dalla Home

Curiosità

pubblicato il 10 aprile 2015

Ultima Evolution: peso piuma, cavalleria esagerata

1.033 CV e 950 kg di peso per la nuova biposto artigianale del marchio inglese

Ultima Evolution: peso piuma, cavalleria esagerata
Galleria fotografica - Ultima Sports Evolution CoupéGalleria fotografica - Ultima Sports Evolution Coupé
  • Ultima Sports Evolution Coupé - anteprima 1
  • Ultima Sports Evolution Coupé - anteprima 2
  • Ultima Sports Evolution Coupé - anteprima 3
  • Ultima Sports Evolution Coupé - anteprima 4
  • Ultima Sports Evolution Coupé - anteprima 5
  • Ultima Sports Evolution Coupé - anteprima 6

In Inghilterra c'è una tradizione che fa fatica a morire. Ancora adesso sopravvivono piccoli costruttori, praticamente artigiani, che assemblano a mano auto sportive incredibili, spinti oltre che dal business anche dalla passione. L'Ultima Sports è senz'altro tra questi e ha appena presentato la sua ultima creazione, l'Ultima Evolution in versione Coupé e Convertible. L'auto sostituisce l'Ultima GTR e la sua linea si ispira molto alle vetture del gruppo LM1 che corrono a Le Mans. Ma senza lasciare da parte confort da vettura "normale", visti gli interni in pelle e Alcantara, clima, sistema infotelematico della Alpine, fari a LED e sospensioni regolabili. L'assetto è da 18, affidato a “scarpe” Michelin PS2 245/35 ZR18 avanti e 335/30/ZR18 dietro.

Il tutto in un peso piuma da 950 kg senza un telaio monoscocca di fibra di carbonio di ultima generazione, ma con una semplice struttura a traliccio metallico dal sapore vintage, che dovrà tenere a bada il V8 LSturbo compresso, di origine Chevy, da 6.8 litri di cilindrata che la spinge. Il propulsore americano è fornito in 15 configurazioni diverse e può variare la sua potenza da 354 fino a 1.033 CV. Il primo esemplare della Ultima Evolution è stato prodotto nella versione più estrema e vanta prestazioni di prim'ordine: lo 0-100 km/h è coperto in circa 2,3 secondi, ma è la progressione il valore che spaventa di più. L'auto continua ad accelerare e dopo appena 5 secondi ci si ritrova a 160 km/h e dopo che ne sono passati 10 l'auto ha già raggiunto i 240 km/h. L'ondata di furia si ferma una volta raggiunta la velocità massima, dichiarata attorno ai 386 km/h. Ammesso che non vi siate spaventati prima e aggrappati disperatamente ai freni. Il costo di tutta questa potenza non è stato ancora ufficializzato.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , auto inglesi


Top