dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 2 aprile 2015

Dossier Salone di New York 2015

Honda Civic concept, ritorno alle origini

Anticipa le linee del modello di serie atteso a novembre. Più bassa e sportiva ha un nuovo 1.5 Turbo V-TEC

Honda Civic concept, ritorno alle origini
Galleria fotografica - Honda Civic conceptGalleria fotografica - Honda Civic concept
  • Honda Civic concept - anteprima 1
  • Honda Civic concept - anteprima 2
  • Honda Civic concept - anteprima 3
  • Honda Civic concept - anteprima 4
  • Honda Civic concept - anteprima 5
  • Honda Civic concept - anteprima 6

Sono nate quasi insieme, la Honda Civic e la Volkswagen Golf, 1972 e 1974, a soli due anni di distanza, ma le loro storie sono diverse, così come il successo che hanno riscosso nel tempo. Nove generazioni contro sette, una vita media di ognuna di 4/5 anni contro 6/7 (soprattutto nei primi anni) e venti milioni di esemplari venduti contro quaranta. Se il successo della tedesca è specialmente europeo, quello della giapponese e soprattutto americano. Da noi, invece, non c’è paragone. La Golf ha sempre vinto a mani basse, mentre la Civic è percepita come un prodotto esotico, ma ha riscosso buoni successi nella fase centrale della sua carriera, negli anni Novanta, con le generazioni più sportive.

Progettata e disegnata in USA per la prima volta

Poi la magia è finita, con le ultime tre generazioni (7°, 8° e 9°) che sono diventate sempre più alte e spaziose, perdendo contemporaneamente quell’aggressività e quella silhouette tipica di quelle precedenti. Ma, con la nuova Civic, tutto potrebbe cambiare, perché proprio oggi Honda ha svelato al Salone di New York il prototipo che anticipa la decima “incarnazione” della sua compatta, che di giapponese, ormai, ha davvero poco. Infatti solo la versione hatchback verrà prodotta in Europa, nello stabilimento britannico di Swindon. Le altre, sedan e coupé, usciranno dagli impianti di Greensburg (Indiana) e Alliston (Ontario). Honda USA ha anche sottolineato che per la prima volta la progettazione dei modelli “US Spec”, così come il design, sono entrambi farina del proprio sacco, anche per quanto concerne la futura versione Si, cioè la nostra Type-R.

Più bassa e aggressiva, ritorna alle origini

A questo proposito, la scelta di presentare la nuova Type-R europea a Ginevra e la Concept a New York, dimostra che le due divisioni della Casa di Hamamatsu corrono su binari separati. Ad ogni modo, il design della Civic Concept indica chiaramente il ritorno alle origini. Più bassa, larga e con un passo più lungo rispetto al modello attuale, ha uno stile molto più aggressivo, dato anche dal cofano allungato e dalla “cabina” di guida arretrata. La piattaforma su cui è stata sviluppata è tutta nuova e nell’offerta di motorizzazioni ci sarà anche un nuovo 1.5 VTEC Turbo accoppiato a un cambio manuale a corsa ridotta (anche a un CVT, che piace molto agli americani). Il management Honda ha dichiarato che piacere di guida, rifiniture e comfort saranno ai vertici della categoria, mentre la suite di sistemi di assistenza alla guida Honda Sensing veglierà sulla sicurezza di marcia. Ora non resta che attendere l’autunno, quando si conoscerà l’aspetto dei modelli di serie.

Autore: Alessandro Vai

Tag: Prototipi e Concept , Honda , auto giapponesi , new york


Top