dalla Home

Test

pubblicato il 24 febbraio 2015

Mazda CX-5, in viaggio verso il premium

Materiali pregiati per gli interni, estetica rinfrescata e focus sulla sicurezza. Su strada con il rinnovato SUV giapponese

Mazda CX-5, in viaggio verso il premium
Galleria fotografica - Mazda CX-5 facelift 2015Galleria fotografica - Mazda CX-5 facelift 2015
  • Mazda CX-5 facelift 2015 - anteprima 1
  • Mazda CX-5 facelift 2015 - anteprima 2
  • Mazda CX-5 facelift 2015 - anteprima 3
  • Mazda CX-5 facelift 2015 - anteprima 4
  • Mazda CX-5 facelift 2015 - anteprima 5
  • Mazda CX-5 facelift 2015 - anteprima 6

Dopo tre anni di onorato servizio e oltre 800.000 unità prodotte, è giunto il momento di un lifting anche per la Mazda CX-5: solo qualche piccolo ritocco estetico che permetta al design di questo crossover di rimanere al passo coi tempi, anche se a prima vista non si notano molte differenze. La vettura sembra sempre la CX-5 svelata nel 2012, ma ad uno sguardo più approfondito qualcosa di nuovo c'è, a partire dal frontale e dalla calandra a listelli orizzontali che richiamano le prese d'aria inferiori, i fari posteriori con un look rinnovato e gli specchi retrovisori rimpiccioliti, per dare un'immagine più dinamica all'auto, come voluto dalla filosofia Kodo adottata dai designer nipponici.

Raccomandabile il motore diesel

Della gamma CX-5 abbiamo provato la new entry Skyactiv-G 2.5 da 192 cavalli, modello con motore a benzina più potente della gamma, ma che per ora non verrà importata in Italia. Per il mercato italiano, infatti, l'unico disponibile è il propulsore 2 litri da 160 cavalli a iniezione diretta di carburante, per rispettare le norme Euro 6. L'alimentazione a benzina, comunque, non ci è parsa la più indicata per questa vettura: di sicuro la versione Skyactiv-D con il 2,2 litri turbo diesel è quella da raccomandare. Pur essendo su una vettura leggera (1.440 kg), infatti, il motore è risultato un po' troppo pigro ai bassi regimi e per "far correre" la CX-5 bisogna affondare troppo l'acceleratore, andando a pregiudicare il consumo di carburante, che comunque sul percorso tortuoso e collinare della prova si è fermato a 9,1 l/100 km. Proprio le curve di questo toboga d'asfalto ci sono servite per mettere alla frusta il telaio del SUV giapponese: una vera e propria sorpresa. Il rollio è per niente fastidioso e la CX-5 obbedisce agli ordini di chi è al volante senza sbavature, complici anche i cerchi da 19" dell'auto in prova. Altro fattore che ci ha favorevolmente impressionati è la qualità dei materiali utilizzati, molto simili a quelli che si possono trovare su auto premium e con prezzi decisamente superiori.

La sicurezza prima di tutto

Oltre ai fari a LED, la CX-5 è dotata di molti altri sistemi di sicurezza che sono riassunti dalla sigla i-Activsense: possiamo affermare che le novità più succulenti si trovano sotto la pelle della rinnovata Mazda. Degno di nota è il LAS (Lane-keep Assist System), che sopra i 65 km/h allerta il conducente se si cambia involontariamente corsia, prima con un avvertimento sonoro e poi riportando la vettura al proprio posto: forse è un po' troppo invasivo, ma bisogna pensare a quanto possa essere utile in caso di malore o colpo di sonno del guidatore. Altro ausilio presente a bordo è il sistema di monitoraggio dei punti ciechi: durante il nostro test ci ha evitato di avere sulla coscienza qualche motociclista con la mente fra le nuvole, grazie a un lampeggio giallo sugli specchi retrovisori e a un allarme sonoro che ci hanno avvisati della loro presenza. Un altro punto sul quale i tecnici Mazda si sono concentrati è il comfort; la versione precedente, infatti, era un po' troppo rigida e per questo sono state riviste le sospensioni, ora con una taratura migliorata e decisamente meno "stressante". Il sistema MZD Connect permette di collegare il proprio smartphone al sistema di infotainment della vettura e di poterlo comandare attraverso il monitor touch da 7" al centro della plancia. Per avere Mazda CX-5 bisognerà aspettare la fine di aprile, data in cui sarà messa in commercio con prezzi che partono da 27.300 euro.

Scheda Versione

Mazda CX-5
Nome
CX-5
Anno
2012 (restyling del 2015)
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
SUV e Crossover
Porte
5 porte
Motore
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Federico Lanfranchi

Tag: Test , Mazda , auto giapponesi


Listino Mazda CX-5

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
2.2L Skyactiv-D 150cv 6MT 2WD Essence anteriore diesel 150 2.2 5 € 26.950

LISTINO

2.0L Skyactiv-G 165cv 6MT 2WD Evolve anteriore benzina 165 2 5 € 27.850

LISTINO

2.2L Skyactiv-D 150cv 6MT 2WD Evolve anteriore diesel 150 2.2 5 € 29.850

LISTINO

2.0L Skyactiv-G 160cv 6MT AWD Evolve 4x4 benzina 160 2 5 € 31.200

LISTINO

2.2L Skyactiv-D 150cv 6MT 2WD Exceed anteriore diesel 150 2.2 5 € 33.150

LISTINO

2.0L Skyactiv-G 160cv 6MT AWD Exceed 4x4 benzina 160 2 5 € 33.150

LISTINO

2.2L Skyactiv-D 150cv 6MT AWD Evolve 4x4 diesel 150 2.2 5 € 33.200

LISTINO

2.2L Skyactiv-D 150cv 6MT AWD Exceed 4x4 diesel 150 2.2 5 € 35.150

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top