dalla Home

Live

pubblicato il 4 marzo 2015

Salone di Ginevra, la DS 5 prende il volo

Il Palexpo è la culla del neonato marchio premium francese che crede nella tradizione e nell'innovazione

Galleria fotografica - DS al Salone di Ginevra 2015Galleria fotografica - DS al Salone di Ginevra 2015
  • DS al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 1
  • DS al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 2
  • DS al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 3
  • DS al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 4
  • DS al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 5
  • DS al Salone di Ginevra 2015 - anteprima 6

Che bello! In un mondo che ci ha abituato alla mesta scomparsa di gloriosi marchi automobilistici c'è ancora spazio per la nascita di nuovi brand come quello DS, figlio di Citroen e già pronto a prendere il volo nella kermesse di Ginevra. I suoi obiettivi sono alti e ambiziosi, come dimostra la nuova DS 5 che segna un ulteriore passo in avanti nel segmento delle berline premium alla francese, originali, tecnologiche e raffinate. Basta guardarla negli "occhi" la DS 5, due fari a LED e xeno che affascinano al primo sguardo e leggerne il nome sotto forma di un monogramma metallico al centro della griglia: DS.

Il trattamento della fiancata è altrettanto inconsueto e porta su nuovi livelli quanto già mostrato con la Citroen DS5: la grande e forse discutibile lama metallica che corre dai fari ai montanti anteriori si somma alla linea di cintura crescente verso la coda e l'ultimo finestrino laterale che si sposa perfettamente con le superfici circostanti, fin quasi a nascondersi nel colore ink blue della carrozzeria. Il posteriore è quasi da coupé, con il portellone diviso nettamente in due parti e fari tridimensionali, mentre il bagagliaio che è ottimamamente rifinito soffre un po' della conformazione sportiveggiante della coda. Anche seduti dietro si vorrebbe un po' di spazio in più, soprattutto dopo aver provato la comodità e le raffinate finiture di plancia e sedili anteriori.

Autore:

Tag: Live , DS , auto europee , ginevra


Top