dalla Home

Motorsport

pubblicato il 21 marzo 2015

Voglia di Rally? Cominciamo con il CIR sul Ciocco!

Il diario di viaggio in Peugeot di Andrea Carrato, l'inviato dei Pit Live di OmniCorse.it

Voglia di Rally? Cominciamo con il CIR sul Ciocco!
Galleria fotografica - CIR 2015, al Ciocco in Peugeot 308 SWGalleria fotografica - CIR 2015, al Ciocco in Peugeot 308 SW
  • CIR 2015, al Ciocco in Peugeot 308 SW - anteprima 1
  • CIR 2015, al Ciocco in Peugeot 308 SW - anteprima 2
  • CIR 2015, al Ciocco in Peugeot 308 SW - anteprima 3
  • CIR 2015, al Ciocco in Peugeot 308 SW - anteprima 4
  • CIR 2015, al Ciocco in Peugeot 308 SW - anteprima 5
  • CIR 2015, al Ciocco in Peugeot 308 SW - anteprima 6

Qual è la dimensione più bella dell'automobilismo? La mia risposta è il motorsport! Le competizioni mi appassionano da quando sono nato e ogni volta che vedo un'auto da corsa mi rendo conto che forse… non crescerò mai. L’adrenalina sale, gli occhi diventano lucidi e la più sana follia prende il sopravvento. Scusate, non mi sono presentato: mi chiamo Andrea Carrato, avete capito che sono un grande appassionato di auto e ho due fortune: la prima è che guido per lavoro (collaudo automobili); la seconda è che scrivo per OmniCorse.it e seguo da anni il Campionato Italiano Rally raccontandolo in diretta attraverso il Pit Live. In pratica faccio l'infiltrato nel parco assistenza della Peugeot Sport, cercando di scovare, fotografare o filmare le curiosità del dietro le quinte di questo mondo. Ma questo succede su OmniCorse.it appunto. Su OmniAuto.it, invece, vi racconterò quello che c'è prima di un Pit Live, ovvero i viaggi infiniti che mi faccio in macchina per raggiungere i luoghi dei rally, a cominciare dalla Valle del Serchio, nel suggestivo scenario della Garfagnana in Toscana, dove questo fine settimana c'è il 38esimo Rally del Ciocco.

La magia dei Rally

Il mondo delle corse è strettamente legato a quello delle auto di produzione e se parliamo di rally il legame è ancora più forte. Con 92 equipaggi ai nastri di partenza lo spettacolo è più che assicurato, ma a stuzzicare la passione sarà la lotta per la vittoria finale, calda e agguerrita sin dalla prima prova speciale. Paolo Andreucci e la sua storica navigatrice Anna Andreussi devono difendere il titolo conquistato lo scorso anno con la Peugeot 208 T16 all’ultima gara, dopo una stagione entusiasmante e agonisticamente di alto livello che ha visto il nuovo motore 1.6 turbo al debutto mondiale. Assistere ad un passaggio di questi bolidi su strade generalmente aperte al pubblico o trovarsi a pochi centimetri dai meccanici che in mezz’ora riescono a sostituire il cambio fa venire la pelle d’oca e l’intento del Pit Live è quello di far vivere con me queste emozioni. Sì, sono fortunato!

Il primo viaggio in Peugeot 308 Station Wagon

Ma prima di raggiungere questo, passatemi il termine, "posto di lavoro", ho attraversato l’Appenino Tosco Emiliano partendo di buon mattino da Modena con una Peugeot... 308 SW 1.2 PureTech. Non ridete! Ho capito che quando vedi un'auto cosi pensi a tutto tranne che ai rally, però arrivi più riposato. Dunque ho puntato diritto verso Passo delle Radici, 1.529 metri sul livello del mare con due muri di neve a farmi compagnia. Tornanti su tornanti, cielo terso e uno scenario mozzafiato che invita alla guida veloce che anche la Peugeot 308 SW "padre di famiglia edition" riesce ad assecondare a modo suo. Certo bisogna giocare spesso con il cambio, che ha una corsa corta ma non è così fluido nelle cambiate come mi sarei aspettato e il motore chiede di girare sopra i 3500 giri per dare il meglio di sè. Sicuramente più soddisfacente l’handling: credevo ci fosse un rollio molto più marcato e il posteriore che di tanto in tanto “accompagna” l'ingresso in curva è quasi piacevole... nei limiti del possibile di una station wagon, s'intende. Per restare in tema rallistico non ho potuto evitare una sosta a Montefiorino, piccolo comune in provincia di Modena arroccato nel mezzo dell’Appennino reggiano. Una vecchia officina meccanica ed un grande amico! Alberto oltre a fare il meccanico è un navigatore e la sua passione per le vetture da rally non è certo un mistero. Un caffè, pochi minuti a discutere delle prestazioni e la guidabilità che hanno raggiunto le moderne vetture da rally nell’era del turbo e del downsizing e via verso Castelnuovo di Garfagnana, Paolo ed Anna mi stanno aspettando.

Se avete domande...

A proposito: segnalo che quest'anno chi segue il Pit Live su OmniCorse.it può interagire con i piloti del Team Peugeot via twitter scrivendo le domande @omnicorse con l’hashtag #pitlivecir. Paolo Andreucci, Anna Andreussi e tutti gli uomini della squadra del Leone sono pronti a soddisfare le vostre curiosità.

Galleria fotografica - Peugeot 208 T16 con Paolo Andreucci sull'Etna Galleria fotografica - Peugeot 208 T16 con Paolo Andreucci sull'Etna
  • Peugeot 208 T16 con Paolo Andreucci sull\'Etna  - anteprima 1
  • Peugeot 208 T16 con Paolo Andreucci sull\'Etna  - anteprima 2
  • Peugeot 208 T16 con Paolo Andreucci sull\'Etna  - anteprima 3
  • Peugeot 208 T16 con Paolo Andreucci sull\'Etna  - anteprima 4
  • Peugeot 208 T16 con Paolo Andreucci sull\'Etna  - anteprima 5
  • Peugeot 208 T16 con Paolo Andreucci sull\'Etna  - anteprima 6

Autore: Andrea Carrato

Tag: Motorsport , rally , piloti


Top