dalla Home

Curiosità

pubblicato il 16 marzo 2015

Aston Martin Vanquish come un cocktail bar con i ritocchi di Henrik Fisker

I rivestimenti sono stati curati dall'italiana Natuzzi

Aston Martin Vanquish come un cocktail bar con i ritocchi di Henrik Fisker
Galleria fotografica - Aston Martin Vanquish, la Thunderbolt di FiskerGalleria fotografica - Aston Martin Vanquish, la Thunderbolt di Fisker
  • Aston Martin Vanquish, la Thunderbolt di Fisker - anteprima 1
  • Aston Martin Vanquish, la Thunderbolt di Fisker - anteprima 2
  • Aston Martin Vanquish, la Thunderbolt di Fisker - anteprima 3
  • Aston Martin Vanquish, la Thunderbolt di Fisker - anteprima 4
  • Aston Martin Vanquish, la Thunderbolt di Fisker - anteprima 5
  • Aston Martin Vanquish, la Thunderbolt di Fisker - anteprima 6

Un’Aston Martin Vanquish può diventare ancora più lussuosa? Secondo Henrik Fisker sì e la sua non è un'opinione qualunque visto che il fondatore della Fisker Automotive (finita in bancarotta nel 2013 e rilevata dalla cinese Wanxiang) ha lavorato per due anni alla Ford Motor Company proprio con il ruolo di direttore del design per Aston Martin. Rimettendosi a lavorare in proprio sulle supercar inglesi, ha trasformato la Vanquish in una special (non ufficiale) chiamata Thunderbolt che si dovrebbe poter ordinare presso il rivenditore di Los Angeles "Galpin Aston Martin".

Ci sono molti dettagli esclusivi, come il supporto per ospitare le bottiglie di champagne, vino o altro alloggiato tra i sedili posteriori. I rivestimenti in pelle li ha realizzati l’italiana Natuzzi e, in linea con quest’atmosfera di lusso, c’è integrato nella plancia un cronografo Skeleteon, in pratica un gioiello da migliaia di euro. Lo schermo del sistema d’infotelematica è invece firmato Panasonic, è ad alta risoluzione e conta 11,6 pollici, ma la particolarità è la speciale forma curva che serve a ridurre i fastidiosi riflessi di luce… Esternamente la Thunderbolt è più bassa della Aston Martin Vanquish di 15 mm, ha cerchi in lega da 21 pollici, una griglia frontale maggiorata, nuove prese d’aria, luci a LED ridisegnate e vari componenti in fibra di carbonio. Le sue sue prestazioni dovrebbero essere esaltanti, peccato che non sia stato dichiarato alcun dato. E neanche il prezzo.

Autore:

Tag: Curiosità , Aston Martin , los angeles , lifestyle , dall'estero


Top