dalla Home

Live

pubblicato il 11 marzo 2015

Salone di Ginevra, il sogno Ferrari si chiama anche Touring Berlinetta

La fuoriserie è per il momento solo un esercizio di stile, ma potrebbe essere replicata in 5 esemplari

Salone di Ginevra, il sogno Ferrari si chiama anche Touring Berlinetta
Galleria fotografica - Touring Superleggera al Salone di Ginevra 2015Galleria fotografica - Touring Superleggera al Salone di Ginevra 2015
  • Touring Superleggera al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 1
  • Touring Superleggera al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 2
  • Touring Superleggera al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 3
  • Touring Superleggera al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 4
  • Touring Superleggera al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 5
  • Touring Superleggera al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 6

Calma: ammesso che abbiate alcune (parecchie) migliaia di euro che vi avanzano e che la Berlinetta Lusso di Touring Superleggera sia esattamente l'auto che stavate cercando, non illudetevi. Per il momento questa coupé a due posti secchi è un esercizio – riuscito – di stile, il cui seguito produttivo è ancora tutto da decidere, anche se non è da escludere che venga messa in cantiere una serie limitatissima come accaduto con la Disco Volante (in questo caso si vocifera di appena cinque esemplari). Musa ispiratrice per realizzare questa berlinetta, presentata a Ginevra, è stata la Ferrari 166 MM Touring Superleggera appartenuta a Gianni Agnelli; come da tradizione, la carrozzeria è battuta e rifinita a mano (ci vogliono circa 5.000 ore di manodopera!).

Sotto il cofano c’è un 6.3 V12 da 741 CV che le promette di far toccare i 341 km/h. Il colore è unico: è stato realizzato su richiesta ed è un blu chiaro metallizzato non comune, perché è nato per richiamare il colore del mare di Saint-Tropez (per l’occasione è stato battezzato azzurro Nioulargue). Gli interni della Berlinetta Lusso richiamano ovviamente lo stile esterno e sono in pelle blu scuro e panna.

Autore: Redazione

Tag: Live , ginevra


Top