dalla Home

Curiosità

pubblicato il 7 maggio 2015

Seat Alhambra, il restyling della monovolume spagnola a Barcellona

Nuove luci a led al posteriore, consumi giù e tanta nuova tecnologia a bordo

Seat Alhambra, il restyling della monovolume spagnola a Barcellona
Galleria fotografica - Seat Alhambra restyling vista dal vivoGalleria fotografica - Seat Alhambra restyling vista dal vivo
  • Seat Alhambra restyling vista dal vivo - anteprima 1
  • Seat Alhambra restyling vista dal vivo - anteprima 2
  • Seat Alhambra restyling vista dal vivo - anteprima 3
  • Seat Alhambra restyling vista dal vivo - anteprima 4
  • Seat Alhambra restyling vista dal vivo - anteprima 5
  • Seat Alhambra restyling vista dal vivo - anteprima 6

Quello di Barcellona è il Salone di casa per Seat che partecipa all'edizione 2015 con due novità di rilievo come i model year della Ibiza e della Alhambra. La monovolume spagnola è la “sorella gemella” della Volkswagen Sharan, con cui condivide gran parte dei componenti. Il model year 2015 porta con sé alcuni ritocchi estetici, ma soprattutto diverse novità negli equipaggiamenti. All'esterno si notano subito gli inediti gruppi ottici posteriori a LED, mentre il nuovo logo della “S” campeggia sulla griglia frontale, sul portellone, al centro del volante e nei mozzi dei cerchi in lega; gli aggiornamenti stilistici si concludono con la disponibilità di nuove colorazioni. La tecnologia a bordo, invece, ha ricevuto interventi più corposi, a partire dal sistema keyless per serrature e avviamento che è diventato di serie. Altra novità importante è il sistema di infotainment Easy Connect che si gestisce tramite un display touch ad alta risoluzione e sfrutta un nuovo processore più veloce, che rende più fluide le operazioni di navigazione.

Anch'esso è standard, così come il blind spot sensor, che avverte della presenza di veicoli nell'angolo cieco e la frenata anticollisione multipla, che interviene quando si subisce un tamponamento, per evitare un impatto successivo. Tra gli accessori a richiesta, invece, ne spiccano due tipici dei segmenti superiori, come le sospensioni elettroniche adattive DCC e i sedili con funzione di massaggio attiva. Anche la gamma motori è stata aggiornata e ora tutte le unità sono omologate secondo gli standard Euro 6. Allo stesso tempo, i consumi omologati sono scesi mediamente del 15%. La parte del leone la fa il 2.0 turbodiesel TDI, declinato su tre livelli di potenza – 115, 150 e 184 CV – e disponibile anche con la trazione integrale. Ovviamente ci sono anche le unità a benzina, nella fattispecie il 1.4 TSI da 150 CV e il 2.0 TSI da 220 CV.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , Seat , auto europee


Top