dalla Home

Home » Argomenti » Codice della Strada

pubblicato il 9 aprile 2015

Cinture posteriori, un "optional" per metà degli italiani

Nonostante l'obbligo esista da 12 anni, chi siede dietro non le allaccia, in particolare gli over 40

Cinture posteriori, un "optional" per metà degli italiani

Ci sono voluti 15 anni per estendere l'obbligo di allacciare le cinture di sicurezza anche ai passeggeri dei sedili dietro. L'articolo del Codice della Strada che riguarda quelle anteriori, infatti, è datato 1998, mentre l'uso delle posteriori è stato regolamentato definitivamente solo nel 2003, visto che nei dieci anni precedenti era sopravvissuta una distinzione a seconda della data di immatricolazione dell'auto. Ad ogni modo, nonostante da quasi dodici anni sia obbligatorio allacciare sempre le cinture posteriori, solo un italiano su due lo fa regolarmente.

I giovani si comportano meglio

Il dato, piuttosto allarmante ma per nulla sorprendente, è il risultato di una ricerca che Ford ha condotto su un campione di 7.100 adulti europei. La negligenza, peraltro, è molto più diffusa tra gli over 40, mentre nella fascia 18-24 anni c'è molta più consapevolezza e il rapporto scende a uno su cinque. Un altro problema da non sottovalutare è che pochissimi insistono per far allacciare chi è seduto dietro, solo uno su quattro in Europa, con i “soliti” over 40 che spiccano per noncuranza. Guardando alla situazione globale, poi, le cose non migliorano affatto. Secondo l’organizzazione internazionale IRTAD, che si occupa di sicurezza stradale IRTAD, i più attenti sono i tedeschi, con il 97% che allaccia sempre le cinture posteriori, mentre il record negativo spetta alla Serbia (3%), seguita dall’Italia (10%).

Se non ti allacci l'assicurazione non paga

Insomma gli italiani pensano che i sedili posteriori di un'auto siano un luogo sicuro, ma non sanno che nel nel 2012 le cinture sono state determinanti nel salvare 8.600 vite, mentre nel 2013, il 60% delle 1.900 vittime degli incidenti avvenuti in Europa nel 2013, non indossava la cintura di sicurezza. Ma non è tutto, perché quasi nessuno sa che, in caso di sinistro, l'assicurazione ha tutte le ragioni per non risarcire l'infortunio occorso agli occupanti dei sedili anteriori, se quelli dei sedili posteriori li hanno colpiti perché non avevano allacciato le cinture.

Autore: Alessandro Vai

Tag: Curiosità , codice della strada , guida sicura


Top