dalla Home

Attualità

pubblicato il 11 marzo 2015

Jeremy Clarkson picchia un produttore di Top Gear: chi al suo posto?

La BBC sospende la star del programma di auto più famoso al mondo. Tanti lo difendono, ma già si parla del suo sostituto...

Jeremy Clarkson picchia un produttore di Top Gear: chi al suo posto?
Galleria fotografica - Jeremy Clarkson a Top GearGalleria fotografica - Jeremy Clarkson a Top Gear
  • Jeremy Clarkson a Top Gear - anteprima 1
  • Jeremy Clarkson a Top Gear - anteprima 2
  • Jeremy Clarkson a Top Gear - anteprima 3
  • Jeremy Clarkson a Top Gear - anteprima 4
  • Jeremy Clarkson a Top Gear - anteprima 5
  • Jeremy Clarkson a Top Gear - anteprima 6

Per uno senza peli sulla lingua come Jeremy Clarkson (che nei tanti anni da presentatore di Top Gear si è lasciato spesso scappare frasi che hanno scatenato grandi polemiche), una lite fra colleghi in fila per il pranzo al catering dev’essere come bere un bicchier d’acqua. Questa volta, però, il pugno che pare Jeremy abbia dato ad un produttore del famoso programma TV di auto della BBC è stata la goccia che ha fatto traboccare quell’acqua. E così, dopo frasi del tipo “i messicani sono pigri, incapaci e flautolenti”, o le allusioni ai "camionisti assassini di prostitute”, il network inglese ha sospeso Clarkson e annullato la prossima puntata di Top Gear. Apriti cielo! Su internet già c’è chi esagera scrivendo "Je suis Clarkson", in riferimento alla strage terroristica di poche settimane fa a Parigi. E impazzano gli hashtag, come #BringBackClarkson, oppure #lifestylechoice. E’ anche partita una petizione con raccolta firme per ridare il posto a Jeremy.

Per molti, infatti, l’inglese è un idolo e c’è chi ricorda come la BBC abbia fatto palate di soldi grazie a Clarkson e che quindi sarebbe stupido lasciarlo alla concorrenza. Per altri, invece, l’emittente TV inglese troppe volte gli ha permesso di andare oltre, non facendo altro che far crescere la sua arroganza. Sulla stampa britannica c’è poi chi riflette sul fatto che, al di fuori dei confini del Regno Unito, non ci si renda conto di quanto Jeremy Clarkson sia disprezzato in patria. Nel frattempo, nel più tipico umorismo inglese, il collega presentatore James May su Twitter scrive “Salvare Clarkson? Meglio conservare scatole di cartone e ritagli di corda. Sono molto più utili”. E, inevitabilmente, è già partito il toto-scommesse. Chi potrebbe sostituire Jeremy Clarkson? Un nome su tutti: Chris Harris, uno dei più famosi giornalisti automobilistici del mondo, che in passato ha collaborato per Autocar, Evo, Pistonheads e più di recente per Drive su YouTube, da cui si è separato per “mettersi in proprio” con il supporto del gruppo editoriale legato al Festival of Speed di Goodwood. E visto che parliamo di YouTube, chi scrive sta già pensando di iscriversi ad un corso di perfezionamento di lingua inglese. Perdonerete il “sogno ad occhi aperti”, spero... .

Autore:

Tag: Attualità , VIP , top gear


Top