dalla Home

Test

pubblicato il 27 febbraio 2015

Suzuki Vitara, tutto nuovo tranne il nome

Non solo è stata riprogettata da cima a fondo, ma da offroad dura e pura diventa crossover

Suzuki Vitara, tutto nuovo tranne il nome
Galleria fotografica - Nuova Suzuki VitaraGalleria fotografica - Nuova Suzuki Vitara
  • Nuova Suzuki Vitara - anteprima 1
  • Nuova Suzuki Vitara - anteprima 2
  • Nuova Suzuki Vitara - anteprima 3
  • Nuova Suzuki Vitara - anteprima 4
  • Nuova Suzuki Vitara - anteprima 5
  • Nuova Suzuki Vitara - anteprima 6

A suo modo, rappresenta un momento epocale. Con il pensionamento della vecchia Vitara non va in scena solo il normale avvicendamento di una generazione di auto con un'altra, ma l'abbandono ormai quasi definitivo delle fuoristrada “vere” da parte di tutte le Case automobilistiche. Quello che fino a ieri era un motivo di vanto, da oggi non esiste più: stiamo parlando nello specifico del telaio a longheroni, fiore all'occhiello da decenni e messo ora in naftalina. Rimane comunque la possibilità di bloccare il differenziale centrale per uscire dalle situazioni in cui l'aderenza è quasi del tutto assente. Dare torto a Suzuki non si può, sia chiaro: gli automobilisti di quasi tutto il mondo vogliono soprattutto crossover e i Costruttori devono pur campare, quindi è giusto che si adeguino (anche se comunque, dal 1988 a oggi, sono quasi 3 milioni le Vitara vendute). Solo, a chi ha la passione per l'oggetto automobile, meglio se infangata, si sta restringendo sempre più il campo di scelta delle “super special”. Detto questo, la nuova crossover giapponese diventa anche più compatta e va a scontrarsi, secondo Suzuki, con Fiat 500X e Jeep Renegade, rispetto alle quali è leggermente più compatta ed economica. Sue rivali, se si prende in considerazione la sola trazione anteriore, possono essere considerate però anche Nissan Juke, Renault Captur e Peugeot 2008, che hanno invece prezzi e dimensioni leggermente inferiori. A proposito, la Vitara costa da 19.900 a 27.100 euro e i primi esemplari sono già disponibili nelle concessionarie.

Nuova personalità

Il mercato, dicevo: non solo “impone” che tutti i marchi abbiano almeno un crossover nella gamma, ma detta anche molte altre regole. Le carrozzerie bicolore, per esempio. Oppure cerchi in lega di dimensioni da sportiva. Paletti ai quali deve sottostare anche la nuova Vitara, che non solo può essere ordinata con il tetto di tonalità diversa da quella della carrozzeria, ma offre persino i montanti oscurati, in modo da offrire quel colpo d'occhio in stile Mini, vale a dire di tetto “sospeso”. A caratterizzare il look della Suzuki ci sono inoltre i passaruota scolpiti (soprattutto dietro), il cofano motore che sembra quasi staccato dal resto della vettura (richiamo alla vecchia Vitara) e le fiancate massicce. Quanto al frontale, la mascherina che unisce i fari a sviluppo orizzontale mi ricorda un po' la Honda CR-V. A leggere le dimensioni, invece, capisco come i designer volessero conservare un aspetto decisamente offroad, più di quanto abbiano fatto con la S-Cross, rispetto alla quale è più corta di 12,5 cm, ma è più alta di 3 cm. Risultato: l'impatto visivo è certamente più deciso e “muscolare”. Nel complesso, al di là delle colorazioni e dei montanti “camuffati”, la nuova Vitara non appare come la più originale del segmento delle crossover compatte. Ma proprio questa immagine rassicurante potrebbe essere la sua arma vincente.

