dalla Home

Attualità

pubblicato il 3 giugno 2015

Omicidio stradale, il governo preme

Il sottosegretario alla Giustizia Cosimo Ferri chiede di "fare presto"

Omicidio stradale, il governo preme

Sull'omicidio stradale "si deve fare presto”. Ne è convinto il sottosegretario alla Giustizia, Cosimo Ferri, secondo cui questo nuovo reato, che aspetta il via libera definitivo dall'Aula, "è un segnale forte di fronte a un fenomeno drammatico e che tra l'altro oggi porta tante vittime innocenti per comportamenti degli automobilisti". "Quello che leggiamo purtroppo sui giornali, e anche negli ultimi giorni, cioè i fatti di cronaca, ci lasciano davvero senza parole e devono indurci a fare presto - ha detto -. C’è chi si mette alla guida senza pensare a quale può essere l'effetto di una violazione del codice della strada".

Come ricorderete il nuovo reato prevede il carcere fino a 18 anni per chi provoca un incidente mortale dopo essersi messo alla guida sotto l'effetto di alcol o droghe e da 7 a 10 anni di carcere per chi uccide qualcuno compiendo manovre pericolose. E' stato invece cancellato dal testo, durante l'esame in Senato, l'ergastolo della patente, perché ritenuto incostituzionale. Una data per la discussione in Aula però ancora non c'è.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , codice della strada , sicurezza stradale


Top