dalla Home

Test

pubblicato il 7 maggio 2015

Dossier Roma-Forlì

Volkswagen Polo 1.4 TDI, la prova dei consumi reali

Record da quasi 29 km/l per la diesel a tre cilindri, accompagnato da silenziosità e comfort

Volkswagen Polo 1.4 TDI, la prova dei consumi reali
Galleria fotografica - Volkswagen Polo 1.4 TDI, test di consumo reale Roma-ForlìGalleria fotografica - Volkswagen Polo 1.4 TDI, test di consumo reale Roma-Forlì
  • Volkswagen Polo 1.4 TDI, test di consumo reale Roma-Forlì - anteprima 1
  • Volkswagen Polo 1.4 TDI, test di consumo reale Roma-Forlì - anteprima 2
  • Volkswagen Polo 1.4 TDI, test di consumo reale Roma-Forlì - anteprima 3
  • Volkswagen Polo 1.4 TDI, test di consumo reale Roma-Forlì - anteprima 4
  • Volkswagen Polo 1.4 TDI, test di consumo reale Roma-Forlì - anteprima 5
  • Volkswagen Polo 1.4 TDI, test di consumo reale Roma-Forlì - anteprima 6

“In che epoca affascinante viviamo…!” La citazione - vado a memoria - viene dal film Master & Commander, quando Russell Crowe "Jack Aubrey" resta ammirato e stupito di fronte alle prodigiose navi da guerra del periodo napoleonico, ma un qualcosa di simile mi è venuto in mente provando la nuova Volkswagen Polo 1.4 TDI nel Roma-Forlì. Il motivo del mio entusiasmo verso la tecnologia non è in questo caso legato a soluzioni futuribili, auto ibride, elettriche o alimentate a idrogeno, ma ai consumi di un turbodiesel a tre cilindri tutto sommato “normale” che nel percorso di 360 km del mio test è riuscito a stabilire un nuovo record di consumi: 3,47 l/100 km equivalenti a 28,86 km/l e una spesa di poco più di 17 euro per il viaggio. Quello che spero è che questo primato di “sobrietà” ed efficienza possa essere presto battuto da un’ancora più strabiliante prestazione promessa da altre piccole a gasolio su cui metterò presto le mani, ma intanto mi godo questo risultato che, lo ribadisco, non è una prova estrema di “economy run” e può essere ottenuto da chiunque con un minimo di attenzione alla guida. Nonostante sia in regola con l’Euro 6 il nuovo 1.4 TDI 90 CV della Polo si è dimostrato poco assetato anche nell’utilizzo quotidiano su percorsi misti con 4,5 l/100 km, facendo segnare un discreto 6,2 l/100 km nel traffico di Roma e l’ottimo dato di 4,9 l/100 km a velocità autostradali; nell’economy run vero e proprio su percorso ideale il consumo è sceso fino al limite di 2,8 l/100 km.

Nella guida di tutti i giorni ho potuto apprezzare il fatto che la Poloè cresciuta molto negli ultimi anni e che l’appellativo di utilitaria le va ormai stretto, così come accade per alcune sue concorrenti dirette come la Peugeot 208, la Renault Clio o la Toyota Yaris, ma quello che mi ha colpito di più è proprio la sua capacità di interpretare il ruolo di unica auto di famiglia. Certo, le crossover compatte sono più di moda, ma come ci spiega bene anche il collega Giuliano nella video prova del #perchécomprarla la rinnovata Polo mantiene l’immagine compatta da “piccola Golf”, un’abitabilità di ottimo livello per quattro persone e finiture solide che offrono anche una buona sensazione di qualità percepita soprattutto a chi siede davanti. La silenziosità di marcia da primato per la categoria e l’assenza di scricchiolii indesiderati sono altre doti importanti della nuova Polo, nonostante una gommatura importante con cerchi da 16” che riesce comunque ad assorbire le buche dell’asfalto e a darle una precisione di guida interessante assieme allo sterzo diretto. Una cosa che mi ha sorpreso è il passo in avanti rispetto al precedente 1.2 TDI, al cui confronto il nuovo 1.4 TDI risulta più fluido nel salire di giri, meno affetto da vibrazioni, più silenzioso in velocità e nel complesso più piacevole da utilizzare. I 90 CV sono perfetti sia per muoversi con agilità nel traffico che per affrontare viaggi più lunghi anche a pieno carico: impostando il cruise control l’auto non soffre neanche nelle salite più importanti. Un accenno infine al prezzo, che nel caso della Comfortline 5 porte parte da 17.850 euro e arriva fino ai 20.675 euro della vettura provata che ha in più metallizzato, Climatronic, cerchi in lega Portago da 16”, fendinebbia, appoggiabraccia anteriore e poco altro che però alcune concorrenti offrono di serie.

Dati

Vettura: Volkswagen Polo 1.4 TDI BlueMotion Technology Comfortline 90 CV manuale 5 porte
Listino base: 17.850 euro
Data prova: 13/03/2015
Meteo: Sereno, 17°
Prezzo carburante: 1,379 euro/l (Diesel)
Km del test: 995
Km totali all'inizio del test: 11.957
Velocità media nel tratto Roma-Forlì: 78 km/h
Pneumatici: Dunlop SP Sport Maxx - 215/45 R16 86H

Consumi

Media "reale": 3,47 l/100 km (28,86 km/l)
Computer di bordo: 3,5 l/100 km
Alla pompa: 3,43 l/100 km
Scopri le modalità e i criteri della prova di consumo

Conti in tasca

Spesa "reale": 17,20 euro
Spesa mensile: 38,23 euro (800 km al mese)
Quanto fa con 20 euro: 419 km
Quanto fa con un pieno: 1.299 km
Scopri le modalità e i criteri della prova di consumo

La prova Roma-Forlì ha anche la sua classifica aggiornata dei consumi. Datele un'occhiata e troverete molte sorprese.

Scheda Versione

Volkswagen Polo 5 porte
Nome
Polo 5 porte
Anno
2014
Tipo
Normale
Segmento
utilitarie
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Volkswagen , auto europee , carburanti


Listino Volkswagen Polo

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.0 MPI 60cv Trendline anteriore benzina 60 1 5 € 13.500

LISTINO

1.0 MPI 60cv Trendline anteriore benzina 60 1.0 5 € 13.500

LISTINO

1.0 MPI 75cv Comfortline anteriore benzina 75 1 5 € 15.350

LISTINO

1.0 75cv MPI Comfortline anteriore benzina 75 1.0 5 € 15.350

LISTINO

1.2 TSI 90cv BlueMotion Technology Comfortline anteriore benzina 90 1.2 5 € 16.250

LISTINO

1.2 TSI 90cv BlueMotion Technology Comfortline anteriore benzina 90 1.2 5 € 16.250

LISTINO

1.4 TDI 75cv Trendline anteriore diesel 75 1.4 5 € 16.350

LISTINO

1.4 TDI Trendline anteriore diesel 75 1.4 5 € 16.350

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top