dalla Home

Test

pubblicato il 3 giugno 2015

Opel Karl, la prova della citycar "connessa"

Rispetto alla Adam, la nuova citycar della Opel è più pratica e spaziosa, con prezzi che partono da 9.900 euro

Opel Karl, la prova della citycar "connessa"
Galleria fotografica - Opel KarlGalleria fotografica - Opel Karl
  • Opel Karl - anteprima 1
  • Opel Karl - anteprima 2
  • Opel Karl - anteprima 3
  • Opel Karl - anteprima 4
  • Opel Karl - anteprima 5
  • Opel Karl - anteprima 6

Se è vero che le Case stanno registrando flessioni nelle vendite delle cosiddette compatte di segmento C, in favore di SUV e Crossover, è anche vero che citycar e utilitarie stanno mantenendo alto l'interesse dei clienti, perché in città sono ancora le più pratiche da usare. Oggi sono venuto ad Amsterdam per vedere se la Opel Karl, presentata allo scorso Salone di Ginevra, fa al caso dei molti che hanno bisogno di una soluzione concreta per la mobilità urbana. Le aspettative sono alte perchè le ultime auto del marchio tedesco hanno dimostrato di essere al livello degli altri marchi connazionali e della proverbiale qualità made in Germany.

Una citycar a tutto tondo

La linea della Karl é semplice, squadrata, ma è impreziosita da dettagli sulla fiancata che la rendono più bella da vedere e più ricercata nelle linee. Al posteriore si nota come siano stati ripresi i gruppi ottici pronunciati e scolpiti, cifra stilistica già vista ad esempio su Corsa e Adam, che danno l'idea di guardare un'auto molto studiata anche nel design. Entrando mi accorgo di essermi un po' illuso immaginando gli interni della Karl: la plancia é sì ben rifinita, con assemblaggi curati che non lasciano spazio a fastidiosi “giochi” o scricchiolii, ma le plastiche rigide che si ritrovano un po’ ovunque nell’abitacolo non sono il massimo, anche se restano in linea con ciò che offre la concorrenza. I sedili sono comodi e la seduta é verticale, la visibilità è discreta al posteriore è limitata perchè il lunotto è piccolo ed è di poco aiuto nei parcheggi. La forma regolare della carrozzeria permette ai passeggeri di entrare e uscire facilmente ma dietro lo spazio è poco, sia nei sedili posteriori che nel bagagliaio dove viene il dubbio che la spesa della settimana non possa trovare spazio. Stiamo comunque parlando di una macchina lunga 3 metri e 68. Nel complesso comunque la Karl dà l’idea di essere un’auto ben fatta e anche nella guida si ha sempre la sensazione di avere il mezzo sotto controllo, grazie alle sospensioni che assorbono bene le asperità. Il modello che ho provato aveva i cerchi da 16 pollici ed era un po’ rigido, soprattutto sui ciottolati, quelli più piccoli garantiscono un livello maggiore di comfort e forse si addicono meglio alle dissestate strade italiche.

Motori, qui non c'è imbarazzo della scelta

Il motore è solo uno: il 1.0 Ecotec a tre cilindri da 75 CV che sviluppa 95 Nm di coppia e garantisce ottima elasticità ai bassi regimi uniti a consumi contenuti. Ai semafori non immaginatevi grandi accelerazioni ma ai bassi non spinge male grazie ad una rapportatura corta (capita spesso di usare la quinta anche in città); il cambio é un manuale a cinque marce e lavora bene anche se lo avrei preferito un po’ più fluido nelle cambiate. Per ora non è previsto il cambio automatico, anche se dalla Opel hanno comunicato che potrebbe arrivare nei prossimi mesi. Il pedale della frizione permette di non affaticare troppo il piede, pure nel traffico intenso, anche se stacca alto e questo per qualcuno può essere un difetto, ma io - che sono più alto della media - l’ho trovato ben modulabile pure mettendolo a dura prova. Durante i nostri test, i consumi sono stati in linea con quanto dichiarato dalla Casa (4,3 l/100 Km) contro i nostri 5,5 l/100 Km in città, in autostrada si sale fino a 7 l/100 Km che è un risultato valido considerato il piccolo motore e l’assenza di un’ultima marcia lunga. Tra l’altro i consumi variano molto in base allo stile di guida, perciò bisogna cercare di tenere il piede leggero per evitare di fare troppo spesso visita al benzinaio. Infine, quando viaggiate a pieno carico (con quattro passeggeri o con un carico particolarmente pesante), dato il piccolo motore, potreste avvertire la mancanza di potenza e questo può essere un difetto se avete a che fare spesso con saliscendi o se vi capita di viaggiare a pieno carico.

