dalla Home

Live

pubblicato il 2 aprile 2015

Dossier Salone di New York 2015

Salone di New York: Subaru STi Performance, toccare il sogno

Non è una versione, ma un dimostratore del programma di tuning per ora confinato al mercato USA

Salone di New York: Subaru STi Performance, toccare il sogno
Galleria fotografica - Subaru STi Performance concept al Salone di New York 2015Galleria fotografica - Subaru STi Performance concept al Salone di New York 2015
  • Subaru STi Performance concept al Salone di New York 2015 - anteprima 1
  • Subaru STi Performance concept al Salone di New York 2015 - anteprima 2
  • Subaru STi Performance concept al Salone di New York 2015 - anteprima 3
  • Subaru STi Performance concept al Salone di New York 2015 - anteprima 4
  • Subaru STi Performance concept al Salone di New York 2015 - anteprima 5
  • Subaru STi Performance concept al Salone di New York 2015 - anteprima 6

La Subaru BRZ (e la Toyota GT86) che abbiamo sempre sognato aveva il turbo e più dei suoi 200 CV. Ed è proprio quella che ha la STi concept, un dimostratore del nuovo programma di tuning che il marchio delle Pleiadi sta mettendo in piedi per gli USA dove sta ottenendo successi commerciali senza precedenti, e dove però in pochi la conoscono per tutto quello che ha fatto nei rally con le sue auto blu e oro e quelle tre lettere che vogliono dire Sport Tecnica International. Dunque non una versione che vedremo in listino anche in Europa, ma una sorta di catalogo vivente di tutto quello che si può aggiungere alla BRZ facendola diventare una vera bomba, pronta a dispensare divertimento ancora più esplosivo di quanto già faccia la 2+2 giapponese.

È stata dunque dura anche per me constatare che la coupé giapponese non si metterà nel cofano il boxer 4 litri della BRZ300, in grado di erogare almeno 300 CV anche se il display posizionato accanto alla vettura recitava “almeno 350 cv”. Cifra che non ha fatto che aumentare il mio rimpianto. Ma tant’è, la STi fa sognare più piste asfaltate che sterrate, con il suo assetto ribassato, le sue ruote da 19 pollici, il suo alettone in fibra di carbonio e tutte le altre appendici di carbonio. Il tutto nei colori che mi aspetto da una Subaru sportiva e con quella magica scritta rossa che si ritrova sui sedili, sugli sfoghi laterali e persino all’interno dei gruppi ottici. Non ci resta che sperare. E sognare.

Autore: Nicola Desiderio

Tag: Live , Subaru , auto giapponesi , new york


Top