dalla Home

Tecnica

pubblicato il 28 maggio 2015

Brembo, le pastiglie saranno "in cemento"

Il progetto è in collaborazione con Italcementi ed è stato finanziato dal programma Life della Comunità europea

Brembo, le pastiglie saranno "in cemento"
Galleria fotografica - Brembo, freni a discoGalleria fotografica - Brembo, freni a disco
  • Brembo, freni a disco - anteprima 1
  • Brembo, freni a disco - anteprima 2
  • Brembo, freni a disco - anteprima 3
  • Brembo, freni a disco - anteprima 4
  • Brembo, freni a disco - anteprima 5
  • Brembo, freni a disco - anteprima 6

Chi segue il mondo dell’auto è ormai abituato a vedere collaborazioni tra aziende che, apparentemente, in comune hanno poco ma in questo caso si tratta di qualcosa di piuttosto insolito. A Stezzano Italcementi e Brembo stanno collaborando per creare pastiglie freno in pasta cementizia. Riccardo Cesarini, responsabile di Brembo Racing, lo ha detto ad OmniCorse.it: “Abbiamo lanciato un progetto molto interessante con l'Italcementi per la sostituzione delle canoniche resine. Credo che la collaborazione tra due marchi così diversi sia un bellissimo esempio di sinergia e di osmosi tecnologica generata all'interno del Parco scientifico di Stezzano dove risiede il quartier generale di Brembo e dove ha sede anche l'i-lab di Italcementi”. Il progetto di collaborazione tra i due leader del mercato, che ha coinvolto anche l’Istituto Mario Negri impegnato nella ricerca biomedica e sull'impatto degli inquinanti su ambiente e salute, si chiama “Cobra” ed è stato finanziato dal programma Life della Comunità europea.

L’obiettivo in questo caso è quello di fare passi avanti per lo sviluppo di materiali che non rilascino inquinanti nell’aria durante la frenata e la soluzione individuata con Italcementi sembra essere una soluzione valida, anche per quel che riguarda la produzione industriale con un ridotto consumo di acqua ed energia. Il responsabile ricerca avanzata e sviluppo di Brembo, Alessandro Ciotti, ha aggiunto “Sostituendo la resina fenolica, componente organico ad oggi maggiormente utilizzato nella produzione di pastiglie, con un materiale innovativo a base cementizia, si potranno ottenere diversi vantaggi in termini di minori risorse impiegate nelle fasi di lavorazione”. In questo caso però il processo di sviluppo avrà un percorso inedito passando dal prodotto alle corse e non viceversa come avviene di solito. I dischi con legante cementizio, in caso di esito positivo dei test, saranno impiegati nelle competizioni sportive, non tanto in F1, quanto nelle categorie dove non si usa il carbonio, ma il disco in ghisa.

Autore: Redazione

Tag: Tecnica , autoaccessori


Top