Tecnologia e connettività

Ormai sulle auto è d’obbligo un infotainment all’altezza dei nostri avanzatissimi smartphone. Allora come rendere economicamente abbordabile un sistema moderno e sempre aggiornato? Semplice: usando lo smartphone stesso. Non è una novità e già da molto se ne sente parlare ma ora è possibile usare questa tecnologia anche su un’auto di questa categoria. In questo caso si chiama Intellilink ed è in grado in interfacciarsi con i cellulari Android e Apple tramite Android Auto e Apple CarPlay. Nel mio giro di prova ho usato molto le mappe (che sono le stesse installate di default sui dispositivi della mela morsicata) e funzionano bene: si naviga facilmente tra i vari menu e anche il fatto di averle sempre aggiornate tramite la connessione internet è un vantaggio non da poco. La vera novità pero si chiama Opel OnStar, sarà disponibile sulla Karl dal 2016 e permetterà di essere collegati sempre ad una rete di assistenza dal vivo 24/24h e 365 giorni all'anno per qualsiasi genere di emergenza, gli assistenti riescono a sapere dalla centrale operativa quando avviene un incidente e chiamare i soccorsi anche nel malaugurato caso in cui gli occupanti dell'auto non riescano a farlo da sè. 

Prezzi e dotazioni

Le versioni della Karl sono tre: Karl, N-joy e Cosmo. La prima è la entry level e, grazie alla dotazione di serie limitata, promette di essere "tutta sostanza" ad un prezzo di listino di 9.900 euro. N-Joy sarà l'allestimento più venduto probabilmente, parte da 11.600 euro e avrà qualche dotazione in più di serie come gli alzacristalli elettrici anteriori, il clima manuale, sedile di guida regolabile e radio con bluetooth, AUX e USB. Fino alla versione Cosmo super accessoriata dedicata ai più esigenti: cerchi da 16 pollici, clima automatico, avvisatore acustico di abbandono della corsia ad un prezzo poco superiore ai 13 mila euro.

Scheda Versione

Opel Karl
Nome
Karl
Anno
2015
Tipo
Normale
Segmento
citycar
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Alessio Frassinetti

Tag: Test , Opel , auto europee


Listino Opel Karl

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.0 75cv MT5 anteriore benzina 75 1 4 € 10.050

LISTINO

1.0 75cv n-Joy Start&Stop MT5 anteriore benzina 75 1 4 € 12.100

LISTINO

1.0 75cv n-Joy MTA anteriore benzina 75 1 4 € 12.400

LISTINO

1.0 73cv GPL n-Joy MT5 anteriore GPL 73 1 4 € 13.300

LISTINO

1.0 75cv MT5 Cosmo anteriore benzina 75 1 5 € 13.350

LISTINO

1.0 75cv MT5 Innovation anteriore benzina 75 1 5 € 13.400

LISTINO

1.0 75cv MT5 Cosmo anteriore benzina 75 1 5 € 13.650

LISTINO

1.0 75cv S&S MT5 Innovation anteriore benzina 75 1 5 € 13.700

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top