dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 20 marzo 2015

Fiat, un futuro fatto di SUV e 500

La 500XL sarà l'anti Qashqai, mentre la Bravo prodotta in Turchia darà vita a un nuovo marchio low cost

Fiat, un futuro fatto di SUV e 500
Galleria fotografica - Fiat FCC4Galleria fotografica - Fiat FCC4
  • Fiat FCC4 - anteprima 1
  • Fiat FCC4 - anteprima 2
  • Fiat FCC4 - anteprima 3
  • Fiat FCC4 - anteprima 4
  • Fiat FCC4 - anteprima 5
  • Fiat FCC4 - anteprima 6

Il futuro del marchio Fiat è solo in parte conosciuto, perché i piani industriali presentati con cadenza quadriennale vengono spesso modificati nella sostanza o nei tempi di presentazioni dei nuovi modelli. Al momento dobbiamo attenerci a quanto anticipato per sommi capi dal piano 2014-2018, quello che ha confermato l'arrivo della Fiat 124 Spider, della compatta erede della Bravo, dell'utilitaria che sostituisce la Punto e di un SUV compatto. Fino a qui le poche indicazioni ufficiali, ma sulla base delle indiscrezioni raccolte negli ultimi mesi e delle anticipazioni trapelate ufficiosamente da varie fonti è ormai possibile delineare un quadro abbastanza chiaro di quelle che saranno le Fiat del prossimo futuro. Un ulteriore contributo arriva dall'inglese Autocar che parla di un'inedita Fiat 500XL per il 2016, ovvero un SUV crossover compatto da contrapporre al successo di Nissan Qashqai e che verrà affiancato dal suo "gemello" americano Jeep Compatriot, sostituto di Compass e Patriot al tempo stesso. Insomma, l'esperimento fatto con Fiat 500X e Jeep Renegade verrà replicato nel segmento superiore utilizzando la stessa piattaforma small nata sulla Grande Punto e arrivata fino a 500L, Doblò e 500X.

Mini SUV Fiat e Jeep, ma più avanti

I colleghi inglesi si spingono ancora oltre con le anticipazioni sul marchio torinese, arrivando a preannunciare la presentazione (dopo il 2018, perché nei piani industriali non vi è traccia. NdR) di due mini SUV Fiat e Jeep, crossover di segmento A che ancora non esistono sul mercato europeo e che potrebbero prendere il posto della Panda Cross. Questa svolta specialistica del marchio Fiat segue quanto già annunciato a Ginevra da Sergio Marchionne, ovvero la volontà di restringere la gamma di vetture generaliste e di "concentrarsi sui modelli che sa fare meglio"; il riferimento a city car, utilitarie e il sempre più interessante segmento dei crossover è fin troppo chiaro. In questa visione di una Fiat meno impegnata nella copertura di tutti i segmenti di mercato si inserisce a buon diritto anche una vettura di nicchia come la nuova Fiat 124 Spider (2016), basata sulla Mazda MX-5 e forse destinata ad avere anche una versione più grintosa marchiata Abarth. Per l'erede della Fiat Punto ci sono ancora molti dubbi sia sul nome che sullo stile e sulla data di esordio, anche se il piano FCA 2014-2018 indica il 2016 come l'anno giusto per il debutto; le voci susseguitesi negli ultimi mesi danno come favorita la nascita di una Fiat 500B (come Big) o 600, stilisticamente ispirata alla più piccola Fiat 500 che ha ormai creato un brand a sé stante.

La Fiat Bravo trasloca in Turchia per diventare quasi low cost

Una storia tutta diversa è invece quella che verrà scritta dalla nuova Fiat Bravo, berlina compatta dal prezzo contenuto programmata proprio per il 2015; il target della nuova Bravo si pone un gradino al di sopra di quello low cost coperto da Dacia, ma la produzione in Turchia con manodopera a costi ridotti e una progettazione in stile "minimal" dovrebbe garantire un listino piuttosto appetibile. Alla tre volumi seguirà nel 2016 la Bravo 5 porte e station wagon, decisamente più adatte ai gusti italiani. Altre voci riportate dal magazine britannico danno per probabile l'utilizzo di un inedito marchio "Panda" per la nuova Bravo, sotto-brand ideato proprio per la nuova gamma economica di Fiat. Per la Fiat 500 è invece atteso un leggero facelift entro la fine del 2015, mentre per vedere una 500 di seconda generazione occorrerà aspettare almeno fino al 2018, anno in cui farà il suo debutto la nuova Fiat Panda. La gigantesca Jeep Grand Wagoneer attesa per il 2018 e posizionata al di sopra della Grand Cherokee non avrà invece una vettura gemella con marchio Fiat.

Galleria fotografica - Fiat 500XGalleria fotografica - Fiat 500X
  • Fiat 500X - anteprima 1
  • Fiat 500X - anteprima 2
  • Fiat 500X - anteprima 3
  • Fiat 500X - anteprima 4
  • Fiat 500X - anteprima 5
  • Fiat 500X - anteprima 6
Galleria fotografica - Jeep RenegadeGalleria fotografica - Jeep Renegade
  • Jeep Renegade - anteprima 1
  • Jeep Renegade - anteprima 2
  • Jeep Renegade - anteprima 3
  • Jeep Renegade - anteprima 4
  • Jeep Renegade - anteprima 5
  • Jeep Renegade - anteprima 6
Galleria fotografica - Fiat 500 CultGalleria fotografica - Fiat 500 Cult
  • Fiat 500 Cult - anteprima 1
  • Fiat 500 Cult - anteprima 2
  • Fiat 500 Cult - anteprima 3
  • Fiat 500 Cult - anteprima 4
  • Fiat 500 Cult - anteprima 5
  • Fiat 500 Cult - anteprima 6
Galleria fotografica - Fiat BravoGalleria fotografica - Fiat Bravo
  • Fiat Bravo - anteprima 1
  • Fiat Bravo - anteprima 2
  • Fiat Bravo - anteprima 3
  • Fiat Bravo - anteprima 4
  • Fiat Bravo - anteprima 5
  • Fiat Bravo - anteprima 6

Autore:

Tag: Anticipazioni , Fiat , auto americane , auto italiane


Top