dalla Home

Interviste

pubblicato il 29 aprile 2015

Dossier Nuova Alfa Romeo

Alfa Romeo "Giulia", le idee di un giovane designer italiano

Ecco il prototipo di Alessandro Masera, un appassionato come tanti, ma con una "pennellata" come pochi

Alfa Romeo "Giulia", le idee di un giovane designer italiano
Galleria fotografica - Alfa Romeo Giulia e le altre: i disegni di Alessandro MaseraGalleria fotografica - Alfa Romeo Giulia e le altre: i disegni di Alessandro Masera
  • Alfa Romeo Giulia e le altre: i disegni di Alessandro Masera - anteprima 1
  • Alfa Romeo Giulia e le altre: i disegni di Alessandro Masera - anteprima 2
  • Alfa Romeo Giulia e le altre: i disegni di Alessandro Masera - anteprima 3
  • Alfa Romeo Giulia e le altre: i disegni di Alessandro Masera - anteprima 4
  • Alfa Romeo Giulia e le altre: i disegni di Alessandro Masera - anteprima 5
  • Alfa Romeo Giulia e le altre: i disegni di Alessandro Masera - anteprima 6

Disegnare auto è una passione che accomuna grandi e piccini, professionisti e amatori, soprattutto quando si prende in mano la matita (o il mouse) per creare la nuova Giulia e altre Alfa Romeo del futuro. Del resto non è un mistero che il marchio del Biscione sia uno dei più amati ed evocativi in tutto il mondo. Considerando poi i pochi modelli usciti negli ultimi anni e tutte le occasioni mancate, dalla Kamal (il SUV su base 156/147 presentato come prototipo nel 2003) alla Nuvola (il possibile Duetto del terzo millennio), è naturale che tanti appassionati provino a colmare questo vuoto, almeno a livello di immaginazione. Poi c'è chi i disegni li fa sul serio e anche molto bene, come Alessandro Masera, trentenne bolzanese che quando stacca dall'ufficio accende il computer e apre photoshop...

OmniAuto.it: Alessandro, come è nata questa passione per il design?
Alessandro Masera: "Lavorando come responsabile amministrativo non ho molto spazio per l'immaginazione, per cui il car design è la mia fuga creativa. Ho iniziao più o meno otto anni fa, decidendo di mettere su un monitor alcune idee che avevano preso forma nella mia mente. Poi sono entrato in una specie di spirale, un lavoro dopo l'altro cercando di migliorare la mia tecnica (sono un autodidatta)".

OmniAuto.it: Immagino avrai avuto anche delle soddisfazioni
Alessandro Masera: "Si, negli ultimi anni ho ricevuto diversi apprezzamenti e anche richieste di collaborazione da varie testate online, ma non ho mai voluto che diventasse un lavoro. Tendo ad essere molto autocritico e realizzo ogni progetto solo per la mia soddisfazione. Anche la fotografia mi piace molto e ho in mente diversi progetti nel settore dell'auto, ma purtroppo ho poco tempo e troppe idee".

OmniAuto.it: Raccontaci del progetto di questa "Giulia"
Alessandro Masera: "E' l'ennesimo tentativo di ricostruire la prossima Alfa. Sono un grande estimatore del design della 159 e seguo giornalmente la transizione verso la nuova Giulia. Ma credo che lo stile del modello definitivo sarà decisamente diverso da quello che ho creato io, anche perché il mio è stato un lavoro dettato più dalla passione che dalla precisione".

OmniAuto.it:Ti sei ispirato a qualche modello in particolare per creare questo disegno?
Alessandro Masera: "Sono partito dalla Jaguar XE, perché se davvero, come si mormora, la Giulia inseguirà la concorrenza tedesca allora è giusto ispirarsi a loro, quindi perché non ispirarsi a chi ha già fatto altrettanto, pur mantenendo una propria peculiarità?"

