dalla Home

Curiosità

pubblicato il 12 maggio 2015

Citroen 2CV Soleil, la "figlia" mai nata ora c'è

Al boss Citroën dell'epoca non piaceva il giallo. Tanto bastò per bocciarla. Nasce oggi grazie a Citroen Italia

Citroen 2CV Soleil, la "figlia" mai nata ora c'è
Galleria fotografica - Citroen 2CV SoleilGalleria fotografica - Citroen 2CV Soleil
  • Citroen 2CV Soleil - anteprima 1
  • Citroen 2CV Soleil - anteprima 2
  • Citroen 2CV Soleil - anteprima 3
  • Citroen 2CV Soleil - anteprima 4
  • Citroen 2CV Soleil - anteprima 5
  • Citroen 2CV Soleil - anteprima 6

Serge Gevin è un nome che dirà poco o nulla agli appassionati di automobili. Forse solo i veri patiti di Citroen potrebbero tracciarne il profilo completo. E se invece vi dicessimo 2CV Charleston? Molti di voi sanno di cosa stiamo parlando, ovvero della versione probabilmente più famosa di una delle icone non solo del marchio Citroen, bensì di tutta la storia dell'automobile. Un mito di quelli che solo vetture come la Fiat 500 possono avvicinare per ciò che hanno significato sia per l'azienda che le ha commercializzate, sia per il proprio Paese, per i risvolti sull'occupazione e sulla cultura. Bene, la Charleston è opera proprio di Serge Gevin, che tra le altre è autore anche della Spot - realizzata come una sedia sdraio - e della Cocoricò. Un personaggio eclettico, Serge, artista prima che consulente del Centro Design della Casa francese, che nei suoi cassetti aveva, dal lontano 1982, la versione Soleil della 2CV.

Gialla e bianca? "Io odio il giallo"

Non sappiamo se la conversazione fra Serge Gevin e l'allora capo del marchio Citroen andò proprio così, ma l'artista francese ce l'ha raccontata con queste parole: la sua proposta di una 2CV giallo-bianca  fu cassata per l'intolleranza del n° 1 dell'azienda per il color canarino. Citroen Italia, a cui invece il giallo pare piacere molto, non solo si è fatta tirare fuori dal cassetto il bozzetto ormai impolverato della 2CV Soleil, ma l'ha pure realizzata in esemplare unico. Per la gioia degli ancora numerosissimi fan della vettura, ma anche dei francesi, che hanno accolto con entusiasmo l'idea dei "cugini" italiani. Detto, fatto: la 2CV Soleil è realtà. Come? Ve lo raccontiamo.

Una "razza" da tutelare

Partire da un esemplare in ordine, dal punto di vista della meccanica e della carrozzeria, sarebbe stato il modo più semplice, rapido e anche logico, per molti aspetti. Ma troppo facile. E soprattutto si sarebbe sprecata un'occasione per recuperare e restaurare una Charleston del 1982. Ecco dunque che Citroen Italia, insieme a Guido Wilhelm - titolare dell'atelier 2CV di Bareggio (MI) - scova l'esemplare giusto che, da ormai quasi informe ammasso di lamiere, diventa la splendida 2CV che abbiamo potuto ammirare oggi. Un'auto girasole, come la definisce Serge Gevin stesso, per via proprio dei colori della carrozzeria: bianca su cofano motore, portiere e montanti, gialla sui mitici passaruota ad arco, sul tetto e sullo sportello del bagagliaio.

Heritage, è questa la parola magica

Se vi state chiedendo quale sia il motivo per cui Citroen Italia abbia speso tempo e risorse per restaurare un modello del 1982, la risposta, prima di tutto, è che non siete sufficientemente appassionati di auto, altrimenti non ve lo chiedereste e vi godreste il risultato. Stiamo ovviamente scherzando: il motivo dietro a operazioni di questo genere si chiama valorizzazone dell'heritage, della tradizione del marchio. In pratica, si tratta di ripercorrere la propria storia, esaltarne gli aspetti che hanno reso famosi e magari, come in questo caso, rispolverare buone idee che non hanno mai visto la luce. Anche così, del resto, si costruisce l'autorità e il valore di un brand. I risultati, come è facile immaginare, non sono immediatamente misurabili; per fortuna, però, non si vive di soli numeri.

Galleria fotografica - Citroen 2CVGalleria fotografica - Citroen 2CV
  • Citroen 2CV - anteprima 1
  • Citroen 2CV - anteprima 2
  • Citroen 2CV - anteprima 3
  • Citroen 2CV - anteprima 4
  • Citroen 2CV - anteprima 5
  • Citroen 2CV - anteprima 6

Autore:

Tag: Curiosità , Citroen , auto europee , auto storiche


Top