dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 27 maggio 2015

DS, torna il "tappeto volante" grazie all'elettromagnetismo

Il nuovo marchio francese potrebbe introdurre un'inedita tecnologia brevettata dalla Bose. Dalla Casa arriva un "no comment"

DS, torna il "tappeto volante" grazie all'elettromagnetismo
Galleria fotografica - I modelli Citroen e DS con le sospensioni idropneumaticheGalleria fotografica - I modelli Citroen e DS con le sospensioni idropneumatiche
  • I modelli Citroen e DS con le sospensioni idropneumatiche - anteprima 1
  • I modelli Citroen e DS con le sospensioni idropneumatiche - anteprima 2
  • I modelli Citroen e DS con le sospensioni idropneumatiche - anteprima 3
  • I modelli Citroen e DS con le sospensioni idropneumatiche - anteprima 4
  • I modelli Citroen e DS con le sospensioni idropneumatiche - anteprima 5
  • I modelli Citroen e DS con le sospensioni idropneumatiche - anteprima 6

Ve le ricordate le Citroen di una volta? Quelle che per decenni ci hanno lasciato a bocca aperta, mentre si alzavano e abbassavano grazie alle loro sospensioni idropneumatiche. Dal lancio della DS nel 1955, i modelli medio-grandi del Double Chevron hanno avuto questa caratteristica unica, che li faceva sembrare astronavi sospese a mezz'aria in un futuro fantastico, anche quando se ne stavano semplicemente parcheggiate sul vialetto del vicino di casa. Possiamo anticiparvi che le astronavi francesi stanno tornando, ma questa volta avranno sulla calandra il neonato marchio premium DS Automobiles e invece di sfere piene di olio e azoto utilizzeranno un'altra tecnologia, ancor più fantascientifica: l'elettromagnetismo.

Sospensioni elettromagnetiche, avete letto bene

Secondo una fonte vicina a PSA Peugeot Citroen, infatti, in futuro il marchio premium del gruppo francese DS Automobiles adotterà sulle sue auto un innovativo sistema di sospensioni elettromagnetiche ideato dall'azienda statunitense Bose, fino a oggi mai montato su un'auto di produzione. Il sistema – il cui sviluppo è cominciato nel 1980 – si chiama "Bose Suspension System" ed è composto di un motore elettromagnetico a ogni ruota, che tramite l'applicazione di energia elettrica è in grado di estendersi e comprimersi come un cuscino, con un funzionamento simile a quello dei treni a levitazione magnetica. Questa configurazione dovrebbe garantire un confort e una compostezza superiori a qualunque altra soluzione tecnica, anche quelle delle blasonate rivali tedesche con cui il marchio DS punta a competere: in un'auto che adotta le sospensioni elettromagnetiche, infatti, le ruote ed il corpo vettura non sono collegati fisicamente, ma si muovono reciprocamente grazie all'intercapedine magnetica. Le nuove auto DS, insomma, viaggeranno sospese come un tappeto volante, grazie a un genio che non arriva da un'antica lampada, ma dagli Stati Uniti. Altri vantaggi del Bose Suspension System dovrebbero essere la velocità e il ridotto consumo d'energia, inferiore a un terzo di quello di un climatizzatore: secondo Bose, il motore elettromagnetico risponde quasi istantaneamente alle sollecitazioni grazie a una serie di sensori e in fase di compressione è in grado di rigenerare energia, restituendola all'impianto dell'auto.

Arriveranno nel 2018 sull'ammiraglia DS

Nonostante i primi prototipi del Bose Suspension System abbiano ormai venticinque anni, fino a ora nessun costruttore automobilistico aveva deciso di utilizzare questa tecnologia per via dei costi elevati. Sembra però che PSA Peugeot Citroen abbia deciso di accettare la sfida: la nostra fonte riferisce che di recente il gruppo francese ha acquisito i diritti per l'utilizzo del Bose Suspension System e che sta sviluppando la tecnologia sui propri prototipi.
Il primo modello di produzione che adotterà l'innovativo sistema sarà probabilmente la futura ammiraglia DS, che secondo i piani della casa arriverà nel 2018. Le linee di questa nuova auto – che punta a competere con le blasonate rivali tedesche di Audi, BMW e Mercedes – saranno ispirate al concept Numero 9, presentato al Salone di Parigi 2012.

DS non conferma nè smentisce

Sentito sull'argomento, l'ufficio stampa europeo di Bose ha risposto con un "no comment" sui piani futuri dell'azienda. Qualche informazione in più è invece trapelata da un portavoce di DS Automobiles Italia, il quale ha dichiarato che la gamma DS punta ad avere un confort di riferimento nel mercato premium, per questo in futuro il marchio adotterà una tecnologia innovativa, che però non sarà l'idropneumatica attuale. Non proprio un'ammissione completa, insomma, ma un altro indizio che lascia le porte aperte a rivoluzioni importanti.

Bose suspension system

Il Bose suspension system usa la tecnologia elettromagnetica per permettere alle sospensioni di gestire i trasferimenti di carico nel modo migliore.

Scheda Versione

DS DS 5
Nome
DS 5
Anno
2011 (restyling del 2015)
Tipo
Premium
Segmento
medie
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Andrea Fiorello

Tag: Anticipazioni , DS , auto europee


Top