dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 3 marzo 2015

Lexus LF-SA Concept, lusso da città

I giapponesi stuzzicano il mercato europeo delle superutilitarie con una 3 porte premium lunga 3,45 metri

Lexus LF-SA Concept, lusso da città
Galleria fotografica - Lexus LF-SA ConceptGalleria fotografica - Lexus LF-SA Concept
  • Lexus LF-SA Concept - anteprima 1
  • Lexus LF-SA Concept - anteprima 2
  • Lexus LF-SA Concept - anteprima 3
  • Lexus LF-SA Concept - anteprima 4
  • Lexus LF-SA Concept - anteprima 5
  • Lexus LF-SA Concept - anteprima 6

Come intaccare il dominio europeo delle citycar raffinate e modaiole tipo Fiat 500, Opel Adam, smart forfour e altre più grandi e ancor più premium? Semplice, basta prendere un marchio giapponese di fama mondiale e applicarlo ad una piccola 2+2 lunga appena 3,45 metri. Questo può essere stato il percorso che ha portato alla nascita della Lexus LF-SA Concept, una proposta di stile presentata a Ginevra e tratteggiata proprio nel centro design francese di Toyota, a Nizza, per unire le filosofia formale "L-finesse" del marchio Lexus con le esigenze di mobilità urbana delle metropoli del Vecchio Continente. Non a caso il nome sta per "Lexus Future Small Adventurer" e potrebbe prefigurare l'erede premium della iQ.

Il frontale "a fuso" si evolve in 3D

Quel che ne è scaturito è una compatta tre porte che misura 3.450x1.700x1.430 mm, vale a dire poco meno della Fiat 500 e che con le sue superfici complesse di carrozzeria crea una diversa impressione a seconda da dove la si osserva. Su tutto spicca l'enorme calandra anteriore "a fuso" con trattamento superficiale 3D che si incastra a forza nel frontale e si integra nel paraurti e nei parafanghi assieme ai sottili gruppi ottici. Gli alti e larghi passaruota arrotondati della LF-SA Concept creano un andamento ondulato nella corta fiancata con portiera singola, mentre la coda mostra una netta piega alla base del lunotto dove ci sono i fanali a "L". Decisamente curiosi i cerchi in lega con razze che si spingono fin sopra il fianco dei pneumatici.

Tutte le attenzioni per il guidatore

L'abitacolo della Lexus LF-SA Concept è un mix di linee futuribili e proposte già pronte per la produzione in serie come ad esempio il volante "a fuso", il tunnel centrale e i pannelli porta. Tutto è stato progettato pensando alla presenza del solo guidatore, caso molto frequente nell'utilizzo urbano delle citycar; il sedile del pilota è fisso e a muoversi sono la pedaliera e il volante regolabili, mentre il sedile del passeggero scivola in avanti per permettere l'accesso ai due piccoli sedili posteriori. La strumentazione utilizza un sistema ad ologrammi e un più classico head-up display proietta le informazioni principali sul parabrezza. Il fatto che non siano state diffuse informazioni sulla parte meccanica la dice lunga sullo scopo principe della LF-SA: sondare i gusti del pubblico europeo per una futura sorella maggiore della iQ, più grande e lussuosa.

LF-SA Concept | Salone di Ginevra 2015

Questo concept della Lexus, la LF-SA, sembra essere piaciuto a Giuliano. Piccola, ricca di contenuti tecnoligici e caratterizzata dallo stile che ha influenzato tutto lo stile delle ultime vetture giapponesi. A voi è piaciuta?

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Lexus , auto giapponesi , ginevra , car design


Top