Bentornati a casa

Chi è già stato sulla Vitara o su una Suzuki in generale si sentirà come a casa: non sto criticando l'utilizzo di parti in comune con altri modelli; ci mancherebbe, così fan tutti. Sto parlando della filosofia costruttiva, che bada al sodo e non vuole, almeno nell'abitacolo, seguire tracce lasciate da altri. Tutto sembra costruito per durare nel tempo, più che per catturare l'occhio con soluzioni sceniche ma magari poco solide e utili. Le uniche concessioni allo stile fine a se stesso consistono nell'orologio analogico (che si può avere di tre tipologie differenti; molto originale quella con gli ideogrammi al posto dei numeri) e nel profilo di fronte al passeggero che si può scegliere del colore che si preferisce. Ottima la leggibilità del sistema di infotainment, che non solo utilizza una grafica evoluta, ma è intuitivo da utilizzare. I materiali? Non sono certo morbidi al tatto, ma mi danno l'impressione che anche fra quindici anni saranno esattamente come oggi. Stesso discorso per le finiture: si è badato più a mettere insieme le varie parti in modo accurato che a inserire listelli colorati in ogni angolo. Capitolo abitabilità: la Vitara è generosa di cm in tutte le direzioni e in modo sorprendente, in rapporto ai suoi 418 cm di lunghezza, al punto che tre adulti fino a 175 cm circa di statura possono viaggiare senza problemi, dietro. Il bagagliaio? Ha una capacità di 375/1.120 litri contro i 354/1.189, per esempio, della Juke e i 350/1.000 della 500X. Al di là dei numeri, la forma è abbastanza regolare ed è presente di serie il doppio fondo.

Non tutto è perduto, anzi...

Sto per far arrabbiare i puristi: la nuova Vitara, grazie a un'attenta progettazione e all'ausilio dell'elettronica, dimostra che oggi ci si può spingere all'avventura anche senza un telaio specialistico. Ok, qualcuno potrà obiettare che se le vecchie generazioni potevano essere usate sulle mulattiere ogni giorno, questa rischia di “acciaccarsi” ben prima. Vero, ma a questo punto torniamo all'inizio: il cliente ha sempre ragione, senza crossover non si può pensare di stare sul mercato e l'equilibrio trovato con la nuova Vitara, sapere cioè che almeno ogni tanto ci si può “buttare” nel fango e in qualche twist come ai vecchi tempi (o quasi), di sicuro non guasta. Ovviamente, questo discorso vale se si opta per la trazione integrale. Per il resto, la giapponese mette su strada un carattere rassicurante, con limiti di tenuta elevati, un sottosterzo facile da gestire quando ci si avvicina al limite e, a voler essere pignoli, solo lo sterzo non soddisfa al 100% per comunicatività. Ok, non sono in molti, tra i clienti della Vitara, a dare peso a queste sfumature. Interesserà dunque di più sapere che il comfort è più che buono, ma che se si ama la guida fluida è obbligatorio scegliere il diesel. Se da un lato è più rumoroso, specialmente sopra i 3.000 giri, dall'altro inizia a spingere già a 1.400 giri, mentre il benzina (sempre 1.6 litri di cilindrata e sempre da 118 CV di potenza) è più silenzioso, ma richiede di essere tenuto nella parte alta del contagiri per rendere al meglio.

Prezzi

In Suzuki tengono molto a un aspetto: i prezzi della Vitara (come quelli di tutta la gamma) sono “veri”: non c'è la classica versione priva di qualsiasi cosa che serve solo ad attrarre clienti in concessionaria. Per il nuovo crossover sono dunque previsti due allestimenti: V-Cool e V-Top. La prima, 19.900 euro con il motore a benzina e 22.400 con il diesel, di serie offre, tra gli altri: cerchi in lega da 17”, clima automatico, stereo con touch screnn da 7” e ingresso usb, Bluetooth, cruise control, comandi al volante, luci diurne a led, keyless go e telecamera posteriore. La V-Top, 22.400 a benzina e 24.900 a gasolio, aggiunge sensori pioggia e luce, cruise control adattivo, sedili in pelle e microfibra e specchietti riscaldabili, regolabili e ripiegabili elettricamente.

Scheda Versione

Suzuki Vitara
Nome
Vitara
Anno
2015
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
SUV e Crossover
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Suzuki , auto giapponesi


Listino Suzuki Vitara

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.6 VVT S/S 2WD V-Cool anteriore benzina 120 1.6 5 € 20.200

LISTINO

1.6 VVT S/S 2WD V-Top anteriore benzina 120 1.6 5 € 22.700

LISTINO

1.6 DDiS S/S 2WD V-Cool anteriore diesel 120 1.6 5 € 22.700

LISTINO

1.6 VVT S/S 4WD AllGrip V-Cool 4x4 benzina 120 1.6 5 € 22.900

LISTINO

1.6 VVT A/T S/S 2WD V-Top autom. anteriore benzina 120 1.6 5 € 24.200

LISTINO

1.6 VVT S/S 4WD AllGrip V-Top 4x4 benzina 120 1.6 5 € 24.900

LISTINO

1.6 DDiS S/S 2WD V-Top anteriore diesel 120 1.6 5 € 25.200

LISTINO

1.6 DDiS S/S 4WD AllGrip V-Cool 4x4 diesel 120 1.6 5 € 25.400

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top