dalla Home

Accessori

pubblicato il 14 maggio 2015

La frenata automatica allunga la vita

Gli incidenti calano del 38%, secondo uno studio condotto in Europa, Asia e Australia

La frenata automatica allunga la vita
Galleria fotografica - Crash Test Euro NCAP 2015: come sono fatte le proveGalleria fotografica - Crash Test Euro NCAP 2015: come sono fatte le prove
  • Sicurezza degli adulti - Test frontale su tutta la lunghezza - anteprima 1
  • Sicurezza degli adulti - Test frontale disassato - anteprima 2
  • Sicurezza degli adulti - Test del palo - anteprima 3
  • Sicurezza degli adulti - Impatto laterale - anteprima 4
  • Sicurezza degli adulti - AEB urbano - anteprima 5
  • Sicurezza degli adulti - colpo di frusta - anteprima 6

Cruise control adattivo, frenata automatica, mantenimento della corsia, ausilio al sorpasso: ormai ne parliamo da anni, ma per molti si tratta ancora di fantascienza automobilistica. Si tratta di dispositivi sconosciuti o considerati eccessivi dall'automobilista della Domenica, che li reputa una complicazione inutile, ma spesso anche dal guidatore esperto, quello che: "ho sempre viaggiato senza e non ho mai fatto incidenti", oppure: "a me tutta quell'elettronica confonde, sono più capace io dei chip". Qualunque sia la vostra forma di diffidenza, sappiate che l'elettronica è molto più efficace ed efficiente di un pilota professionista, figuratevi di noi guidatori medi: secondo uno studio EuroNCAP e ANCAP - l'istituto indipendente di sicurezza per Europa, Asia e Australia - il solo sistema di frenata automatica alle basse velocità riduce le collisioni stradali del 38%.

Per bassa velocità si intende meno di 30 km/h: la soglia (che Volvo, per esempio, ha già innalzato a 50 km/h) entro la quale i sistemi di sicurezza intervengono scongiurando un sinistro o riducendone le conseguenze. E se 30 km/h vi sembrano pochi, immaginate di tamponare a quella velocità un'altra auto, oppure un veicolo commerciale con tanto di sponde metalliche. Siete sicuri di uscire indenni dall'impatto? E la vostra auto? Per non parlare se a 30 km/h si travolge un motociclista... Andando nel dettaglio della ricerca, si evince che quel 38% non varia di molto fra il contesto urbano e quello rurale, né da una nazione all'altra. Insomma, piuttosto che ordinare optional "inutili" come il navigatore satellitare (gli smartphone offrono molto spesso una navigazione migliore e più aggiornata) o cerchi di 1 o 2 pollici più grandi, meglio spendere i propri soldi nel sistema di frenata automatica. Anzi, nell'indecisione tra un'auto e un'altra, un buon criterio di scelta potrebbe essere proprio quello della disponibilità, di serie o a richiesta, di ausilii alla guida. 

Autore:

Tag: Accessori , auto europee , sicurezza stradale


Top