dalla Home

Mercato

pubblicato il 27 maggio 2015

Lamborghini, “SI” al super SUV che crea 500 posti di lavoro

A Palazzo Chigi è stato firmato il protocollo d’intesa fra Governo, Emilia Romagna e Audi AG. La produzione inizierà nel 2018

Lamborghini, “SI” al super SUV che crea 500 posti di lavoro
Galleria fotografica - Renzi incontra i vertici Lamborghini e AudiGalleria fotografica - Renzi incontra i vertici Lamborghini e Audi
  • Renzi incontra i vertici Lamborghini e Audi - anteprima 1
  • Renzi incontra i vertici Lamborghini e Audi - anteprima 2
  • Renzi incontra i vertici Lamborghini e Audi - anteprima 3
  • Renzi incontra i vertici Lamborghini e Audi - anteprima 4
  • Renzi incontra i vertici Lamborghini e Audi - anteprima 5
  • Renzi incontra i vertici Lamborghini e Audi - anteprima 6

Il nuovo SUV Lamborghini, il cosiddetto “terzo modello” del Toro, non ha ancora un nome definitivo (Urus è quello del prototipo), ma il luogo di nascita sì: Sant’Agata Bolognese, Italia. L'annuncio, previsto da alcuni giorni, è stato ufficializzato quest'oggi a Palazzo Chigi con tanto di benedizione da parte del Premier Matteo Renzi oltre che del Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi, che ha celebrato insieme al top management del Gruppo Audi, la firma del protocollo d'intesa sul progetto industriale. I numeri: 500 posti di lavoro e circa 800 milioni di euro di investimenti a cui si sommeranno i benefici indiretti su indotto e territorio.

Il raddoppio Lamborghini

L’impianto di Sant’Agata Bolognese sarà interessato nei prossimi mesi da un raddoppio della superficie produttiva da 80 a 150 mila metri quadri, fra linee di assemblaggio, magazzino e ampliamento dei reparti di ricerca e sviluppo. Il nuovo SUV, infatti, dovrebbe conquistare ogni anno 3.000 clienti nel mondo, consentendo al costruttore emiliano di moltiplicare per due le proprie vendite. In tal senso Lamborghini punta dichiaratamente a rubare clienti agli marchi premium (leggi Land Rover, BMW nonchè quelli di famiglia come Porsche e Bentley) e di conquistare per la prima volta delle "famiglie". Le vendite cominceranno nel 2018 e i mercati d’elezione saranno, al solito, Stati Uniti, Cina, Medio Oriente, Gran Bretagna e Russia.

Trattativa a 5

Il progetto industriale è il frutto dell'accordo raggiunto tra il Gruppo Volkswagen con Audi AG in qualità di azionista di Lamborghini, del Ministero dello Sviluppo Economico, Invitalia (Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa), la Regione Emilia Romagna, le organizzazioni sindacali e tutto il team Lamborghini. La trattativa è stata lunga, ma la soddisfazione di queste ore è grande per tutti. Il Governo incassa un "merito politico" sul tema occupazionale, tanto da spingere Renzi durante il suo intervento in conferenza stampa a definire quello dell’auto “un settore che sta ripartendo e che può offrire grandi opportunità di sviluppo per il paese”. Lamborghini e Audi AG, riescono a preservare l'italianità produttiva oltre che concettuale di un'auto "Made in Italy" per definizione. L'Emilia Romagna, infine, si conferma non solo "Terra di Motori", ma anche territorio in grado di attirare gli investimenti stranieri che valorizzano le competenze locali.

Seguono le dichiarazioni ufficiali del top management Lamborghini e Audi Group:
Stephan Winkelmann, Presidente e AD di Lamborghini: “Siamo orgogliosi di poter dare a Lamborghini un terzo modello, che segnerà una crescita stabile e sostenibile dell’Azienda e ne decreterà una svolta epocale”. Ha inoltre aggiunto: “Il nuovo SUV si farà a Sant’Agata: questo dimostra tutto il nostro impegno a salvaguardare il valore del Made in Italy nel mondo”.
Rupert Stadler, Amministratore Delegato di Audi AG, ha dichiarato: “Lamborghini, Italdesign Giugiaro e Ducati hanno ottenuto grandi risultati sotto la gestione Audi, pur mantenendo intatta la loro identità italiana. Con la decisione di produrre il SUV Lamborghini a Sant’Agata Bolognese, abbiamo dato prova ancora una volta del grande impegno che portiamo in Italia, consapevoli del fatto che si tratta di un Paese con un’industria automobilistica di grande importanza”.
Luca De Meo, membro del Board per le Vendite e il Marketing di Audi AG, ha commentato: “Lamborghini oggi rappresenta uno dei marchi più esclusivi al mondo. Audi è molto orgogliosa delle società italiane che fanno parte del suo gruppo. Sono felice di questo risultato importante, non solo per Lamborghini ma anche per l’Italia. Un ringraziamento al Governo per avere sostenuto il progetto e aiutato affinché si potesse realizzare tutto questo”.

Galleria fotografica - Lamborghini UrusGalleria fotografica - Lamborghini Urus
  • Lamborghini Urus - anteprima 1
  • Lamborghini Urus - anteprima 2
  • Lamborghini Urus - anteprima 3
  • Lamborghini Urus - anteprima 4
  • Lamborghini Urus - anteprima 5
  • Lamborghini Urus - anteprima 6

Scheda Versione

Lamborghini Urus
Nome
Urus
Anno
2018
Tipo
Extralusso
Segmento
lusso
Carrozzeria
SUV e Crossover
Porte
5 porte
Motore
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Mercato , Lamborghini , auto italiane


Top