dalla Home

Home » Argomenti » Pneumatici

pubblicato il 14 aprile 2015

Dossier Viaggiare d’inverno, speciale pneumatici invernali

Pneumatici invernali, stop alle ordinanze 2015

L'obbligo di gomme M+S o catene a bordo tornerà a novembre, ma resta fino al 30 aprile su passi alpini e appenninici

Pneumatici invernali, stop alle ordinanze 2015
Galleria fotografica - Gomme invernali o catene da neve? Ecco come scegliereGalleria fotografica - Gomme invernali o catene da neve? Ecco come scegliere
  • Gomme invernali o catene da neve? Ecco come scegliere - anteprima 1
  • Gomme invernali o catene da neve? Ecco come scegliere - anteprima 2
  • Gomme invernali o catene da neve? Ecco come scegliere - anteprima 3
  • Gomme invernali o catene da neve? Ecco come scegliere - anteprima 4
  • Gomme invernali o catene da neve? Ecco come scegliere - anteprima 5
  • Gomme invernali o catene da neve? Ecco come scegliere - anteprima 6

Domani, 15 aprile, è l'ultimo giorno di validità delle ordinanze invernali, quelle entrate in vigore il 15 novembre scorso (15 ottobre in Valle d'Aosta) e che permettono la circolazione su alcuni tratti stradali e autostradali ai soli veicoli dotati di pneumatici invernali o con catene da neve a bordo. A partire da giovedì 16 aprile sarà quindi possibile circolare con pneumatici estivi e senza catene a bordo sulla maggioranza di strade e autostrade italiane, con l'eccezione di quei tratti di montagna - quasi tutti al Nord - che hanno ordinanze invernali in scadenza il prossimo 30 aprile o che tramite apposita segnaletica impongono l'utilizzo di dotazioni invernali "al verificarsi di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio". In questi casi è bene adeguarsi agli obblighi previsti per la sicurezza propria e altrui e per non incorrere in sanzioni fino a 84 euro.

Multe solo per le invernali con codice di velocità inferiore

Ciò significa che gli automobilisti che nei prossimi giorni devono affrontare un viaggio nelle regioni centro-settentrionali possono continuare a utilizzare le gomme invernali o lasciare le catene da neve nel bagagliaio, visto che non è obbligatorio sostituire i pneumatici invernali con quelli estivi. Gli unici che rischiano una sanzione sono coloro che durante la stagione fredda hanno deciso - magari per risparmiare qualcosa sul costo delle gomme - di montare coperture M+S di misura corretta e con codice di velocità inferiore (di una sola lettera) a quello indicato sul libretto di circolazione per le estive (minimo Q, 160 km/h). Trascorso un mese di tolleranza, cioè dal prossimo 16 maggio e fino al 14 ottobre, chi viaggia con queste gomme invernali "sotto-velocizzate" rischia una multa di 419 euro, il ritiro della carta di circolazione e l'obbligo di collaudo.

Cambio gomme vuol dire sicurezza

A questo punto va detto che se non è giustificabile la corsa dal gommista per rimontare i pneumatici estivi (esclusi quelli che viaggiano con invernali con codice di velocità inferiore), è comunque bene prepararsi al cambio delle coperture. Ricordiamo infatti che nella stagione calda l'utilizzo delle gomme invernali è sconsigliabile per motivi di sicurezza, visto che le prestazioni in frenata, trazione e tenuta di strada sono inferiori a quelle delle estive sia su fondi asciutti che bagnati; da non sottovalutare è poi il maggior consumo di carburante, del battistrada stesso e una rumorosità superiore.

Le nuove "all-season" promettono bene

Per chi non volesse sobbarcarsi due volte all'anno il cambio gomme sono poi disponibili moderne gomme "all-season" o "quattro stagioni", utilizzabili tutto l'anno e che oltre alla sigla M+S obbligatoria per legge sono realizzati secondo i più evoluti standard di mescole termiche e battistrada lamellati che valgono il simbolo 3PMSF; quest'ultimo logo noto anche come "Snow Flake" (fiocco di neve nel profilo di una montagna) è quello che garantisce le migliori prestazioni dei pneumatici a basse temperature, su neve e ghiaccio. Solo per fare alcuni esempi si possono citare i Pirelli Cinturato All Season, i Vredestein Quatrac Lite e i Michelin CrossClimate di imminente debutto sul mercato. Questa soluzione, per quanto non ottimale nelle condizioni estreme di caldo e gelo, è consigliabile a chi non percorre molti chilometri e permette di affrontare quasi tutte le condizioni stradali in sicurezza e in regola col codice della strada.

Autore:

Tag: Da Sapere , pneumatici , pneumatici invernali , catene da neve


Top