OmniAuto.it: Mi sembra di capire che l'Alfa Romeo per te voglia dire molto
Alessandro Masera: "Si, sono un grande appassionato di Alfa Romeo, ma più che possederne una mi piacerebbe disegnare la prossima. Le mie Alfa preferite sono quelle prodotte tra gli anni '50 e gli anni '60, quando secondo me è nato lo stile iconico grazie alla 33 Stradale. Credo che il concetto di cuore sportivo sia riduttivo, per me l'Alfa sta a metà tra il cuore e lo stomaco, tra la delicata passione delle sue linee e l'adrenalina delle prestazioni. Certo, ci sono stati anni difficili, ma la 4C ha dimostrato che l'Alfa Romeo è viva e ha ancora un'anima. Spero che la Giulia possa fare altrettanto".

OmniAuto.it: Torniamo a te, raccontaci come lavori
Alessandro Masera: "Per realizzare una nuova auto impiego diversi giorni. Photoshop è come una tela, sta a te creare il tuo stile. Non disegno con la tavoletta ma uso mio fido mouse e cerco di avere un approccio molto realistico. Scelgo un modello da usare come base che mi soddisfi (proporzioni, posizione dei componenti, ecc.ecc.) e ci incollo sopra elementi presi da altre vetture. Una volta che ho un buon "Frankenstein" ripulisco e aggiusto l'immagine disegnando a mano diversi dettagli, che a loro volta vengono fusi con altri elementi fotografici. Una volta terminati la base della carrozzeria provvedo a colorarla in maniera uniforme e a ricreare i riflessi, probabilmente la parte più complessa e noiosa".

OmniAuto.it: Sembra un processo lungo
Alessandro Masera: "Impiego giorni perché spesso supero i 200 livelli ma anche perchè ho capito che è indispensabile togliere il disegno dalla mente, cancellarlo temporaneamente e ritornarci successivamente. È solo così che capisco se sto commettendo errori grossolani. Il lavoro migliore si può trasformare dopo tre giorni in una schifezza colossale".

OmniAuto.it: Quale è la parte più difficile?
Alessandro Masera: "Senza dubbio la prospettiva. E' molto difficile riuscire a comprenderla correttamente e ideare dettagli essenziali come le sfumature di colore o i riflessi. Il mio obiettivo è migliorare sempre di più e riuscire a realizzare le idee complesse che ho in mente ma che richiedono davvero molta tecnica".

OmniAuto.it: Hai un consiglio per chi si avvicina a questo tipo di design?
Alessandro Masera: "Non mollare! Mi scrive tanta gente via social chiedendomi che software uso, come faccio, ma sono pronto a scommettere che il 90% desiste ai primi tentativi. Bisogna tenere duro e sicuramente sarebbe meglio acquisire una formazione professionale, diversamente sarà difficile essere presi sul serio. Con bravura e perseveranza, invece, si può fare la differenza".

Scheda Versione

Alfa Romeo Giulia
Nome
Giulia
Anno
2016
Tipo
Premium
Segmento
medie
Carrozzeria
3 volumi
Porte
4 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Alessandro Vai

Tag: Interviste , Alfa Romeo , auto italiane , interviste


Listino Alfa Romeo Giulia

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
2.2 Turbo MT6 150 CV Giulia posteriore diesel 150 2.1 5 € 35.500

LISTINO

2.2 Turbo MT6 150 CV Business Launch Ed posteriore diesel 150 2.1 5 € 37.300

LISTINO

2.2 Turbo AT8 150CV Giulia posteriore diesel 150 2.1 5 € 38.000

LISTINO

2.2 Turbo MT6 150 CV Super posteriore diesel 150 2.1 5 € 38.000

LISTINO

2.2 Turbo AT8 150CV Business posteriore diesel 150 2.1 5 € 39.500

LISTINO

2.0 Turbo AT8 200CV Giulia posteriore benzina 200 2 5 € 40.500

LISTINO

2.2 Turbo MT6 180CV Super posteriore diesel 180 2.1 5 € 40.500

LISTINO

2.2 Turbo AT8 150CV Super posteriore diesel 150 2.1 5 € 40.500

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top