dalla Home

Mercato

pubblicato il 2 aprile 2015

Mercato auto: noleggio ed Expo spingono la crescita di marzo

La "quasi ripresa" interessa marginalmente le famiglie, ancora in attesa di uscire dalla crisi

Mercato auto: noleggio ed Expo spingono la crescita di marzo

Nello scorso mese di marzo le immatricolazioni di auto nuove in Italia ha toccato le 161.303 unità facendo segnare un ottimo +15,1% rispetto allo stesso mese del 2014. Si tratta di un risultato incoraggiante che va ad aggiungersi agli altri incrementi mensili che portano il totale del primo trimestre 2015 a quota +13,5%. Il dato più interessante nell'ottica di una ripresa del settore auto che ancora deve concretizzarsi è quello relativo alle vendite ai privati, che nel mese di marzo è cresciuta del 13,5% le immatricolazioni, mentre a fare la parte del leone sono sempre i noleggi che crescono del 23,1% e arrivano a ritagliarsi una quota del 28,6% dell'immatricolato. La costante ascesa delle flotte per il noleggio è in questo momento legata anche alle esigenze di mobilità per Expo 2015, appuntamento a cui le società specializzate si preparano con l'acquisto di nuove vetture.

Auto ibride e benzina all'attacco

In questo panorama di "quasi ripresa" si inseriscono i commenti dei costruttori esteri (UNRAE) che auspicano per voce del presidente Massimo Nordio "un sostegno alle famiglie da parte del Governo Renzi, adottando, perché no, il progetto della detraibilità di parte dei costi di acquisto". il presidente di Federauto, Filippo Pavan Bernacchi, parla invece di "prove tecniche di ripresa" e lamenta le difficoltà delle concessionarie che senza la spinta di privati e aziende vedono sempre più a rischio la propria "sostenibilità del business". Gian Primo Quagliano del Centro Studi Promotor sottolinea invece il fatto che, anche con l'accelerazione in atto, "il mercato italiano delle autovetture resta lontanissimo dai livelli normali per un paese come l?Italia". Scendendo nel dettaglio delle immatricolazioni di marzo 2015 vediamo che le auto ibride sono quelle con la percentuale di crescita maggiore (+29,4%), seguite da quelle a benzina (+20,7%), GPL (+14,4%) e benzina (+12,6%), mentre il +138,7% delle elettriche è ancora caratterizzato da numeri molto bassi. A livello di carrozzeria il mese di marzo è dominato dall'exploit delle crossover (+40,1%), delle monovolume compatte (+23,9%) e delle fuoristrada (+20,0%), mentre continua la caduta libera di cabriolet e spider (-30,3%).

Fiat e PSA trainano le vendite

Il +15,1% di marzo 2015 è dovuto in gran parte ai buoni risultati del Gruppo Fiat che cresce del 17,15% soprattutto grazie al successo di Jeep (+249,30%) e del marchio Fiat (+15,91%); Alfa Romeo e Lancia languono invece rispettivamente al -3,90% e -0,22%. Il gruppo PSA Peugeot Citroen con il suo +15,03% si avvicina sempre più al gruppo Volkswagen (+5,77%), accompagnato dai risultati particolarmente incoraggianti del gruppo Hyundai (+22,53%), di Ford (+21,92%) e di Nissan (+18,79%). In controtendenza o sotto la media mensile sono invece il gruppo Jaguar Land Rover (+7,03%) che sconta il successo degli ultimi anni, Volvo (+3,42%), Suzuki (-22,59%) e Honda (-8,44%). Per tutti gli altri risultati potete leggere l'elenco qui sotto.

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni


Top