dalla Home

Mercato

pubblicato il 20 maggio 2015

Mercato auto, in Europa la ripresa è trainata dall’austerity

I recuperi più consistenti ci sono stati in Italia, Portogallo e Grecia. Bene FCA con Fiat 500X e Jeep Renegade

Mercato auto, in Europa la ripresa è trainata dall’austerity

L’Europa dell’auto prosegue su una buona strada. Le vetture immatricolate ad aprile sono state 1.209.551 ovvero il 6,9% in più rispetto all’anno scorso. In termini di volume è il miglior risultato dal 2009. A trainare la ripresa sono state le buone performance dei mercati più solidi (Germania, Francia e Regno Unito sono sempre in positivo), insieme ai recuperi più consistenti che ci sono stati nei mercati maggiormante penalizzati dalle politiche di austerity. In particolare ad aprile le immatricolazioni in Grecia sono cresciute del 43,3%, quelle in Italia del 24,2% e in Portogallo del 21,9%. Il mercato spagnolo ha invece rallentato (+3,2%), dopo però aver corso per mesi grazie al programma pubblico di sostegno alla domanda. Nel nostro Paese infatti hanno giocato un ruolo importante le promozioni delle case auto, ma c’è chi, come i costruttori, continua a chiedere una politica di sostegno da parte delle istituzioni. Per ringiovanire il parco auto circolante occorre, ad esempio, “la detraibilità di parte dei costi di acquisto per le famiglie” e “la revisione della fiscalità delle auto aziendali”, ha ribadito Romano Valente, Direttore Generale dell’UNRAE. Guardando nello specifico ai costruttori, invece, Renault Group, FCA, BMW, Volvo, Mazda e Jaguar-Land Rover hanno registrato crescite di due cifre. L’unico “stabile” è stato Toyota, con un -0,3%.

Un record dopo l’altro per la Gran Bretagna

Ad aprile in Germania il mercato dell’auto è cresciuto del 6,3%. in Francia, dopo lo sprint del primo trimestre, il mercato è salito del 2,3% rispetto alle 166.959 dello stesso periodo 2014. Nel Regno Unito invece c’è stato un altro record (+5,1%) ed aprile ha rappresentato la 38esima crescita consecutiva. E’ il miglior risultato degli ultimi dieci anni dopo un primo trimestre strabiliante. Il primo quadrimestre è riuscito, così, ad immatricolare 920.366 unità, incrementando i propri volumi del 6,4%. Dando un’occhiata invece ai tre piccoli mercati dell’Efta (Islanda, Norvegia e Svizzera), qui sono state immatricolate in aprile 43.069 autovetture (+6,1%).

Fiat 500X e Jeep Renegade le più richieste in FCA

Analizzando in dettaglio le performance dei costruttori in Europa salta subito all’occhio quel +13,4% di FCA, che in aprile ha visto la sua quota sul mercato europeo salire al 6,5% dal 6,2% dello stesso mese del 2014. Questo risultato si deve in particolare a due modelli: la Fiat 500X e la Jeep Renegade. La domanda di SUV compatti è infatti, come abbiamo già scritto, molto forte, sia in Italia che in molti altri paesi d’Europa. In FCA un passo indietro hanno continuato a farlo Lancia (-1,6%) ed Alfa Romeo (-9,6%), ma da giugno - mese del rilancio del marchio del Biscione - le cose potrebbero cambiare. Riguardo alla concorrenza, il Gruppo Volkswagen resta primo in Europa con 316.459 auto immatricolate (+5,4%), seguito da PSA (128.870, +2,5%) e Renault (126.454, +15,3%). Di seguito i dettagli.

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni


Top