dalla Home

Test

pubblicato il 11 maggio 2015

Dossier OmniAuto.it Garage Land Rover Discovery Sport

Land Rover Discovery Sport, a prova di traffico [VIDEO]

Quando l'altezza da terra diventa un anti-stress e il SUV si parcheggia da solo

Galleria fotografica - Land Rover Discovery Sport, il test in cittàGalleria fotografica - Land Rover Discovery Sport, il test in città
  • Land Rover Discovery Sport, il test in città - anteprima 1
  • Land Rover Discovery Sport, il test in città - anteprima 2
  • Land Rover Discovery Sport, il test in città - anteprima 3
  • Land Rover Discovery Sport, il test in città - anteprima 4
  • Land Rover Discovery Sport, il test in città - anteprima 5
  • Land Rover Discovery Sport, il test in città - anteprima 6

Dallo sterrato alla giungla urbana. Che poi nella vita di tutti i giorni, è il luogo dove si utilizza di più un'automobile. Anche quando è un SUV di taglia medio-grande come la Land Rover Discover Sport. Questa prova è toccata a me che guido normalmente auto più compatte. Ed ero curiosa di capire se e quanto mi sarei sentita impacciata nel traffico vestendo i panni di chi utilizza un SUV per fare i trasferimenti tipici del contesto urbano, dall'accompagnare i figli a scuola alla semplice spesa al supermercato.

L'altezza che ti rilassa

A dispetto delle dimensioni decisamente poco tascabili (in lunghezza sfiora i 4 metri e 60), la Discovery Sport è un'auto "facile", perchè ti fa percepire bene le forme della carrozzeria. Il merito è dell'impostazione stilistica orientata alla semplificazione delle forme esterne, senza per questo rinunciare ad un look grintoso e personale. Per interderci la visibilità della Discovery Sport è migliore di quella della più piccola Range Rover Evoque. Poi c'è il vantaggio dello "stare alti" che nel traffico fa viaggare più rilassati tanto più che il posto guida è a prova di qualsiasi corporatura grazie alla tante regolazioni manuali o elettriche (optional). Ma per ottenere questa facilità di guida nel traffico non si può prescindere dal cambio automatico a 9 marce, anch'esso optional (2.400 euro). Nel traffico è importante evitare le continue cambiate per non stressarsi troppo e la risposta di quei 190 CV è ovviamente eccezionale per i sorpassi, sempre nel rispetto dei limiti di velocità. Basta poco gas per effettuare qualsiasi tipo di manovra.

Fatevi assistere

Dire che è facile da guidare, ovviamente, non significa che è facile da parcheggiare. O meglio, il problema è trovare cinque metri di asfalto libero. A parte questo limite fisico, quando il posto c'è la manovra è un gioco da ragazzi la Discovery Sport è dotata di sensori di parcheggio posteriori e anteriori, più la telecamera posteriore. Purtroppo se non scegliete gli allestimenti top di gamma si paga tutto a parte e bisogna mettere in conto una spesa di circa 1.000 euro. Se poi si vuole salire ancora più in alto e dotarsi del Driver Assist -Tech Pack (che comprende assistenza parcheggio parallelo e perpendicolare, surround camera system, blind Spot Monitor con funzione di rilevamento veicoli in avvicinamento e del traffico in retromarcia, Wade Sensing) bisogna spendere 2.870 euro. Sembra tanto, ma per un'auto del genere la tecnologia è davvero importante, perchè assicura una precisione chirurgica in manovra evitando qualsiasi inconveniente, visto che in città le auto sono separate da pochi centimetri le une dalle altre.

Tanto grande fuori, quanto dentro

La Land Rover Discover Sport offre a bordo parecchio spazio e posti a volontà, magari per chi ha più di un figlio, una famiglia numerosa o viaggia spesso con gli amici. I punti d’ancoraggio ISOFIX per il seggiolino sono di serie e collocati sui sedili esterni della seconda fila e le numerose prese USB (optional) possono fare comodo. Il pacchetto più interessate a proposito di passeggeri riguarda la configurazione 5 + 2, che include anche il climatizzatore con bocchette d'aria in alto per la terza fila, la porta USB singola e le luci interne soffuse configurabili (2.360 euro). Il bagagliaio va da un minimo di 600 litri ad un massimo di 1698, quindi si può caricare davvero di tutto: dalla spesa alla bicicletta, senza problemi. Anche qui dietro la tecnologia aiuta perché c'è la possibilità di avere il portellone ad apertura automatica (optional), che quando si è da soli significa poter caricare senza posare il carico e aspettare che qualcuno ci dia una mano ad aprire. Riguardo infine al motore, ha un buono spunto nel traffico, ma certo i consumi non sono il suo forte. La Discovery Sport in versione da 190 CV si guida con piacere, ma anche con lo start&stop in città è difficile scendere sotto ai 10-11 litri ogni 100 km.

Scheda Versione

Land Rover Discovery Sport
Nome
Discovery Sport
Anno
2015
Tipo
Premium
Segmento
medie
Carrozzeria
SUV e Crossover
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Land Rover , auto inglesi


Listino Land Rover Discovery Sport

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
2.2 TD4 150cv S 4x4 diesel 150 2.2 5 € 35.600

LISTINO

2.0 TD4 150cv Pure 4WD 4x4 diesel 150 2 5 € 37.300

LISTINO

2.2 SD4 190cv S 4x4 diesel 190 2.2 5 € 37.800

LISTINO

2.0 TD4 180cv Pure 4WD 4x4 diesel 180 2 5 € 39.500

LISTINO

2.0 Si4 240cv S 4x4 benzina 240 2.0 5 € 40.200

LISTINO

2.0 SI4 240cv Pure 4WD autom. 4x4 benzina 240 2 5 € 41.900

LISTINO

2.0 TD4 150cv SE 4WD 4x4 diesel 150 2 5 € 42.100

LISTINO

2.0 TD4 180cv SE 4WD 4x4 diesel 180 2 5 € 44.300

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top