dalla Home

Test

pubblicato il 25 aprile 2015

Dossier #perchécomprarla

Audi A3 Sportback e-tron, perché comprarla... e perché no [VIDEO]

E' forse la più "normale" delle ibride plug-in, silenziosa e pratica, ma con gli optional giusti il prezzo sale

Galleria fotografica - Audi A3 Sportback e-tron Galleria fotografica - Audi A3 Sportback e-tron
  • Audi A3 Sportback e-tron  - anteprima 1
  • Audi A3 Sportback e-tron  - anteprima 2
  • Audi A3 Sportback e-tron  - anteprima 3
  • Audi A3 Sportback e-tron  - anteprima 4
  • Audi A3 Sportback e-tron  - anteprima 5
  • Audi A3 Sportback e-tron  - anteprima 6

Chi non conosce le auto ibride plug-in può istintivamente pensare ad astronavi elettriche scese su strada, magari con un design futuribile e la capacità di filare via nel più assoluto silenzio. Nel caso dell'Audi A3 Sportback e-tron solo l'ultima delle immagini si avvicina alla realtà, visto che sembra quasi uguale a tutte le altre A3, ma è in grado di viaggiare per quasi 50 km in pura modalità elettrica. Sotto il cofano c'è ancora il motore a benzina e dentro c'è pure la leva del cambio S tronic, ma nella cromatissima griglia anteriore è spuntata la presa di corrente per la ricarica elettrica. Insomma, è quasi tutto normale, ma la praticità del viaggiare in elettrico è una cosa che vi vogliamo raccontare in questo #perchecomprarla.

Pregi e difetti

Il vantaggio della "normalità" è una delle migliori frecce nell'arco della A3 Sportback e-tron, visto che l'abitabilità, la capacità di carico e la guida della compatta tedesca ibrida alla spina rimane al livello della A3 "normali". Solo alcuni dettagli stilistici distinguono gli esterni e l'abitacolo della e-tron che sfoggia la solita qualità costruttiva, la buona posizione di guida, la silenziosità da primato e l'ottima funzionalità del navigatore incluso nell'MMI opzionale da 2.700 euro. La vera svolta sta proprio nella possibilità di muoversi in modalità elettrica EV a zero emissioni, ma anche in modalità ibrida con il 1.4 TFSI da 150 CV che spinge assieme all'elettrico per raggiungere i 204 CV o sfruttare la funzione "charge" per ricaricare le batterie viaggiando. Per molti versi è la soluzione ideale per chi ha la possibilità di caricare le batterie in garage, andare al lavoro in elettrico spendendo davvero poco e potersi permettere una gita fuori porta nel week-end senza paura dell'autonomia. Da citare fra i difetti è invece il fatto che una vettura di questa categoria e così tecnologica non ha di serie il cruise control, né la presa USB o l'assistenza alle partenze in salita.

Qual è la migliore?

La A3 Sportback e-tron è disponibile solo in allestimento Ambition che parte da 40.500 euro, ma con un auto di questo tipo viene quasi naturale aggiungere quegli optional quasi "obbligatori" che fanno lievitare il prezzo finale fino ai limiti dei 50.000 euro. Da non perdere è il citato sistema di infotainment MMI da 2.700 euro, magari con connessione internet da 600 euro, così come il già citato cruise control da 355 euro, l'assistenza alla partenza da 100 euro. Se poi oltre che a caricarla nel garage di casa si pensa di sfruttare le colonnine di ricarica pubblica - cosa che viene naturale quando ci si abitua a viaggiare in elettrico - è bene dotarsi dell'apposito cavo Tipo 2 opzionale che costa 190 euro.

Scheda Versione

Audi A3 Sportback e-tron
Nome
A3 Sportback e-tron
Anno
2014 - F.C.
Tipo
Premium
Segmento
compatte
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
plugin
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Redazione

Tag: Test , Audi , auto europee , auto ibride


Top