dalla Home

Curiosità

pubblicato il 25 maggio 2015

Dall’India arriva l’auto di legno, tutta fatta a mano

Nata dalla passione di un padre e di un figlio, è spinta da un motore Maruti di 800 cc che la fa arrivare a 130 km/h

Dall’India arriva l’auto di legno, tutta fatta a mano
Galleria fotografica - Auto di legno, Made in IndiaGalleria fotografica - Auto di legno, Made in India
  • Auto di legno, Made in India - anteprima 1
  • Auto di legno, Made in India - anteprima 2
  • Auto di legno, Made in India - anteprima 3
  • Auto di legno, Made in India - anteprima 4
  • Auto di legno, Made in India - anteprima 5
  • Auto di legno, Made in India - anteprima 6

Comprereste un’auto in legno? Non con finiture in radica, noce o ciliegio, non con una parte di carrozzeria in legno come le giardinette di una volta e nemmeno con il telaio in legno come le Morgan. Qua si tratta proprio di una vettura fatta interamente di legno, motore e organi meccanici a parte, si intende. L’hanno realizzata una coppia di indiani di Patiala, padre e figlio, impegnandosi dodici ore al giorno. Mohinder e Amandeep Singh, padre e figlio di 55 e 23 anni, l’hanno costruita interamente a mano, lavorando una per una centinaia di assi di legno di Teak e ricoprendole con diversi strati di smalto, per creare il giusto effetto visivo. E la cosa più bella è che tutto è iniziato per gioco, quando Mohinder ha chiesto a suo papà se fosse possibile costruire un’automobile partendo dal legno.

Evidentemente il concetto di personalizzazione inizia a farsi strada anche in un mercato non proprio evoluto come quello indiano, visto che i due sono stati spinti dal desiderio di realizzare qualcosa di unico. Il lavoro è stato svolto tutto in casa, dal momento che la coppia di artigiani amatoriali non aveva a disposizione nessun altro luogo. Tutto è iniziato da un propulsore funzionante, un Maruti da 800 cc a benzina, rimediato per pochi soldi, poi è iniziata la parte di ricerca dei materiali. L’auto di legno è talmente ben rifinita che può anche procedere sotto la pioggia, mentre il motore riesce a spingerla fino a circa 130 km/h. Ora i due indiani sono diventati delle piccole celebrità locali, vengono fermati nel traffico mentre la guidano, vengono interrogati circa l’origine della vettura e, soprattutto, gli viene chiesto di realizzarne altre, tanto che ora stanno pensando di creare una piccola produzione artigianale. Chissà cosa ne penserebbe l’Euro NCAP…

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , auto indiane


Top