimler-Benz e FCA; alcune magari sono anche nate prima, altre offrono prodotti diversi e complementari. Tra le formule più interessanti di condivisione dell'auto c'è senza dubbio il servizio Share'ngo di Milano, che si propone di promuovere una mobilità pulita - dal momento che sfrutta solo vetture 100% elettriche (quadricicli) - e, soprattutto, equa. Come? Per gli studenti e i pensionati meritevoli (ovvero quelli che si impegnano in qualche forma di volontariato), per esempio, sono previste tariffe specifiche ed agevolate. Davvero lodevole inoltre l'iniziativa presa in favore delle donne, per le quali il servizio sarà gratuito negli orari notturni.

Una questione di sicurezza femminile

I mezzi pubblici milanesi funzionano, e bene (escluse alcune zone molto limitate), ma fino a mezzanotte, l'una se siete fortunati. Dopo quell'ora ci si può muovere in taxi, ma il costo non è certo alla portata di tutte le tasche. Cosa resta, dunque? La bicicletta, oppure andare a piedi: soluzioni poco rassicuranti, specialmente per il gentil sesso. Questo fino al 15 giugno: da quella data in poi, le donne potranno usufruire di Share'ngo in modo completamente gratuito dall'una di notte alle sei del mattino, ovviamente all'interno del perimetro cittadino. Non si tratta certo della soluzione ai problemi di violenza sulle donne, ma rappresenta un freno ai pedinamenti da parte di sconosciuti o di ex-fidanzati stalker.

Cento auto che potrebbero diventare 1.000

La flotta Share'ngo si compone inizialmente di circa 100 veicoli ZD, ovvero quadricicli elettrici a due posti con 120 km di autonomia, 300 litri di bagagliaio, vetri elettrici e condizionatore. L'auspicio della CS Group è di portarne il numero fino a 1.000, ma tutto dipenderà ovviamente dal gradimento dei cittadini. Il servizio prevede il pagamento di una tariffa - tutto compreso­ - che varia in base all'utilizzo effettivo della vettura (quella base è di 28 centesimi di euro al minuto). Inoltre, iscrivendosi entro il 14 giugno, si pagano solo 10 euro e si ha diritto a 500 minuti di utilizzo sfruttabili entro fine 2015, per un massimo di 3 ore nel singolo giorno. Tutti i dettagli sulle tariffe li analizzeremo dopo il via di lunedì 15.

Autore: Adriano Tosi

Tag: Attualità , car sharing , milano


Top