dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 5 marzo 2015

Hyundai Connectivity Cockpit Concept, l'abitacolo del futuro

Le prossime Hyundai avranno connettività totale, collegamento agli smartwatch e controllo con i gesti

Hyundai Connectivity Cockpit Concept, l'abitacolo del futuro
Galleria fotografica - Hyundai al Salone di Ginevra 2015Galleria fotografica - Hyundai al Salone di Ginevra 2015
  • Hyundai al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 1
  • Hyundai al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 2
  • Hyundai al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 3
  • Hyundai al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 4
  • Hyundai al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 5
  • Hyundai al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 6

La sfida tecnologica si gioca ormai su tutte le parti dell'automobile: lo dimostra Hyundai, che propone al Salone di Ginevra l'ultima evoluzione del cosiddetto Connectivity Cockpit Concept, un insieme di tecnologie per gli abitacoli della prossima generazione. Il principio è quello di integrare al meglio tutti i sistemi, come l'elettronica di bordo, i sensori e le telecamere dell'auto, la connettività di rete e la connessione con apparecchi elettronici come smartphone, tablet, o anche accessori indossabili come i recenti smartwatch. Questi ultimi possono sia inviare al sistema di bordo il monitoraggio dello stato fisico del conducente, come ad esempio il battito cardiaco, o anche inviare degli avvisi specifici come le segnalazioni di veicolo nell'angolo cieco o di distanza di sicurezza insufficiente, oppure dettagli di navigazione.

Nel display di bordo, anche attraverso connettività cloud, il Connectivity Cockpit Concept può visualizzare calendari giornalieri con appuntamenti e percorsi, suggerendo anche luoghi di interesse in base alle preferenze impostate o un elenco di stazioni di servizio. Ci sono poi funzionalità controllabili mediante tablet per monitorare passeggeri e bambini nel sedile posteriore, attraverso una minicamera, o per consentire ai passeggeri di variare alcuni parametri, come la regolazione dell'aria condizionata, mentre il pilota può concentrarsi sulla guida. Infine, Hyundai sta studiando i comandi 3D mediante gesti semplici e intuitivi, attraverso rilevatori a raggi infrarossi e sensori ottici per riconoscere i movimenti delle mani: in questo modo possono essere controllate le principali funzionalità, compresa la connessione con gli smartphone. Il sistema attualmente allo studio prevede che durante la guida vengano riconsciuti i gesti per le attività principali, mentre da fermi si possa controllare l'intero sistema.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Prototipi e Concept , Hyundai , ginevra


Top