dalla Home

Live

pubblicato il 5 marzo 2015

Salone di Ginevra: Dacia, da low cost a smart buy

Il Direttore Commerciale della Dacia ci illustra presente e futuro dell'azienda rumena

Salone di Ginevra: Dacia, da low cost a smart buy
Galleria fotografica - Dacia al Salone di Ginevra 2015Galleria fotografica - Dacia al Salone di Ginevra 2015
  • Dacia al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 1
  • Dacia al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 2
  • Dacia al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 3
  • Dacia al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 4
  • Dacia al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 5
  • Dacia al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 6

Dieci anni di Dacia. La Casa rumena festeggia questo importante anniversario - al quale non tutti avrebbero messo la mano sul fuoco che sarebbe arrivata - proprio qui in Svizzera, dove nel 2005 debutta la Logan prima maniera. Oggi, con quasi mezzo milione di auto vendute in un anno (il 2014) Dacia suscita l'invidia di tutti gli altri Costruttori, che vorrebbero ripeterne il modello di business vincente. Un modello che ci siamo fatti spiegare dal direttore commerciale Françoise Mariotte.

OmniAuto.it: Tutti vorrebbero avere una Dacia in casa. Vendite in continua espansione, marchio sempre più riconosciuto e apprezzato. Qual è il vostro segreto?
Françoise Mariotte: "Innanzitutto, una gamma molto mirata, plasmata sulle esigenze dei nostri clienti e sulle potenzialità dei mercati nei quali ci andiamo a misurare. Tradotto: non c'è spreco di risorse in nicchie numericamente poco significative. Altra nostra arma è il fatto di poter accedere alla tecnologia Renault: ci costa poco ed è affidabile, motivo per cui i nostri clienti si affezionano a noi. Terzo, il fatto di non introdurre tecnologie inedite e di creare prodotti collaudati abbatte i costi di progettazione".

OmniAuto.it: A proposito di questo, si dice che Dacia abbia grandi margini di guadagno su ogni auto prodotta. Ce lo conferma?
Françoise Mariotte: "Certamente sì, anche se non diamo numeri specifici in questo senso. Una cosa posso dirla, però: la redditività di Dacia è un vantaggio anche per il cliente, che può contare su un prodotto di qualità, affidabile e aggiornato nel design, a prezzi vantaggiosi. Diciamo che la nostra ricchezza la condividiamo".

OmniAuto.it: Ha parlato di sfruttamento di tecnologie e parti già collaudate da Renault: nel catalogo della Casa francese non mancherebbero le risorse per "mettere insieme" una Dacia di segmento A...
Françoise Mariotte: "Il nostro obiettivo, al momento, è quello di massimizzare lo sfruttamento della nostra gamma. Ma il mio lavoro è anche quello di cercare segmenti di mercato nei quali Dacia possa avere successo. Di sicuro, le fasce più basse ci interessano, rispettano il nostro DNA e in futuro non sono da escludere dei nuovi arrivi".

Autore: Adriano Tosi

Tag: Live , Dacia , ginevra , interviste


Top